Kedgeree: piatto unico e singolare

Kedgeree
Commenti: 0 - Stampa

Conosci il Kedgeree ? Sfidiamo i più grandi appassionati in cucina a trovare pietanze nuove, golose, che siano ogni giorno in grado di stupire. Eh già, perché, nonostante la nostra dieta sia molto articolata e varia, spesso si ricade nell’abitudine, e si finisce in un modo o nell’altro, ed a dispetto dei vari tentativi di consacrare piatti nuovi, col portare a tavola sempre le stesse preparazioni.

Eppure esistono davvero dei piatti golosi e sorprendenti, in grado di portare letizia e curiosità già solo nel presentarli a tavola.

Oggi vogliamo descrivere un piatto atipico, che sposa tra i più genuini ingredienti che la nostra alimentazione conosca: riso e pesce, un’osmosi di gusto dall’abbinamento davvero speciale, che fa di questo piatto unico una bella novità nel background della nostra cucina italiana.

Riso: mangiamolo con gusto

Noto per la sua elevata digeribilità e per la sua ottima capacità di regolare la flora intestinale, il riso rappresenta l’ingrediente magico che più di altri meriterebbe di essere ostentato sulle nostre tavole.

E’ lapalissiano come esso dovrebbe essere privilegiato da tutti, specie dagli anziani e dai bambini, ma non sempre esso è del tutto gradito, soprattutto a questi ultimi.

Ecco dunque trovata una strategia in grado di favorirne il consumo partendo già dalla sua gradevolezza estetica, che, a monte lo rende appetibile.

Bella idea quella di abbinare il riso con il merluzzo e le aringhe affumicate: tripudio di sapore, perché il riso, nonostante la sua genuinità, ammettiamolo, non gode certo della fama di cibo succulento e gustoso.

Merluzzo: il pesce dei bambini

Il merluzzo gode di una caratteristica particolare vera ed attuale come non mai: quella di essere particolarmente indicato per i bambini.

Difficile far mangiare ai più piccoli questo pesce, e non certo a motivo del suo sapore, che resta tra i più delicati e dolci che la nostra cucina conosca, ma ecco che, unito al riso ed ad altri ingredienti particolarmente amati dai più piccoli, come le uova sode ad esempio, diventa un piatto piacevole anche per questi ultimi.

Piacevole ma ricercato allo stesso tempo possiamo dire, visto che esso si riveste di eleganza, potendo di buon grado rappresentare un piatto destinato a fare successo sulle nostre tavole anche in presenza di ospiti.

Non ci resta dunque che conoscere ingredienti e preparazione di questo piatto sui generis e, specie negli ultimi anni, tanto apprezzato, soprattutto nel mondo del gluten free.

Ed ecco la ricetta del Kedgeree

Ingredienti per 4 persone

  • 350 g di merluzzo affumicato sfilettato e senza pelle
  • 250 g di filetti di aringa affumicata senza pelle
  • 60 g di riso selvatico
  • 125 g di riso integrale
  • 60 gr. di burro chiarificato
  • 1 cipolla tritata
  • 2 cucchiaini di curcuma
  • 2 uova sode tagliate a spicchi
  • succo di 1/2 limone
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • 4 pomodorini
  • 155 mI di panna acida
  • sale e pepe

Preparazione

Fate bollire il merluzzo a fuoco bas­so per 10-12 minuti in 625 rnl di ac­qua, poi toglietelo dalla pentola con un mestolo forato e sfaldatelo. Con­servate il liquido di cottura.

Mettete il riso selvatico in un pentolino, versa­tevi sopra il liquido di cottura del pe­sce, portate a ebollizione e lasciate bollire per 15 minuti. Aggiungete il riso integrale e 1/2 lt. di acqua. Coprite, fate riprendere il bollore e lasciate bollire per altri 25 minuti, poi scolate il riso.

Sciogliete il burro in un’ampia padella e soffriggetevi dol­cemente la cipolla finché appassisce e diventa trasparente.

Aggiungete la curcuma e il riso e soffriggete per altri 2- 3 minuti.

Unite il merluzzo, le arin­ghe, il succo di limone, il prezzemolo, la panna acida e ri­scaldate il tutto senza però cuocere ulteriormente. Salate e pepate se­condo il vostro gusto.

Servite il ked­geree caldissimo, guarnito da spicchi di pomodorini,  prezzemolo e gli spicchi di uova sode.

5/5 (349 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Zuppa messicana con tortillas

Zuppa messicana con tortillas, una meraviglia piccante

Zuppa messicana con tortillas, un piatto Tex-Mex La zuppa messicana con tortillas è una zuppa molto diversa da quelle della tradizione mediterranea. In primis sono diversi gli ingredienti, infatti...

Coulibiac di salmone

Coulibiac di salmone, una meraviglia della cucina russa

Coulibiac di salmone, una torta salata di origine russa Il coulibiac di salmone è un'istituzione in Russia e nei paesi limitrofi. Infatti è uno dei piatti tipici più antichi. Si narra che sia...

overnight oatmeal

Overnight oatmeal, una colazione molto particolare

Overnight oatmeal, un’idea per una colazione diversa L’overnight oatmeal è una preparazione della tradizione anglosassone, che sta riscuotendo un certo successo pure dalle nostre parti. Anche...

Hawaiian Guava Cake

Hawaiian Guava Cake, un dolce dal sapore esotico

Hawaiian Guava Cake, un dolce tra sperimentazione e tradizione L’Hawaiian Guava Cake è l'ideale per stupire i propri invitati con una torta che, pur conservando caratteristiche della pasticceria...

Dalgona Coffee

Dalgona Coffee, un dessert fuori dall’ordinario

Dalgona Coffe, una variante ai ceci Il Dalgona Coffee è una ricetta americana, ma non esattamente legata a particolari tradizioni in quanto diffusa solo di recente. Si tratta di un dessert molto...

Pancho cake

Pancho cake, delizioso dolce dalla Russia gluten free

Il pancho cake, un delizioso dolce della tradizione russa La pancho cake è una ricetta della tradizione russa, in realtà frutto della commistione con la cucina francese. Ciò non deve stupire in...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


12-09-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti