Praline di Cheesecake al Vov : irresistibile!

Praline di Cheesecake al Vov
Commenti: 0 - Stampa

Oggi vi stupiremo con le Praline di Cheesecake al Vov. Quando abbiamo il desiderio di voler stupire i nostri ospiti con qualcosa di insolito ma allo stesso tempo estremamente squisito, possiamo tranquillamente affidarci alla preparazione di questa ricetta che certamente sarà capace di catturare l’attenzione dei palati più fini.

Le praline di cheesecake al Vov sono un dessert davvero originale

Generalmente realizzate a mano a base di cioccolato, in questa versione, che poco a che fare con i classici cioccolatini che ben conosciamo, queste praline sono qualcosa di molto di più che dei semplici dolcetti.

Realizzate con una base di pasta frolla a base di uovo e burro, vengono poi insaporite mescolando la base del preparato con un mix di miele e formaggio e Vov accostando degli aromi interessanti che generano un’esplosione di gusto. Inoltre poi grazie all’alcol presente nel Vov, che raggiunge ben i 17,8%, le praline qui presentate acquisiscono un retrogusto che contrasta alla perfezione la dolcezza degli ingredienti presenti nella ricetta.

Il Vov, un prodotto ricco di storia

Forse non tutti sanno che il Vov è una vera e propria icona della liquoristica italiana con un’interessantissima storia alle spalle. ideato nel 1845 da Gian Battista Pezziol, produttore padovano di torrone che ebbe la splendida idea di questa vincente ricetta.

Il Vov è una bevanda molto energetica e ricostituente, diffusa ormai in tutto il mondo, che ha visto il suo periodo di massima espansione intorno agli anni settanta esordendo durante il secondo conflitto mondiale, periodo in cui la produzione di Vov fu destinata quasi esclusivamente all’esercito.

La versatilità di questa bevanda a base di finissimo marsala ha fatto si che divennero numerosissime le ricette di pasticceria e le bevande a base di questo prodotto. Consumabile, liscio, con ghiaccio, ma anche caldo d’inverno, oppure congelato a modo di granita, il Vov è un ingrediente Italiano che caratterizza moltissime preparazioni delle più disparate donando sempre un tocco personale e inconfondibile.

Le praline di cheescake al Vov sono quindi un dolce davvero ricco di sapori come lo zabaione presente nel VOV, il miele e formaggio, ma al suo interno si nasconde una insospettabile sorpresa, ovvero il cuore di questa ricetta è costituito da un lampone che è collocato al centro. Questo, ma non solo, rende così speciale e indimenticabile questa ricetta di pasticceria che definire vera e propria arte non è un errore. Un ventaglio di sapori indescrivibile che assolutamente consiglio di provare. Ma ora passiamo ad esaminare gli ingredienti necessari e la procedura per la preparazione.

Ed ecco la ricetta per le Praline di Cheesecake al Vov

Ingredienti per 4 persone

Per la Copertura

  • 125 gr farina 00
  • 50 gr zucchero
  • 60 gr burro
  • 1 tuorlo d’uovo

Per il ripieno

  • 80 gr formaggio fresco spalmabile Exquisa
  • 50 ml panna per dolci
  • 30 ml VOV
  • 1 cucchiaio miele
  • 1/2 cucchiaio alginato di sodio
  • q.b. lamponi freschi

Preparazione

Preparare la pasta frolla ponendo in una ciotola gli elementi secchi, come farina e zucchero, ed in seguito il burro a temperatura ambiente, tagliato a cubetti. Dopo aver iniziato ad amalgamare l’impasto, aggiungete il tuorlo.

Lasciar riposare in frigorifero la pasta frolla per 20 minuti.
Stenderla su carta da forno e cuocerla per 15 minuti a 180° forno statico.

Frullare la panna con l’alginato di sodio. Versare il composto in una ciotola dove è stato precedentemente amalgamato il miele con il formaggio spalmabile ed il vov.

Immergere un lampone fresco nel composto di formaggio e panna, e riporlo con delicatezza in una ciotola dove avrete sbriciolato la pasta frolla, così da ottenere dei bocconcini con il cuore di lampone.

Disporre le praline in freezer e tirare fuori 15 minuti prima di servire.

5/5 (581 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Charlotte con crema di castagne

Charlotte con crema di castagne, una deliziosa scoperta

Charlotte con crema di castagne, sapori d’autunno Oggi vi presento la charlotte di castagne (o meglio con crema di castagne), una torta davvero speciale e in grado di conquistare occhi e palato....

budino sbagliato

Il budino sbagliato di Carlo Cracco per stupire...

Il budino sbagliato, quando la creatività incontra la tradizione Il budino sbagliato è una ricetta di Carlo Cracco, il famoso chef stellato ha deciso di interpretare liberamente la ricetta del...

Victoria sponge cake

Victoria sponge cake, un’idea per la Festa dei...

Victoria sponge cake, una delizia della pasticceria anglosassone La Victoria Sponge Cake, come suggerisce il nome, è una specialità della pasticceria inglese. E' conosciuta anche come Victoria...

Torta fredda con Skyr e frutti di bosco

Torta fredda con Skyr e frutti di bosco,...

Torta fredda con Skyr, una variante sui generis della cheesecake La torta fredda con Skyr e frutti di bosco può essere considerata come l’evoluzione della cheesecake. Il procedimento è simile,...

Parrozzo

Il parrozzo, uno golosissimo dolce abruzzese

Il parrozzo, un dolce al cioccolato fuori dall’ordinario. Il parrozzo, detto anche pane rozzo, è un dolce tipico della cucina abruzzese che vanta una lunga tradizione. E’ stato inventato agli...

Torta al pandan

Torta al pandan, un magnifico dessert colorato

Torta al pandan, un’idea per una merenda fuori dal comune La torta al pandan, o pandan cake, è un dolce che rende molto sul piano estetico. Lo potete notare dalla foto, infatti si distingue per...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


18-09-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti