Triglie al limone , velocissimo da preparare!

Triglie al limone
Commenti: 0 - Stampa

Oggi ho cucinato un piatto velocissimo da preparare ma davvero gustoso: Le triglie al limone. La triglia è uno dei pesci più pregiati del Mediterraneo, assai diffuso anche nell’Atlantico. Se ne conoscono due specie, che si pescano durante tutto l’anno presso le nostre coste a profondità di 70-200 metri: la triglia di fango e la triglia di scoglio, o triglia maggiore.

Entrambe sono caratterizzate da due lunghi barbigli mobilissimi sotto il mento. Hanno colore rosso, più intenso nella triglia di scoglio, che è anche caratterizzata da alcune fasce gialle longitudinali che si ripetono nella prima pinna dorsale.

Le dimensioni di questa sono maggiori; può raggiungere la lunghezza di 40 centimetri, mentre la triglia di fango non supera i 25. Squamandole dopo la cattura se ne ravviva il colore. La triglia ha carne soda, di caratteristico e gradevole sapore, ma è ricca di piccole lische.

Generalmente questo pesce si vende fresco; appena pescato ha scaglie brillanti, destinate a divenire opache nel giro di poche ore: è bene quindi consumarlo subito, evitando la sosta in frigorifero.

Triglie al limone

Un pesce velocissimo da cucinare

Gastronomia – Giustamente considerata uno dei pesci migliori, la triglia si presta a preparazioni diverse, a seconda della grossezza e del peso. I n genere, il mercato italiano offre triglie inferiori ai 50 grammi, adatte per la frittura, i brodetti ecc., mentre in Grecia, in Marocco, in Turchia è più facile disporre di triglie di peso superiore ai 250 grammi, e pertanto di ottima resa (anche se il sapore è meno accentuato di quello delle nostre triglie di scoglio) se si tratta di cucinarle alla livornese, al cartoccio o ricorrendo a ricette straniere.

In ogni caso, si tenga presente l’inconveniente maggiore di questo pesce: la sua fragilità, che obbliga a lasciarlo cuocere rivoltandolo una sola volta, e con molta cura, in modo da non sbriciolarlo.

Per questo motivo è bene servire, quando possibile, le triglie nel recipiente di cottura: al ristorante è fra i pochi pesci che il cameriere non deve sfilettare, per non mettere sul piatto del cliente dei pezzi di pesce poco gradevoli di aspetto, anche se di sapore ottimo.

È bene evitare di riscaldare le triglie. anche se in umido. il giorno dopo.È un pesce semigrasso che va usato con moderazione dagli obesi, dai cardiopatici. dai soggetti affetti da ipercolesterolemie, dislipidemie e da coloro che accusano turbe dell’apparato gastroenterico (dispepsie, gastriti ecc.).

È invece indicato nelle anemie secondarie, nelle anoressie primarie e secondarie e, per il suo contenuto in iodio, nei casi di ipotiroidismo.

Ed ecco la ricetta delle Triglie al limone

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 g di triglie;
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio d’aglio e un rametto di rosmarino
  • succo di 1 limone
  • q.b. sale

Preparazione

In una pirofila da forno versate l’olio, unitevi lo spicchio d’aglio, adagiatevi le triglie preparate per la cottura, ben lavate e asciugate, insaporitele con un pizzico di sale e un cucchiaio di sale e del rosmarino

Coprite la pirofila con un foglio di carta forno e mettete tutto in forno caldo a 220°C per circa 35 minuti, muovendo la teglia di tanto in tanto.

Trascorso questo tempo, levate tutto dal forno, eliminate la copertura, mettete le triglie in un piatto di portata, lasciatele raffreddare e conditele con il succo di limone.

Tempo occorrente: 40 minuti

5/5 (48 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

pesce spada al forno con bergamotto

Pesce spada al forno con bergamotto, gourmet

Pesce spada al forno con bergamotto e radicchio, degli ingredienti di classe Il pesce spada al forno con bergamotto e radicchio stufato è un secondo molto elegante, quasi gourmet. D’altronde, la...

Carpaccio di eglefino e anguria

Carpaccio di eglefino, un piatto elegante

Carpaccio di eglefino, un secondo speciale Il carpaccio di eglefino è un secondo molto particolare. Presenta ovviamente alcune caratteristiche dei carpacci classici, ma allo stesso tempo porta...

Pesce spada con melanzane

Pesce spada con melanzane, un secondo corposo

Pesce spada con melanzane, un piatto semplice e squisito Il pesce spada con melanzane è un secondo semplice da realizzare, capace di proporre sentori genuini e apportare i nutrienti più vari. Il...

Capesante con gamberi e zucchine

Capesante con gamberi e zucchine, una vera delizia

Capesante con gamberi e zucchine,  piatto raffinato dal sapore rustico Le capesante con gamberi e zucchine gratinate riuniscono eccellenti ingredienti di mare e di terra. Nello specifico, le...

Pesce spada con verdure

Pesce spada con verdure, un piatto semplice e...

Pesce spada con verdure, un’idea davvero sfiziosa Il pesce spada con verdure è una ricetta semplice in grado di valorizzare appieno gli ingredienti. Lo fa grazie a degli abbinamenti suggestivi,...

Frittelle con fiori di sambuco

Frittelle con fiori di sambuco, una variante aromatica

Frittelle con fiori di sambuco, buone e facili da preparare Le frittelle con fiori di sambuco rappresentano una deliziosa alternativa alle classiche frittelle. Per certi versi, almeno per quanto...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


03-10-2011
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti