Polpette di riso con la Burola, pancia mia fatti capanna!

Polpette di riso

Un modo speciale di presentare il riso: polpette di riso con la Burola

Le polpette di riso   non sono polpette come le altre. Queste sono polpette di riso realizzate con ingredienti di primissima qualità, e nelle quali Marco d’Oggiono ha riposto tutta l’attenzione che necessita chi come me soffre di intolleranze alimentari evitando latticini derivati e polifosfati aggiunti.

Eh sì, perché è davvero difficile al giorno d’oggi trovare ingredienti davvero sani. Il riso, in genere, lo è, ma tutto quello che fa da “contorno” alle polpette, non è sempre è genuino. Ecco che, in questa ricetta, non è casuale la scelta della Burola di Marco d’Oggiono, fondatore della nota azienda a conduzione familiare fondata nel 1945, specializzata nella produzione di prosciutto di primissima qualità.

Polpette di riso con la Burola: altro che semplici polpette!

La scelta della “Burola” come anticipato, non è casuale. Trattasi di un prodotto di alta qualità, che rende le polpette molto più sane e digeribili oltre che un sapore davvero leggero e unico.

Queste polpette sono riuscite proprio gustose e  possiedono davvero un sapore speciale e caratteristico. Ecco perché rappresentano la preparazione ideale per chi intenda stupire i propri ospiti, riscuotendo un successo difficile da imitare. I piatti più semplici che diventano dei bocconcini gourmet sono le soddisfazioni migliori.

Perché le polpette di riso siano così gradite proprio a tutti resta sarà per la leggerezza, o la croccantezza della loro parte esterna, dal sapore unico, sarà per la presenza di una golosa sorpresa al suo interno, morbida e calda. Sarà perché il riso trova in questa sua versione un aspetto insolito, per altro molto pratico da consumare, che è diventato nel tempo emblema di festa.

Il riso e le sue risorse, preziose per l’uomo sin dalla notte dei tempi

Il riso, protagonista di questa ricetta, tra i più antichi cereali conosciuti dall’uomo, è consigliato da medici e nutrizionisti di tutto il mondo per via delle sue proprietà nutrizionali invidiabili, tra le quali trova posto il suo alto indice di digeribilità e la sua capacità di regolare la flora batterica.

Le polpette di riso con la Burola di Marco d’Oggiono, in quanto realizzate con riso, rappresentano una valida ed imperdibile fonte di aminoacidi essenziali, lisina, proteine di buona qualità ed acidi grassi essenziali.

Ecco una tra le tanti ragioni per prendere iniziativa e preparare questo piatto stuzzicante ma al contempo naturale e salutare… al quale è davvero difficile resistere!

Ingredienti per 4 persone

  • 160 gr di riso Basmati
  • 270 gr di Burola Marco d’Oggiono Prosciutti
  • 5 cucchiai stracolmi di farina di riso
  • q.b. sale
  • q.b. coriandolo fresco per accompagnare
  • ½ lt di olio di avocado

Preparazione

Sciacquate il riso sotto un getto di acqua corrente fredda. In una casseruola versate il riso sciacquato e copritelo completamente con acqua fredda.Salate leggermente.

Coprite la casseruola con un coperchio e lasciate cuocere fino a quando il riso non avrà assorbito tutta l’acqua. Tenete conto che ci vorranno, più o meno, 15 minuti, ma il tempo dipenderà molto dalla capacità del riso di assorbire l’acqua.

Una volta cotto il riso, trasferitelo in una terrina. Aggiungete la Burola e lavorate con una forchetta fino ad amalgamare i due ingredienti.

Bagnatevi le mani e lavorate il composto di riso e Burola, formando delle piccole polpette che abbiano all’incirca la stessa dimensione. Rotolate le polpette nella farina di riso.

In una padella portate l’olio in temperatura. Saprete che sarà pronto per friggere quando, immergendo uno stecco, questo produrrà delle bollicine d’aria.

5/5 (402 Recensioni)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Salmone al pino mugo

Salmone al pino mugo, un secondo dal gusto...

Salmone al pino mugo, un secondo di pesce davvero particolare. Il salmone al pino mugo è un secondo di pesce dal sapore delicato e allo stesso tempo estremamente aromatico. Di base si tratta di un...

Pallotte cacio e ova

Pallotte cacio e ova, un piatto della cucina...

Pallotte cacio e ova, una pietanza rustica Le pallotte cacio e ova sono una specialità abruzzese della tradizione contadina. Sono realizzate con ingredienti semplici e reperibili, come vuole la...

Zucchine tonde ripiene con hummus

Zucchine tonde ripiene con hummus e quinoa, un...

Zucchine tonde ripiene con hummus e quinoa, un’idea davvero originale Le zucchine tonde ripiene con hummus e quinoa sono e una variante molto gustosa delle classiche zucchine ripiene. Le...

Coda di vitello con salvia e patate

Coda di vitello con salvia e patate, un...

Coda di vitello con salvia e patate, una peculiarità della cucina popolare La coda di vitello con salvia e patate è un particolare secondo piatto. In primo luogo perché è realizzata con la coda...

Bogia con pure di zucca e patate

Bogia con purè di zucca e patate, un...

Bogia con purè di zucca e patate, un piatto tradizionale Oggi vi presento una ricetta che mi sta particolarmente a cuore, una pietanza che richiama alla mente dei preziosi ricordi: la bogia con...

Scaloppine al vino bianco

Scaloppine al vino bianco e funghi, un classico...

Scaloppine al vino bianco e funghi, un’alternativa gustosa Le scaloppine al vino bianco e funghi sono un secondo piatto di carne leggermente diverse dalla ricetta classica, ma in grado comunque di...

16-07-2016
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti