Cavolini di Bruxelles gratinati per contorno

Tempo di preparazione:

Cavolini di Bruxelles gratinati, un concentrato di benessere!

I cavolini di Bruxelles gratinati sono un contorno salutare e davvero gustoso. Si tratta di ortaggi che appartengono alla famiglia del cavolo, con cui ha una spiccata somiglianza (in particolar modo con il cavolo cappuccio, ma rispetto ad esso si caratterizzano per le minori dimensioni). Non possono essere mangiati crudi, ma sono ottimi saltati in padella o appunto gratinati al forno.

In ogni caso, si cucinano molto facilmente e più avanti vi darò qualche consiglio a riguardo. La gratinatura conferisce loro un sapore più particolare e la cottura al forno li rende croccanti e leggeri. Sembrerebbe che il loro nome, cavolini di Bruxelles, derivi dalla loro importazione dal Belgio, ma ancora non si hanno riferimenti certi a riguardo… anzi, pare che si rintraccino le loro origini in Italia.

Quali sono le proprietà benefiche di questo alimento?

I cavolini di Bruxelles sono un concentrato di sostanze benefiche: infatti, sono molte le sostanze nutritive antiossidanti contenute al loro interno, che li rendono preziosi alleati nella prevenzione dai tumori. L’alta percentuale di acqua contenuta in essi, conferisce loro un elevato potere diuretico e disintossicante. Sono inoltre ricchi di sali minerali come il ferro e il fosforo, nonché di vitamine tra cui la K, essenziale per il benessere delle ossa.

Optando per un contorno a base di cavolini di Bruxelles gratinati, avrete un pasto carico di tiamina e acido folico, due importanti stimolatori dell’attività cerebrale. Questi ortaggi risultano essere ottimi alleati persino nella protezione degli occhi, grazie alla presenza di zeaxantina, ovvero un antiossidante e colorante verde naturale.

Anche coloro che sono alla ricerca di un contorno dietetico possono stare tranquilli: 100 g di cavolini crudi contengono 37 kcal, mentre bolliti 59 kcal. Si tratta di una verdura che, insieme a tutti i suoi parenti, è molto indicata al sesso femminile in quanto, secondo gli studi, aiuta a prevenire i tumori al seno.

I consigli da seguire prima della preparazione dei cavolini di Bruxelles gratinati

La stagione di reperibilità dei cavolini di Bruxelles è l’inverno ma, per chi non ha problemi relativi alla qualità, si trovano tutto l’anno anche surgelati.  Una volta acquistati o raccolti nel vostro orto, potrete pulirli facilmente: basta togliere un paio di foglie esterne e il torsolo, e lavarli sotto l’acqua corrente.

Un consiglio per riuscire a rendere più digeribili anche i cavolini di Bruxelles gratinati è questo: sarebbe meglio scottarli prima in acqua bollente salata. Non vanno lasciati nella loro acqua di cottura, per cui vanno scolati subito altrimenti diventano amarognoli. Per variare un po’ il contorno dei vostri secondi piatti, io li consiglio vivamente, visto che fanno bene anche a chi soffre di ulcera e gastrite. Oggi li cuciniamo gratinati al forno, ma si possono anche consumare lessati e conditi con solo olio e sale.

Ingredienti per 4 persone

  • 1/2 chilo di cavolini di Bruxelles
  • 1 etto di parmigiano reggiano 48 mesi grattugiato
  • 60 gr di pancetta tesa Salumi Pasini
  • 200 gr scamorza Libera
  • 30 gr. burro chiarificato
  • q.b. sale

Preparazione

Mondate e lavate bene i cavolini di Bruxelles e metteteli a cuocere con poca acqua non salata. Nel frattempo tagliate la pancetta a piccole striscioline e fatela rosolare con il burro.

Quando i cavolini sono cotti ma al dente, scolateli, tagliateli a metà  e metteteli ancora bollenti nella pirofila, unendo la pancetta che avete rosolato prima e spolverizzateli con parmigiano reggiano grattugiato.

Tagliate a dadini piccoli la scamorza e disponetela quà  e là. Regolate di sale e pepe e mettete la pirofila nel forno già  caldo a 220 gradi. Cuocete per circa 10 minuti, fin quando sopra i cavolini si formerà  una bella crosticina dorata, quindi serviteli ben caldi.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *