bg header
logo_print

Ravioli con spinaci e ricotta, un primo semplice e gustoso

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Ravioli con spinaci e ricotta
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (9 Recensioni)

Ravioli con spinaci e ricotta, una combinazione perfetta

I ravioli con spinaci e ricotta sono uno splendido esempio di pasta ripiena all’italiana. Sono deliziosi, ricchi di sapore e abbastanza leggeri, d’altronde manca del tutto la carne. Si basano su alcuni abbinamenti classici di grande impatto. Su tutti spiccano la ricotta, gli spinaci, il burro e la salvia. Ne risulta così un primo irresistibile e adatto a tutte le occasioni, dalla cena con gli amici agli eventi più importanti.

I ravioli di ricotta e spinaci potete acquistarli al supermercato, tuttavia vi consiglio di prepararli in casa in quanto la preparazione è semplice e potete avere il massimo controllo sugli ingredienti. La ricetta che vi presento oggi è realizzata con la farina di ceci. Un modo per offrire sentori diversi, ma anche per rendere il piatto alla portata dei celiaci e degli intolleranti al glutine.

Ricetta ravioli con spinaci e ricotta

Preparazione ravioli con spinaci e ricotta

Per preparare i ravioli con spinaci e ricotta dovrete iniziare proprio dalla pasta. Formate una fontana con la farina su una spianatoia. Versate al centro le uova intere, aggiungete un po’ di sale e amalgamate con una forchetta, infine impastate con energia. Dopo aver lavorato il composto dovreste ottenere una pasta elastica e liscia.

Copritela con un panno un po’ umido e fate riposare fuori dal frigo per mezz’ora. Intanto pulite gli spinaci e lavateli sotto l’acqua corrente, infine cuoceteli in poca acqua bollente. Scolate per bene gli spinaci e ricavate da essi un trito molto fine, utilizzando la lama a mezzaluna. Poi trasferiteli in una ciotola, aggiungete l’uovo, il Parmigiano grattugiato, la ricotta, la noce moscata, il sale e il pepe. Amalgamate e versate questo composto in una tasca da pasticcere.

Intanto stendete la pasta con un mattarello e ritagliate con la rotella dentata delle strisce larghe 6 cm. Su ciascuna di esse poggiate, a una distanza di 4-5 cm, alcune noci di composto agli spinaci. Coprite queste strisce ripiene con altre strisce di pasta e premete con la punta delle dite sigillando il ripieno (mi raccomando, dovrà uscire tutta l’aria).

Tagliate i ravioli usando la rotella dentata, poi trasferiteli su una spianatoia cosparsa di farina e fateli cuocere in una pentola piena di acqua leggermente salata per pochi minuti. Infine scolateli con la schiumarola e versateli in una pirofila calda. Infine condite il tutto con abbondante burro fuso, foglioline di salvia e Parmigiano Reggiano. Servite e buon appetito.

Per la pasta:

  • 4 uova,
  • 400 gr. di farina di ceci,
  • 1 pizzico di sale.

Per il ripieno:

  • 300 gr. di ricotta mista asciutta,
  • 400 gr. di spinaci (al netto degli scarti),
  • 5-6 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato,
  • una grattugiata di noce moscata,
  • 1 uovo,
  • un pizzico di sale e di pepe.

Per condire:

  • 70 gr. di burro chiarificato,
  • 60 gr. di Parmigiano Reggiano,
  • q. b. di foglioline di salvia fresca.

Burro e salvia, un’accoppiata vincente

Tra i pregi di questi ravioli con spinaci e ricotta spicca proprio il condimento, che risulta davvero semplice e buono. Sto parlando del burro e della salvia, un’accoppiata che ricorre in molte ricette che vedono come protagonisti i ravioli e i tortellini, dei tipi di pasta ricchi di sapore e non abbinabili a salse complesse. Perché l’accoppiata burro e salvia funziona così bene? Il motivo è semplice, i sentori dei due ingredienti si completano a vicenda. La morbidezza del burro interagisce alla perfezione, valorizzando e l’aroma delicato della salvia.

In occasione di questa ricetta, come in tante altre, il burro deve essere sciolto su una fonte di calore insieme alla salvia. Alcuni ricorrono anche a mix alternativi per realizzare il condimento, come il burro, la salvia e l’aglio. Si tratta di un’idea interessante, ma che trasmette sentori un po’ troppo pungenti per un primo delicato come i ravioli con spinaci e ricotta.

Il ruolo della farina di ceci nei ravioli con spinaci e ricotta

La peculiarità dei ravioli con spinaci e ricotta che vi presento oggi riguarda proprio l’impasto, che è realizzato con la farina di ceci. Questo tipo di farina è apprezzata per la totale assenza di glutine (d’altronde deriva da un legume), ragione per cui può essere consumata senza alcun timore dai celiaci. La farina di ceci, e di conseguenza  la pasta che se ne ricava, ha un sapore molto corposo e ben riconoscibile. La farina di ceci però ha tante altre proprietà, per esempio è molto nutriente.

Ravioli con spinaci e ricotta

Rispetto alla classica farina, quella di ceci apporta molte più proteine. Inoltre è ricca di vitamine, sali minerali ed è povera di grassi. La farina di ceci rende piuttosto bene, a tal punto che necessita raramente di amidi o altri addensanti. Non stupisce, dunque, che venga integrata in molte ricette, soprattutto tipiche alla cucina toscana.

Come preparare i ravioli?

Preparare i ravioli fatti in casa è un compito che alcuni giudicano troppo arduo, ma che in realtà può rivelarsi molto semplice. E’ questo il caso dei ravioli con spinaci e ricotta. Si tratta infatti di creare la classica fontanella di farina e inserirci le uova intere. Si aggiunge poi un po’ di sale, infine si amalgama e si impasta per bene. La pasta va poi fatta riposare per una buona mezz’ora, durante la quale ci si può occupare del ripieno. Anche il ripieno non pone difficoltà di sorta in quanto basta lessare gli spinaci e mescolare tra di loro gli ingredienti.

Molto semplice è anche la fase di composizione dei ravioli. La pasta va stesa e tagliata a striscioline su cui vanno posti tocchetti di ripieno a una certa distanza tra di loro. Infine si appongono altre striscioline di pasta e si compatta il tutto prima di ritagliare i ravioli con una rotella dentata. La fase successiva è quella della cottura, che in genere dura pochi minuti in quanto si tratta di pasta fresca. Poi si applica il condimento e il gioco è fatto.

Ricette di ravioli ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (9 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...

Zuppa di asparagi

Zuppa di asparagi, un primo colorato e gustoso

Un focus sugli asparagi I protagonisti di questa zuppa sono ovviamente gli asparagi. Gli asparagi esprimono una bella tonalità di verde, d’altronde si utilizza un mazzo intero, che equivale a...