Muffins ai mirtilli

Tempo di preparazione:

Oggi ho preparato dei deliziosi muffins ai mirtilli. Ogni occasione senza lattosio. Il lattosio: croce e delizia dell’apparato digerente

Essere intolleranti al lattosio è più normale di quello che si pensi: nel mondo il 30% delle persone è intollerante a questa sostanza.

Amato ed utilizzato da molti a colazione nella sua veste più semplice, quella del latte, altri non potrebbero farne mai a meno quando diventa formaggio, altri ancora non resistono alla tentazione di gustarlo nelle merende estive sotto forma di gelato.

Eppure non sono pochi anche gli italiani che non riescono a digerirlo bene e che devono fare i conti con un malassorbimento o con un’intolleranza.

Nello specifico si tratta di una reazione indesiderata da parte dell’organismo in seguito all’assunzione di latte e derivati, che non va confusa però, con l’allergia al latte.

Scopriamo insieme le cause

Le cause dell’intolleranza al lattosio possono essere sia di tipo genetico che derivate da stati infiammatori dell’intestino.

Il nostro intestino produce di norma una proteina, l’enzima lattasi, indispensabile per la digestione del lattosio. Quando tale proteina  non è presente in quantità sufficiente nel nostro organismo ,il lattosio si accumula nell’ intestino. Questo zucchero digerito viene attaccato dalla flora batterica e, fermentando, origina gas che causa gonfiore e tensione addominale.

Lo zucchero accumulato nell’intestino, determina inoltre un aumento di acqua che rende le feci molli e provoca, nei casi più gravi, diarrea. Nella maggior parte dei casi gli studi hanno dimostrato che  l’intolleranza al lattosio è dunque riconducibile ad una carenza fisiologica di questo enzima  specifico, il lattasi, con conseguente accumulo intestinale di lattosio che non viene perciò digerito.

Vediamo alcuni casi di intolleranza al lattosio

L’intolleranza al lattosio può manifestarsi a causa di una mancanza fin dalla nascita dell’enzima lattasi ed emerge quando il bambino assume il latte la prima volta. Questa è in realtà un’evenienza molto rara, è bene dunque  non confondere l’intolleranza al lattosio con l’allergia alle proteine del latte vaccino, condizione più frequente durante i primi mesi di vita del bambino.

Più frequentemente  si manifesta nell’età prescolare-scolare, quando l’attività dell’enzima lattasi si riduce progressivamente.              

Tale intolleranza si può manifestare inoltre anche a causa di diarrea acuta infettiva: in questo caso  è di tipo transitorio e regredisce nel giro di 3-4 mesi.

Intolleranza al lattosio: sintomi e diagnosi

I sintomi  più noti relativi all’intolleranza al lattosio si verificano a livello gastrointestinale: si presentano entro poche ore dall’ingestione di latte o di cibi che contengono significative quantità di lattosio e si manifestano con meteorismo (pancia gonfia), dolori addominali, diarrea e altri disturbi intestinali. Esperti in Medicina Interna sostengono che non tutti gli intolleranti al lattosio accusano gli stessi sintomi subito dopo aver bevuto latte o mangiato latticini, in alcune persone possono presentarsi solo alcuni ed essere più o meno intensi. L’entità dei disturbi dipende infatti dalle quantità di latte ingerito.

Attraverso un test a respiro, noto come H2 Breath test lattosio si può capire se questi problemi sono davvero associati a un malassorbimento o all’intolleranza distinzione davvero importante per evitare di eliminare erroneamente i latticini dalla dieta, andando incontro a carenze nutritive.

Ingredienti per l’impasto:

  • 150 gr. di farina,
  • 70 gr. di zucchero di canna,
  • 1 cucchiaino di zucchero vanigliato,
  • 1 uovo,
  • 1 bicchiere di latte di riso,
  • 50 gr. di burro chiarificato fuso,
  • 1 cucchiaino di bicarbonato,
  • scorza di limone grattugiata
  • 1 vaschetta di mirtilli freschi
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

Preriscaldate il forno a 200°C. Imburrate gli stampini.

In una ciotola mescolate la farina, lo zucchero, il sale, e il bicarbonato.  In un’altra ciotola mescolate il burro, l’uovo, il latte e la scorza di limone.

Unite  gli alimenti secchi da quelli liquidi e mescolateli con un cucchiaio di legno. Come ultimo ingrediente incorporate i mirtilli.

Con questo composto riempite gli stampini fino a 2/3. Cospargete con un po’ di zucchero e infornate per circa 25 minuti.

 

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *