bg header
logo_print

Ricetta veloce per cucinare il Risotto con cavolo rosso

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Risotto al cavolo rosso
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 40 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
3.4/5 (10 Recensioni)

Ricetta veloce per cucinare il Risotto con cavolo rosso . E’ un primo piatto adatto a tutti ma in particolare per chi è intollerante al glutine e al lattosio.  il riso è uno degli alimenti che gli sono consentiti in quanto privo di tale sostanza.

Questo piatto è ideale per tutta la famiglia e un buon risotto piace sempre e vorrei svelare dei piccoli segreti per una buona riuscita di questo piatto,  tanto amato…

Ricetta Risotto al cavolo rosso

Preparazione Risotto al cavolo rosso

Per la preparazione iniziate e mondate, lavate e tagliate il cavolo rosso a fettine. Fatelo scottare con un filo d’olio per circa 20 minuti a pentola coperta. Se necessario aggiungete del brodo vegetale . Quando è cotto frullatelo con il mixer, fino ad ottenere una crema omogenea.

Rosolate lo scalogno in poco olio e unite il riso. Tostate bene per alcuni minuti rigirandolo spesso e iniziare ad aggiungere il brodo vegetale bollente, un mestolo alla volta, fino a cottura del riso.

Volendo prima di aggiungere il brodo potete sfumare con del vino bianco o del vino rosso e una volta che è evaporato aggiungete il brodo. Poco prima che il riso sia cotto aggiungere la crema di cavolo rosso e aggiustate di sale e pepe.

Terminare la cottura del risotto lasciandolo abbastanza morbido. Mantecate con una noce di burro e del buon parmigiano grattugiato servite immediatamente. La mantecatura  renderà il risotto più morbido e corposo.

Ingredienti Risotto al cavolo rosso

  • 320 g di riso Carnaroli
  • 400 gr di  cavolo rosso
  • 1 scalogno tritato
  • 80 gr di parmigiano reggiano stagionato 36 mesi
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 20 gr. di burro chiarificato
  • 2 lt circa di brodo vegetale
  • un pizzico di sale e pepe

Il primo è  la qualità del riso: è sempre meglio utilizzare quello  proveniente da coltivazione biologica.

Il secondo è il tegame : io preferisco quello di terracotta da mettere sul fuoco su una retina frangifiamme, che permette una cottura uniforme, per il riso è importante che il riscaldamento avvenga in modo graduale ed uniforme.

Il terzo  è il cucchiaio di legno  per rimestarlo onde evitare che il metallo del cucchiaio, a contatto con il riso, ne faccia uscire l’amido, rovinando così la cottura del risotto, che deve essere più che perfetta,

Ricordiamoci poi  di rimestare  il risotto dall’interno all’esterno  perché cuoce più velocemente nell’area esterna del tegame.

riso cavolo rosso ver

I segreti per un buon risotto

Altro fattore determinante  per la riuscita di un buon risotto è quella del brodo che a seconda degli ingredienti che compongono la ricetta può essere vegetale, di carne o di pesce, e che  deve essere sempre di ottima qualità.

Va ricordato poi che il riso va spento pochi minuti prima del termine della cottura che avviene così a fuoco spento con l’aggiunta di burro o olio e formaggio grattugiato fresco; questa fase è chiamata mantecatura è il momento in cui i sapori si amalgamano, il riso si gonfia e la cottura è ultimata.

La mantecatura migliore è quella all’onda  cioè, quella in cui  il riso non è liquido ma non è neppure duro, morbido, appunto,  come un’onda…

Ecco la ricetta del Risotto al cavolo rosso. Il cavolo rosso è conosciuto anche come crauto rosso o verza viola o verza rossa. E’ molto simile al cavolo cappuccio. E’ un piatto moto bello da portare a tavola proprio per il suo colore particolare che lo rende unico

Ricette con cavoli ne abbiamo? Certo che si!

3.4/5 (10 Recensioni)
Riproduzione riservata

2 commenti su “Ricetta veloce per cucinare il Risotto con cavolo rosso

  • Gio 28 Feb 2019 | Giusepoa Maccarrone ha detto:

    Facile e buonissimo graxie x la ricetta buona giornata

    • Gio 28 Feb 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Grazie!!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

carbonara vegana

Carbonara vegana, un piatto audace ma squisito

Come sostituire la salsa di uova Quando si prepara una carbonara vegana la prima sfida è la sostituzione delle uova, d’altronde sono proprio queste a rappresentare l’ingrediente principale...

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...