Crostata salsiccia e cavolo romanesco e fai felice tutta la famiglia

Tempo di preparazione:

Uno degli ingredienti di questa ottima crostata è il cavolo romanesco.

Il cavolo romano o romanesco (Brassica Oleracea)  appartiene alla famiglia dei cavolfiori; nonostante abbia  i tempi di cottura inferiori rispetto al cavolo bianco, ne ha  tutte le proprietà benefiche  e  nutrizionali.

Esteticamente molto bello da vedere ha la testa appuntita a forma di piramide, di colore verde chiaro brillante, formata da tante piccole rosette che sembra la decorino.

Le rosette, che si ripetono regolarmente  tra di loro,  sono perfette nella loro forma piramidale e sono facilmente separabili tra di loro.

Il cavolo romanesco ha il gusto dolce che ricorda quello di pinolo o  di noce, il sapore carico ma nel contempo  delicato e il profumo intenso.

Coltivato in tutta la campagna romana dove è coltivato fin dai tempi più antichi lo troviamo in  commercio dal mese di ottobre ad aprile.

La base per questa deliziosa crostata salata è la pasta brisè light, dal basso valore energetico.

Ora passiamo alla ricetta e… buon appetito!!!

Ingredienti:
  • 1 rotolo di pasta sfoglia senza glutine Buitoni
  • 250 gr ricotta
  • 1 uovo
  • 1 cavolo romano piccolo
  • 2 salsicce
  • 80 gr di parmigiano reggiano
  • 1 spicchio aglio
  • q.b. olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale

Preparazione:

Lavate il cavolo e dividetelo in cimette e fate lessare per circa 10 minuti.

In una padella fate rosolare dell’aglio tritato con qualche goccio d’olio e la salsiccia tritata con la mezzaluna.
In una ciotola lavorate la ricotta, l’uovo, il parmigiano e alla fine salate.
Stendete la pasta sfoglia e adagiatelo in una teglia foderata da carta forno. Riempite con il cavolo romano, la salsiccia e coprite il tutto  la crema di ricotta, distribuendola bene con l’aiuto di un cucchiaio.
Sistemate i bordi ripiegandoli verso l’interno e  cuocete in forno caldo a 180° per 30 minuti. Prima di estrarre la torta dalla teglia, lasciatela riposare fuori dal forno per una decina di minuti.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *