bg header
logo_print

Vellutata di broccoli e patate, un buon piatto caldo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Vellutata di broccoli e patate
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 30 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
3.4/5 (5 Recensioni)

Vellutata di broccoli e patate: Il comfort food ideale per le giornate fredde

Quando le temperature iniziano a calare e i giorni si accorciano, cosa c’è di meglio di una cremosa e calda vellutata per scaldare il corpo e l’anima? La vellutata di broccoli e patate è la risposta perfetta: un connubio di ingredienti semplici che, combinati insieme, danno vita a un piatto saporito, nutriente e incredibilmente confortante.

Nonostante non abbia origini storiche specifiche, le vellutate rappresentano da sempre una soluzione ideale per chi cerca un piatto sano e sostanzioso. I broccoli, ricchi di vitamine, minerali e antiossidanti, si sposano perfettamente con la consistenza delle patate, creando una crema densa e avvolgente.

Ricetta Vellutata di broccoli e patate

Preparazione Vellutata di broccoli e patate

Iniziate la preparazione della vellutata pelando le patate e tagliandole a cubetti.

Dopo aver raschiato e lavato le carote, tagliatele a rondelle. Affettate sottilmente lo scalogno e l’aglio. Lavate i broccoli e suddivideteli in cimette.

In una pentola antiaderente, rosolate lo scalogno e l’aglio nell’olio extravergine d’oliva.

Aggiungete un pizzico di sale e versate il brodo. Lasciate cuocere per circa 10 minuti prima di incorporare i broccoli, le patate e le carote. Continuate la cottura per altri 20 minuti, o fino a quando le verdure saranno tenere. Regolate di sale a piacere.

Una volta cotta la verdura, rimuovete la pentola dal fuoco e frullate tutto con un frullatore ad immersione fino a ottenere una crema liscia e omogenea.

Servite la vellutata ben calda. Abbinatela a crostini di pane tostato per un tocco croccante. Per arricchire il sapore, spargete del timo tritato sulla superficie.

Completate con un filo di olio a crudo, semi tostati come quelli di zucca o girasole, e per i palati più esigenti, aggiungete un cucchiaio di formaggio cremoso o pezzetti di pancetta croccante.

La vellutata di broccoli e patate, con la sua texture vellutata e il suo sapore ricco e avvolgente, rappresenta il comfort food per eccellenza. Facile da preparare, questo piatto conquista grandi e piccini, rendendo ogni serata invernale un momento speciale da condividere in compagnia. Buon appetito!

Ingredienti Vellutata di broccoli e patate

  • 800 gr. di broccoli
  • 3 patate
  • 2 carote
  • 1 scalogno
  • 1 lt. di brodo vegetale
  • 1 cucchiaio di timo tritato
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale 

Vellutata di broccoli e patate. Cosa c’è di meglio di una buona zuppa calda d’inverno per riscaldarci? Avete mai provato la vellutata di broccoli e patate? È un abbinamento perfetto con un gusto tutto suo. Queste due verdure sono ricche di benefici per l’organismo e andrebbero consumate regolarmente. Vediamo perché…

I broccoli, come il cavolfiore e i cavoletti di Bruxelles, combatte il cancro e potenzia le difese immunitarie. È un potente antiossidante con una gran quantitativo di vitamina C e flavonoidi, oltre al betacarotene, alla luteina e alla zeaxantina. I broccoli sono ricchi di fibre che eliminano il colesterolo dal corpo.

Le fibre poi aiutano a digerire, prevengono la costipazione, mantengono i livelli di zuccheri nel sangue e v’impedisce di mangiare troppo. In più, i broccoli hanno proprietà antinfiammatorie che permettono di prevenire o persino guarire da alcuni danni legati alle pareti dei vasi sanguigni. Sicuramente vi lascerà a bocca aperta, ma i broccoli contengono le proteine di una tazza di riso o mais ma con metà calorie.

Una vellutata tutta da gustare

Il broccolo è strettamente imparentato con il cavolfiore, con i cavolini di Bruxelles e con i broccoli ramosi. La sua coltivazione nella forma attuale è stata iniziata in Italia: gli Etruschi o i Romani l’avevano ottenuto dal cavolo, come poi in seguito il cavolfiore è stato ottenuto dal broccolo per selezione genetica. Il broccolo produce un’unica infiorescenza globosa, compatta, simile a quella del cavolfiore ma generalmente colorata, in verde oppure violetto. Si raccoglie specialmente nel periodo che va da ottobre a maggio.

Scegliete piante con fiori compatti, ben chiusi e con gambi sodi, di colore verde chiaro. Evitate quelle con fiori aperti, gialli, che indicano un’eccessiva maturazione. Per la conservazione avvolgetelo in sacchetti di plastica e conservatelo in frigorifero. Consumatelo entro 3-5 giorni.

I broccoli sono ricchi in vitamina C; contengono inoltre vitamina A, tiamina, riboflavina, calcio e ferro, e sono una buona fonte di fibra alimentare.

Esiste anche il Broccolo ramoso (o cavolbroccolo) Il nome broccolo deriva da “brocco”, che vuol dire germoglio, virgulto, e tale nome è da mettere in relazione con le ramificazioni florali disordinate che, una volta tagliate, hanno la capacità di produrre nuovi germogli teneri, detti broccoletti, che con l’avanzare della vegetazione tendono a fiorire. Il broccolo ramoso (Brassica rapa, varietà esculenta) produce molte piccole infiorescenze che vengono tagliate con un buon pezzo di gambo e poi vendute a mazzetti. Si raccoglie soprattutto in autunno-inverno, da ottobre ad aprile. Scegliete broccoli con fiori compatti, di un bel colore verde e con foglie tenere.

È stato dimostrato che i broccoli riducono le reazioni allergiche e le infiammazioni per il contenuto di acidi grassi omega 3. Mantengono inoltre in salute le ossa perché hanno alti livelli di calcio e vitamina K, entrambi importanti per la prevenzione dell’osteoporosi.

E che dirvi delle patate?

Le patate sono una delle fonti migliori di amido, vitamine, minerali e fibre e hanno davvero pochi grassi. Per via delle fibre contenute, evitano la stitichezza, diminuiscono l’assorbimento di colesterolo e abbassano quello cattivo LDL presente nel sangue. In più, proteggono da polipi e cancro al colon.

E non è finita qui: aiutano a mantenere normali i livelli di zucchero nel sangue, quindi potete consumarle anche se siete diabetici. I tuberi hanno vitamine del gruppo B e C. Quest’ultima aiuta contro le infezioni e i radicali liberi. Per quanto riguarda i minerali, potete trovare ferro, manganese, fosforo, rame e potassio. I flavonoidi contenuti nelle patate inoltre hanno proprietà anti-tumorali e che proteggono il cuore in quanto antiossidanti.

In sostanza, broccoli e patate sono buoni e sani. Potete mangiarli in tanti modi diversi ma questa vellutata è ottima e adatta per l’inverno. Gustatela calda con dei crostini oppure anche da sola per sentire solo il sapore delle verdure.

Ora che conosciamo bene tutte le proprietà dei broccoli e delle patate, vediamo la ricetta della vellutata di broccoli e patate, una delizia tutta salute ideale da gustare coi propri cari.

Ricette con broccoli ne abbiamo? Certo che si!

3.4/5 (5 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Spaghetti con asparagi e totani

Spaghetti con asparagi e totani, un primo tra...

Cosa sapere sugli asparagi viola I protagonisti di questa ricetta, nonché gli ingredienti che la valorizzano maggiormente, sono gli asparagi viola. Rispetto agli asparagi classici non si...

Gazpacho di pesche (

Gazpacho di pesche, una ricetta dolce e aromatica

Quale pesche utilizzare per questo gazpacho? Per questo particolare gazpacho di pesche vi consiglio di utilizzare le pesche gialle. Sono le pesche più dolci, e quindi in grado di spiccare in mezzo...

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...