Focaccia al kamut, una merenda gradita

Focaccia al kamut
Stampa

Se amate le focacce e volete provarne una dal sapore particolare, dovreste provare la focaccia al kamut. Si tratta della ricetta perfetta per preparare una merenda speciale e diversa dal solito, oppure per avvalersi del sostituto ideale del solito pane che mangiamo ogni giorno. In qualunque momento deciderete di assaporarla, potrete godere di un sapore autentico e genuino, nonché di un pasto estremamente salutare.

Infatti, il grano kamut ha qualcosa di unico ed è molto diverso da tutti i cereali e soprattutto dal grano che noi conosciamo. Per queste ragioni, andiamo a scoprirne le caratteristiche e poi tutti i consigli che vi aiuteranno a preparare questa focaccia, che piacerà sicuramente sia agli adulti che ai bambini.

Focaccia al kamut: analizziamo l’ ingrediente principale

La Farina di Kamut, contiene glutine ed è giusto saperlo. Non tutti sanno che il termine “kamut” sia un nome di pura fantasia ideato dal biologo e agronomo statunitense Bob Quinn, deriva dal termine Ka’moet che in lingua egiziana significa “anima della terra”. Questa analisi filologica del termine ci permette di collocare l’origine del kamut nella regione della “mezzaluna fertile”, tra l’Egitto e la Mesopotamia.

Quando parliamo di farina di Kamut quindi stiamo indicando una marca di farina che deriva dai processi di macinazione: abburattamento, ovvero setacciatura graduale dei cereali macinati; calibrazione ed eliminazione di eventuali impurità, del frumento orientale, noto anche come grano rosso o Khorasan. Il cereale appartiene alla famiglia delle graminacee e alla specie del grano duro (Triticum durum) e si presenta con un fusto alto anche 180 centimetri; il chicco è più lungo rispetto ai comuni chicchi di frumento che ci sono in commercio.

Per chi ama mangiare biologico, la farina di Kamut è l’ideale: il grano Khorasan, infatti, cresce molto bene senza l’impiego di fertilizzanti e/o pesticidi.

Si chiama “khorasan kamuted è una delle poche qualità di grano che non è mai stata sottoposta a modifiche genetiche. Pertanto, ancora oggi, mantiene il gusto e le proprietà di ben 5mila anni fa, quando a coltivarlo erano gli egizi. Esteticamente, somiglia molto al grano “normale”, ma i suoi chicchi sono decisamente più grandi e la farina ricavata da essi ha un sapore decisamente diverso da quella della farina bianca, avvicinandosi molto più a quella integrale.

Il grano speciale che useremo per preparare la focaccia al kamut, è stato reintrodotto nella nostra alimentazione intorno al 1940. Dagli anni ’70, però, è stato l’agricoltore americano Bob Quinn a registrare il marchio “Kamut®”, al fine di preservare e proporre costantemente le originali caratteristiche organolettiche di questo grano, ma anche la qualità, la genuinità ed il sapore autentico di una volta.

Focaccia al kamut

Infatti, acquistando i prodotti che presentano questo marchio, possiamo avere la certezza che si tratta di un alimento sano, biologico, puro da contaminazioni e non geneticamente modificato. Ma quali sono le principali proprietà nutrizionali di questo alimento? Il kamut è un grano ricco di proteine vegetali, amido e fibre. Contiene inoltre buone quantità di minerali (in particolare di selenio, magnesio, manganese e zinco) e di vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6, E, K e J.

Tutti i benefici di una fetta di focaccia al kamut

Come avrete capito, il kamut è un grano autentico, capace di offrire una grande qualità e una buona varietà di sostanze nutritive. Grazie a queste ultime, questo alimento si rivela perfetto per coloro che soffrono di colesterolo alto e iperglicemia. È stato riscontrato inoltre che il kamut ha tutte le caratteristiche che servono per promuovere la salute del sistema nervoso, in particolare stimolando la produzione di ormoni endocrini, e del fegato, prevenendo il sovraccarico di tossine.

In poche parole, la focaccia al kamut è una merenda e un pasto molto salutare e benefico per il nostro organismo. Pertanto, andiamo a scoprire la lista degli ingredienti e le modalità di preparazione di questa interessante pietanza.

Il Kamut è un cereale vietato ai celiaci

Scrivo volutamente in grassetto questa frase visto che tutti i giorni mi fanno questa domanda e tanti celiaci, grazie al loro medico disinformato, hanno il kamut nella dieta.

Kamut® è un marchio registrato della società americana Kamut International che designa una varietà di grano duro. Il Kamut® è un cereale che contiene glutine e, come tale, è sconsigliato per le persone affette da celiachia.

Ingredienti per 4/6 persone

  • 500 gr farina di kamut
  • 1/2 lt circa di acqua a temperatura ambiente
  • 20 gr lievito di birra
  • 10 gr zucchero
  • 10 gr sale fino
  • 1 dl di olio extravergine di oliva
  • qualche grano di sale grosso rosa dell’Himalaya
  • qualche ago di rosmarino

Preparazione

Per preparare questa gustosa focaccia al kamut, la prima cosa da fare è setacciare la farina. In seguito, incorporate il lievito e mescolate, poi lo zucchero, il sale e l’olio e cominciate ad impastare, aggiungendo tutta l’acqua di cui avete bisogno per ottenere un impasto morbido e lucido. In circa 30 minuti avrete ottenuto un impasto perfetto, che dovrete coprire con un panno umido e lasciare lievitare per un’ora circa.

Dopodiché, ricoprite una teglia con la carta da forno e stendete l’impasto su di essa. Coprite nuovamente la pasta e lasciatela riposare per un’altra quarantina minuti. Poi, accendete il forno a 200 gradi circa e lasciatelo riscaldare. Prima di infornare, condite la pasta con un po’ d’olio d’oliva e qualche grano di sale grosso. Infornate per circa 20 minuti. A fine cottura, cospargete qualche ago di rosmarino sulla vostra focaccia al kamut: il risultato sarà perfetto!

CONDIVIDI SU

Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


25-06-2016
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti