Una carbonara da urlo!! Vi spiego come farla

La carbonara è uno dei piatti più diffusi e popolari della cucina italiana, è anche una di quelle ricette veloci che si possono preparare all’ultimo momento. Non solo, è il mio piatto preferito per eccellenza….potendo la mangerei tutti i giorni. In pratica me la concedo quando sono proprio giù di corda per risollevarmi lo spirito. 

Non per questo però è da prendere sotto gamba, anzi; la vera carbonara, quella preparata a regola d’arte, richiede impegno, una certa pratica e soprattutto materie prime eccellenti.

La Carbonara : un piatto italiano

Il segreto per una buona carbonara sta proprio nella scelta degli ingredienti giusti, tutto deve essere di prima qualità a partire dalla pasta, preferibilmente del tipo lungo, e la pancetta alla quale bisogna prestare particolare importanza in quanto è l’elemento fondamentale per una carbonara ben fatta.

Se siete indecisi su quale pancetta orientarvi, vi do un suggerimento, scegliete la pancetta Collinetta di Marco d’Oggiono, provata, gustata e approvata dalla sottoscritta, è una delle eccellenze italiane in circolazione che mi ha conquistata immediatamente a partire dal suo profumo, un invito ad assaggiarla! Provatela e probabilmente non la lascerete più.

Si tratta di una pancetta di suino italiano depurata dalla sua parte più grassa, arrotolata, cotta e, infine, leggermente affumicata. Il gusto morbido è quello classico e inconfondibile del prosciutto cotto Marco D’Oggiono, cui il grasso della pancetta dà un plus di dolcezza e un sospetto di fumo sul finale.

A differenza di altri tipi di pancetta, questa che vi propongo è l’ideale per essere adoperata in diverse preparazioni in quanto è priva di polifosfati aggiunti e affumicata in modo naturale. In cottura, dunque, non ha un sapore troppo invadente e saporito ma un gusto dolce e avvincente che si fa più rotondo e accattivante. Inoltre, caratteristica importante per un salume, cui v’invito a fare attenzione, è l’assenza di addensanti e gelificanti.

Per un’ottimo piatto ….

Procuratevi gli ingredienti giusti e seguite ricetta e suggerimenti qui sotto per ottenere una carbonara da urlo!

Se poi una carbonara da urlo non vi basta e volete farne una da veri chef, vi do un suggerimento: impiattatela in modo originale. Prendete una fetta intera di pancetta, mettetela al centro del piatto e adagiatevi sopra la pasta, lascerete tutti a bocca aperta, buona e bella, sarà la migliore carbonara di sempre.

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr. di Spaghetti Quadrati Integrali La Molisana (oppure Spaghetti Gluten Free)
  • 100 gr.  di pancetta Collinetta di Marco d’Oggiono
  • 2 tuorli d’uovo freschissimi
  • 50 gr. di parmigiano stagionato 36 mesi grattugiato
  • 2 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • q.b. pepe bianco macinato fresco
  • q.b. sale

Preparazione:

Lessate la pasta in abbondante acqua salata (tenete però conto della sapidità del condimento, che comprende la pancetta e il parmigiano) per il tempo indicato sulla confezione.In un recipiente sbattete i tuorli, mescolandolo al parmigiano e ad un pizzico di pepe.

In una padella antiaderente rosolate la pancetta tesa Marco d’Oggiono con pochissimo olio, fino a renderla lucida, croccante e con la parte grassa trasparente.

Scolate la pasta, saltatela in padella insieme alla pancetta, poi spegnete la fiamma.Versate sugli Spaghetti Quadrati Integrali il composto di uovo e formaggio. Mescolate lentamente e con cura, in modo da distribuire il condimento senza farlo rapprendere.

Questo piatto deve risultare ricco e cremoso, di conseguenza aggiungete un cucchiaio di acqua di cottura della pasta se dovesse risultare troppo denso, dando alla pasta una struttura troppo compatta.

Impiattate e servite il piatto quando è ancora molto caldo.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *