La celiachia nei bambini

La celiachia nei bambini è un disturbo molto diffuso in Italia. Questa patologia, infatti, non affligge solo gli adulti ma si manifesta anche nei bambini, arrecando fastidi sin dai primi mesi di vita di un neonato. Non è facile, però, per genitori e medici ricondurre subito alla celiachia i disturbi che il bambino presenta, poiché la sintomatologia non è chiara e precisa e può essere confusa con altre malattie.

Cos’è la celiachia 

La celiachia, è un’intolleranza permanente al glutine, ciò significa che non ci sono possibilità di guarigione. Inoltre la celiachia nei bambini ha una base genetica, quindi tende a manifestarsi in quei soggetti geneticamente predisposti. La celiachia rientra anche fra le malattie autoimmuni, ciò significa che il glutine ingerito viene respinto dall’intestino che lo considera nocivo. Ogni volta che un bambino ingerisce il glutine il sistema immunitario reagisce in modo errato e viene danneggiato l’intestino.

Sintomatologia

I primi segnali della celiachia nei bambini emergono nella fase dello svezzamento, cioè quando vengono introdotti nella dieta altri alimenti oltre il latte quali pastina, biscotti e tutte quelle pietanze contenenti glutine. In una prima fase il bambino mostra un malessere generale che si protrae nel tempo senza mai dare segnali positivi: il piccolo soffre di diarrea e vomita spesso dopo aver ingerito cibo.

Inoltre il bambino è nervoso, irascibile e durante la notte piange e dorme poco. Così l’ansia e le preoccupazioni dei genitori aumentano e alcuni di loro pensano addirittura che i loro figli siano affetti da gravi patologie o da altri problemi perché si accorgono che, col passare del tempo, la condizione del bambino non migliora.

Molto spesso nemmeno i pediatri, in prima battuta, sono in grado di identificare nella celiachia la causa del malessere dei piccoli. Ha così inizio il pellegrinaggio presso specialisti e ospedali per risalire all’ origine della patologia di cui soffre il bambino.

Altri sintomi possono essere:

  • arresto della crescita
  • scarso sviluppo del tono muscolare
  • eccessivo dimagrimento in breve tempo

La celiachia ha anche ripercussioni sul piano psicologico, oltre che su quello fisico. Il bambino è scontroso, assente, apatico, non sorride, rifiuta il gioco e la compagnia dei coetanei.

shutterstock_118087417

Diagnosi

L’ unica mossa possibile rimane quella della diagnosi precoce, con la quale il bambino evita di incorrere in futuro in altre patologie. Oltre al tradizionale prelievo di sangue, l’esame più sicuro per scoprire la celiachia nel bambino è la biopsia intestinale. Quest’ultimo è un esame invasivo ma il bambino è sottoposto ad una anestesia locale per sedarlo e viene utilizzato un sondino molto più piccolo e sottile rispetto a quello usato per gli adulti. L’esame consiste nel prelevare una piccolissima quantità di mucosa intestinale per analizzarla.

Dieta e stile di vita 

Per evitare i disturbi provocati dalla celiachia nei bambini è fondamentale eliminare il glutine dalla dieta, seguire un’alimentazione sana e un stile di vita attivo e sereno, così da sostituire sin da subito nella vita del piccolo i cibi a base di glutine con altri alimenti. In questo modo già in età adolescenziale il ragazzo avrà imparato a fare a meno del glutine senza molti sacrifici.

In questa situazione i genitori giocano un ruolo importantissimo. E’ fondamentale che si attivino per informare del problema l’asilo e tutte le strutture frequentante dal piccolo in modo da evitare spiacevoli inconvenienti. Dal punto di vista morale è bene che responsabilizzino il bambino senza però ingigantire la sua condizione e soprattutto senza farlo sentire diverso e limitarlo nella vita quotidiana.

L’importante è non scoraggiarsi e non percepire la celiachia come una malattia vera e propria per non permetterle di limitare i piccoli piaceri quotidiani legati alla tavola. Con un po’ di buona volontà e qualche piccolo accorgimento, i celiaci possono godere di una buona qualità di vita.

 

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *