Risotto con lenticchie , nutrimento e gusto

Tempo di preparazione:

Una combinazione perfetta di nutrimento e gusto: il risotto con lenticchie

Questa ricetta del risotto con lenticchie la dedico a Marco Zamperini (#funkyprofessor), che non ho mai conosciuto di persona, ma che da qualche giorno è come se lo conoscessi da sempre… Mi ha sconvolto sapere come la vita possa sfuggirci dalle mani e, da quando ho letto le parole che ha scritto Paola, non faccio altro che pensarci.

Alcune di quelle frasi c’è le scambiamo anche io e mio marito dopo più di 30 anni di matrimonio:

Invecchierai con me?
Mi hai risposto che noi eravamo già vecchi.
No, vecchi si è a settant’anni, non a cinquanta. Ti ho risposto io.

Ma io non lo so, se ci arrivo a settant’anni.
Lo sai che sono dispettosa, potrei morire prima di te. Lo so, mi hai risposto tu ridendo.

E’ incredibile……. quanto a volte si è molto simili senza saperlo.

Ecco cosa è successo…

Paola, come una stupida ho pianto per ore pensando a te e alle tue ragazze e a come cambia la vita in pochi attimi. Non prendermi per stupida te ne prego… So che sei una donna incredibilmente forte e positiva, ma sono momenti difficili da gestire e conta pure su di me…. So che non lo farai mai e non chiederai mai aiuto a nessuno, ma sappi che tante persone sarebbero pronte a darti un aiuto concreto. Io ci sono!

Perciò, ho scelto di pubblicare la ricetta del risotto con lenticchie con l’auspicio di un po’ di fortuna! Infatti, questi legumi sono portati in tavola al cenone di San Silvestro, proprio per questo motivo. Tuttavia, non dobbiamo dimenticare che sono ottime persino da un punto di vista della nutrizione e questo ovviamente non guasta!

Venivano coltivate in Asia moltissimo tempo fa, ovvero nel 7.000 a.C. Ad oggi risultano molto apprezzate in tutto il mondo. Le lenticchie offrono proteine e fibre in quantità; minerali quali magnesio, potassio, calcio, fosforo, selenio, ferro, zinco, manganese e rame; e ottime dosi di vitamina A, B1, B2, B3, B4, B6, B9, C, E, K, J, folati e beta-carotene.

Le proprietà del risotto con lenticchie

Questo primo piatto è sostanzioso e può essere proposto anche come un piatto unico. Secondo le ricerche, grazie ai legumi protagonisti della ricetta, possiamo portare in tavola valide proprietà antitumorali e antiossidanti e benefici riguardanti i livelli di colesterolo e zucchero nel sangue, il sistema nervoso e la muscolatura.

Il risotto con lenticchie è ottimo anche per chi soffre di anemia, per le donne in gravidanza e per la prevenzione dell’arteriosclerosi… Insomma, è un gustoso toccasana!

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr. di riso carnaroli Riserva San Massimo
  • 150 gr. di lenticchie di Castelluccio
  • 30 gr. di parmigiano grattugiato stagionato 36 mesi
  • uno scalogno
  • 1 lt brodo vegetale
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. sale

Preparazione

In un recipiente pieno d’acqua mettete in ammollo le lenticchie una notte intera.

Sciacquate e sgocciolate le lenticchie e mettetele in una pentola con acqua fredda fino a coprirle, portatele ad ebollizione e fatele cuocere per circa mezz’ora.

Sgocciolate tenendo da parte il liquido di cottura.

In un tegame con due cucchiai d’olio fate appassire lo scalogno,unite le lenticchie e bagnate il tutto con un paio di mestoli del liquido di cottura tenuto da parte prima e lasciate cuocere per un altra mezz’ora.

Aggiungete il riso e continuate la cottura unendo man mano mestoli di brodo. Spegnete il fuoco e mantecate con il parmigiano reggiano per un paio di minuti.

Servite subito.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *