bg header
logo_print

Tisana di corbezzolo, una bevanda salutare

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Tisana di corbezzolo
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Tisana di corbezzolo, un’alternativa alla camomilla

Oggi prepariamo la tisana di corbezzolo, una bevanda rilassante, buona e bella da vedere. Proprio quello che ci vuole per regalarsi una esperienza rilassante, da vivere magari a fine giornata al termine di una lunga sessione di lavoro o dopo aver assolto agli impegni della vita quotidiana. Come tutte le tisane è molto semplice da realizzare e conta su una manciata di ingredienti: foglie di corbezzolo, acqua e dolcificante.

La tisana al corbezzolo non è certamente tra le tisane più bevute, eppure non ha nulla da invidiare a quelle più famose, preparate per esempio con la camomilla. Il motivo di ciò risiede nella peculiarità del corbezzolo, che regala una buona esperienza a livello gustativo e impatta anche dal punto di vista estetico, conferendo alla bevanda un colore dorato.

A tal proposito, vale la pena rimarcare la differenza tra tisana, infuso e decotto, visto che attorno a questi termini aleggia un po’ di confusione. La tisana e l’infuso in effetti possono essere considerati sinonimi. Ad ogni modo sono bevande che vedono l’integrazione dell’agente aromatizzante in acqua bollente a fuoco spento.

Il decotto, invece, prevede una cottura vera e propria dell’acqua insieme all’agente aromatizzante. Il sapore del decotto è quindi più forte, anche perché viene usato per gli alimenti aromatici più coriacei e di intensità maggiore. In virtù di ciò il decotto non è considerato una bevanda di piacere, quanto una sorta di alimento terapeutico, o di medicina naturale.

Ricetta tisana di corbezzolo

Preparazione tisana di corbezzolo

Per preparare la tisana di corbezzolo procedete in questo modo.

  • Lavate con cura le foglie di corbezzolo.
  • Intanto fate bollire l’acqua.
  • Poi lasciate in infusione le foglie di corbezzolo nell’acqua bollente per circa 15 minuti.
  • Infine, filtrate la tisana e bevetela calda.

Ingredienti tisana di corbezzolo

  • 6 gr. di foglie di corbezzolo
  • 250 ml. di acqua
  • 1 cucchiaino di miele.

Cosa c’è da sapere sul corbezzolo?

Il protagonista di questa tisana di corbezzolo sono ovviamente le foglie di corbezzolo. Il frutto del corbezzolo presenta un sapore acidulo e molto intenso, soprattutto se non è completamente maturo. In virtù di ciò raramente si consuma a crudo, ma viene impiegato per realizzare marmellate, gelatine, aceti, liquori etc.

Le foglie del corbezzolo, invece, sono simili a quelle dell’alloro sia nella forma che nel gusto. Il colore, tuttavia, è meno acceso e tende quasi al giallo. Le foglie non vengono impiegate per il consumo a crudo, ma sono inserite in decotti ed infusi come in questo caso.

Le foglie del corbezzolo, se consumate con moderazione e nei metodi più adatti, fanno anche bene alla salute. Sono considerate astringenti e dunque perfette per chi soffre di problemi digestivi, inoltre sono anche diuretiche ed utili in caso di ritenzione idrica. Infine, contengono alcuni antiossidanti che vengono trasmessi durante il processo di infusione.

Come dolcificare la tisana

La tisana al corbezzolo, come qualsiasi altra tisana, va dolcificata. Le alternative sono numerose e vanno dal classico zucchero al dolcificante sintetico, fino ad arrivare al miele. Lo zucchero è una soluzione che garantisce la giusta dolcezza senza interferire col sapore, essendo di per sé neutro. Il dolcificante sintetico non è certamente l’alternativa più salutare, ma è comunque dietetico in quanto esprime un apporto calorico pressoché nullo.

Tuttavia, vi consiglio di optare per il miele che funge da ingrediente vero e proprio. Il miele, con il suo inconfondibile aroma, aromatizza, insaporisce e dolcifica allo stesso tempo. Inoltre non è responsabile di un aumento radicale della glicemia, come avviene per lo zucchero. Un dettaglio non da poco soprattutto per chi soffre di diabete.

Il miele fa anche bene alla salute in quanto aiuta ad alleviare la tosse e il raffreddore, oltre ad essere ricco di vitamine, sali minerali e antiossidanti. Gli antiossidanti contribuiscono a rendere meno probabile la comparsa del tumore e rallentano l’invecchiamento cellulare.

Tisana di corbezzolo

Quale tipo di miele scegliere?

Una volta scelto il miele come dolcificante, ci rimane da scegliere la tipologia visto che esistono molte varietà di miele. Il classico millefiori è molto apprezzato, ma impiegatelo solo se desiderate che il sapore del miele si senta abbastanza. Se, invece, volete che il miele si senta poco allora utilizzate il miele di acacia, che è anche il miele più utilizzato in pasticceria.

Infine, potete optare per alternative più aromatiche come l’esotico miele di ulmo (prodotto soprattutto in centro e sud America) e il miele di eucalipto. Quest’ultimo dona una marcata freschezza ma è meno dolce rispetto ad altri tipi di miele.

Le alternative alla tisana di corbezzolo

La tisana al corbezzolo è solo una delle tante tisane che possono essere preparate per garantirsi un momento all’insegna del gusto e del relax. Le alternative, infatti, sono davvero numerose come la classica tisana alla camomilla. Questa tisana ha un sapore dolce e delicato che concilia il relax e il sonno grazie alle sue proprietà benefiche.

Potreste optare anche per una tisana rilassante con un aroma davvero particolare. Il riferimento è alla tisana al pino mugo, che richiede un processo di infusione più lungo del normale. Molto apprezzate sono inoltre le tisane “terapeutiche”, che vengono consumate soprattutto per gli effetti benefici sull’organismo.

Fanno parte di questa categoria le tisane alla verbena e la tisana alla melissa, che si preparano con lo stesso procedimento: si fa bollire l’acqua, si lascia in infusione l’ingrediente principale e si filtra il tutto.

Ricette di tisane ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Mojito con anguria

Mojito con anguria, un’alternativa più leggera e piacevole

Cosa sapere sull’anguria? E’ l’anguria il vero elemento distintivo di questo cocktail. Checché ne dicano i puristi del mojito, questo ingrediente interagisce bene con la menta e con il succo...

Spumone alle fragole

Spumone alle fragole, un cocktail dessert morbido e...

Tutta la bontà delle fragole Le protagoniste di questo spumone sono naturalmente le fragole. Queste vengono semi-congelate e frullate per ottenere una purea molto densa e omogenea. La purea viene...

Ranch Water

Ranch Water, ecco come si fa il famoso...

Uno sguardo sulla tequila Vale la pena parlare della tequila, che è la vera protagonista del Ranch Water. Nello specifico parliamo della tequila bianca. Rispetto agli altri tipi di tequila non è...