Canederli con cavoletti di Bruxelles in brodo

Tempo di preparazione:

I cavolini o cavoletti di Bruxelles  sono i germogli ascellari, detti “grumoli”  di colore verde  e sferici  nella forma, di una pianta della famiglia dei cavoli, la Brassica oleracea.  Nascono raggruppati lungo lo stelo alla base delle foglie principali,  e sono costituiti da foglioline avvolte concentricamente le une sulle altre ( embricate), ben serrate e compatte.

La pianta, originaria del Belgio, vive bene nei  Paesi del Nord Europa dove la sua coltivazione è molto diffusa grazie al clima che in inverno è abbastanza mite e in estate è fresco e umido,  raggiunge anche il metro di altezza e può reggere fino a 40 cavolini, che nascono raggruppati.

La raccolta si effettua, staccandoli dal fusto con le dita delle mani, al raggiungimento del diametro di una noce ( circa 3 cm di diametro ) questa è la dimensione ideale per avere un prodotto tenero e saporito.

I canederli : piatto tipico trentino

Il loro aspetto è molto simile a quello delle verze in miniatura e il  sapore  è un misto tra quello della  verza e quello del cavolfiore che risulta essere leggermente amaro e acido e per aumentarne la digeribilità è consigliabile bollirli per qualche istante in acqua molto salata, per poi proseguire la cottura come d’uso.

Canederli con cavoletti di Bruxelles

Anche se il cavolo è di origine molto antica e presente sulle tavole fin dai tempi antichi, i cavoletti di Bruxelles sono di origine può recente e  sono presenti sulle tavole, soprattutto del Belgio, nella zona di Bruxelles a cui devono il nome,  da un centinaio di anni.

I canederli sono ottimi in brodo

Sono ricchi  di vitamine A e C,  di sali minerali quali il ferro, il fosforo, il magnesio, il potassio e il sodio, di carboidrati e di proteine tutti  elementi fondamentali per una sana alimentazione e appartenendo alla famiglia dei cavoli sono ricchi di sostanze utili a prevenire i tumori come  gli acidi fenolici,  la clorofilla, i ditioltioni, i flavonoidi e gli indoli.

Le varietà più diffuse vi sono la Frigostar, la Lunet, la Sigmund che si differenziano tra di loro per  le dimensioni.Quando li sia acquista bisogna prestare attenzione che siano ben verdi, sodi compatti e della stessa misura così che abbiano tutti lo stesso tempo di cottura. Una loro caratteristica è che  si consumano solo dopo previa cottura.

Ed ora ricetta e ingredienti per cucinare i Canederli con cavoletti di Bruxelles, un piatto tipico della gastronomia Tirolese, in particolar modo delle città di Trento e Bolzano

Ingredienti per 6 persone:

  • 200 g di cavoletti di Bruxelles;
  • 1,500 lt. di brodo;
  • timo.
Per i canederli:
  • 200 g di pane raffermo consentito;
  • 50 gr. di farina di riso;
  • 50 gr. di parmigiano reggiano 48 mesi grattugiato;
  • 1/2 bicchiere di latte Accadi;
  • 150 gr. di prosciutto crudo in una fetta sola
  • 1 uovo;
  • 1/2 spicchio d’aglio;
  • una grattatina di noce moscata;
  • 40 gr. di burro  chiarificato;
  • sale e pepe.

Preparazione

Preparate i canederli: eliminate la crosta al pane, tagliatelo a cubetti emettetelo in una terrina. Versatevi sopra il latte e fatelo ammorbidire per due ore circa; il pane dovrà risultare gonfio ma abbastanza asciutto, eventualmente tenetelo premuto mettendovi sopra un piatto.

Nel frattempo dividete a piccoli cubetti il prosciutto crudo, il salame, la pancetta affumicata e la mortadella. Strizzate il pane e fatelo rosolare in una padella con 40 grammi di burro, insaporitelo con un pizzico di pepe e fatelo asciugare mescolando con un cucchiaio di legno. Versatelo quindi in una terrina, aggiungete tutti i salumi divisi a cubetti, la farina, il formaggio grana grattugiato, l’aglio e il prezzemolo tritati, la noce moscata, un pizzico di sale e l’uovo. Mescolate bene tutti gli ingredienti.

Formate, con le mani leggermente inumidite, delle palline di 5-6 centimetri di diametro, premendole bene per evitare che si rompano durante la cottura.

Pulite i cavoletti di Bruxelles eliminando le eventuali foglioline gialle, spuntateli e lavateli accuratamente.  Portate ad ebollizione il brodo e adagiatevi i canederli leggermente infarinati e fateli cuocere a fuoco moderato per 20 minuti circa. Adagiate i canederli nella zuppiera, o nei singoli piatti, e versatevi sopra il brodo con i cavoletti. Serviteli caldi, cospargendoli con un poco di timo tritato.

Tempo occorrente: 30 minuti più il tempo di ammollo del pane

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *