Zuccherini alla menta , un’ottimo digestivo

Zuccherini alla menta
Commenti: 0 - Stampa

Oggi parliamo degli  Zuccherini alla menta.  Avete appena finito di servire una cena perfetta. Adesso avete bisogno di un’idea per un bel digestivo. Cosa ne dite degli zuccherini alla menta? Oggi voglio guidarvi alla scoperta delle loro proprietà e dei processi necessari a prepararli.

I benefici della menta

La menta è una pianta i cui benefici sono conosciuti e apprezzati da tantissimo tempo. Erba aromatica utilizzata in cucina e per la cura della persona ormai da secoli, la menta è parte radicale della storia dell’alimentazione ed è caratterizzata dalla presenza di diversi tipi di principi nutritivi.

Posso cominciare ricordando il contenuto di vitamine dei gruppi A, B e C, D, senza dimenticare quello di minerali come il potassio, il sodio e il manganese. Le proprietà della menta riguardano in primo luogo un’ottima azione antisettica, oltre a un efficace effetto antispasmodico, perfetto per chi ha problemi all’apparato gastrointestinale e tende a far fatica a digerire.

Gli usi della menta in cucina davvero non si contano: la tisana può rappresentare una validissima alternativa per stimolare digestione e diuresi e il collutorio una soluzione perfetta contro l’alito cattivo.

La natura ci ha fatto tantissimi regali e la menta è senza dubbio uno dei più preziosi!

Parliamo delle bacche di vaniglia

Gli zuccherini alla menta sono speciali non solo per la presenza di questo straordinario ingrediente principale, ma anche per il fatto di essere aromatizzati con scorze di arance e limoni, oltre che con cannella, bacche di ginepro e bacche di vaniglia.

Vi siete mai fermati a pensare alle più importanti proprietà della vaniglia? Tra quelle maggiormente rilevanti è possibile includere il potere antisettico, oltre alla validissima influenza rilassante, che rende la sua assunzione particolarmente indicata quando si tratta di calmare stati di stress.

Discutere delle proprietà della vaniglia significa chiamare necessariamente in causa la vanillina, un polifenolo celebre per le sue proprietà antiossidanti e per il contrasto all’azione dei radicali liberi, nemici giurati della bellezza della pelle e del tono dei tessuti.

Le bacche di vaniglia, gustose e leggerissime (un singolo baccello contiene circa 20 kcal), sono quindi un complemento perfetto per accompagnare il sapore importante della menta e per rendere questi zuccherini un’alternativa speciale per concludere una cena sostanziosa, magari sorseggiando un liquore alla genziana o alla liquirizia.

Quanto tempo ci vuole per preparare gli zuccherini? Venti rapidissimi minuti per portare in tavola una raffinatezza che lascerà i vostri ospiti a bocca aperta e renderà le vostre cene indimenticabili.

Gli zuccherini spiritosi sono una bella idea per un digestivo alcolico da preparare ora, per poi concludere i pranzi delle feste. La preparazione è molto semplice: gli zuccherini (zollette di zucchero) sono aromatizzati con erbe aromatiche o agrumi, ricoperti di alcool, e lasciati riposare un mesetto.

Ed ecco la ricetta degli Zuccherini alla menta

Ingredienti :

  • 300 gr di zollette di zucchero
  • 300 ml di alcool alimentare 95° per liquori
  • Aromi: menta, scorze di arancia o limone, bacche di ginepro, stecca di cannella, bacca di vaniglia, liquirizia, caffè, anice stellato, chiodi di garofano etc. etc.

Preparazione:

Sterilizzate i vasetti, le guarnizioni e i coperchi. Uno volta lavati e sciacquati avvolgete i vasetti con dei teli puliti e adagiateli in una pentola. Riempite fino a coprire il tutto e fate bollire per circa mezz’ora.

Lasciate raffreddare e adagiateli su di un panno pulito a testa in giù ad asciugare

Una volta pronti con la pinza formate degli strati di zollette all’interno dei vasetti e alternate con gli aromi che avete scelto. Ricoprite con l’alcool fino a coprire il contenuto e chiudete ermeticamente i vasetti

Conservali in un luogo pulito e asciutto per circa un mese prima di consumarli.

Al momento di consumarli si consiglia di prendere le zollette con un cucchiaio e dargli fuoco e quando l’alcool è evaporato mangiarle.

5/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Miele di ulmo

Miele di ulmo, il dolce nettare del Cile

Un focus su un miele davvero particolare Il miele di ulmo non è un miele come tutti gli altri. In primis perché è legato strettamente a una specifica cultura agroalimentare, ossia quella cilena....

zucchero di dattero

Lo zucchero di dattero è il dolcificante più...

La storia dello zucchero di dattero Lo zucchero di dattero è un alimento decisamente esotico, almeno per gli standard europei. Eppure si sta lentamente diffondendo anche in questa parte del mondo,...

zucchero di sciroppo di acero

Alla scoperta dello zucchero di sciroppo di acero!

State cercando un ottimo dolcificante?. Alla scoperta dello zucchero di sciroppo di acero!. Al giorno d’oggi, grazie a una maggiore consapevolezza, sono moltissime le persone che decidono di...

Miele di timo

Miele di timo : proprietà e benefici e...

Si fa presto a dire timo: questo piccolo, resistente arbusto conta numerose specie, non solo aromatiche e virtuose in erboristeria, ma anche ornamentali in orti, terrazze e giardini. Ricordiamo il...

Miele di avocado

Miele di avocado dalle notevoli proprietà

Incredibilmente, esiste anche il miele di avocado - un frutto di cui non ci sarebbe mai venuto in mente il fiore! Invece, si chiama così il miele ottenuto proprio dal nettare dei fiori di avocado...

Miele di coriandolo

Raro e insolito: Miele di coriandolo

Eccome un altro dei rari e insoliti: il miele di coriandolo è tra questi perché il polline da cui proviene è quello di una pianta annuale di popolarità recente e di disponibilità tuttora non...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


09-04-2015
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti