bg header
logo_print

Taccole gratinate al forno, un gratin perfetto

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Taccole gratinate al forno
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 15 min
cottura
Cottura: 00 ore 25 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4.3/5 (6 Recensioni)

Taccole gratinate al forno, un’idea per un pasto rustico

Le taccole gratinate al forno sono un’idea simpatica per un secondo piatto ricco di sapore e piuttosto leggero. La ricetta è molto semplice e alla portata di tutti, anche perché consiste nel comporre vari strati di taccole, conditi di volta in volta con formaggio grattugiato e olio. L’ultimo strato viene invece guarnito con i filetti di acciughe e le olive nere denocciolate. Il risultato è un piatto che gioca con i sapori in maniera equilibrata. Le taccole offrono un sapore corposo e delicato, mentre il formaggio aggiunge sapidità insieme alle acciughe. Le olive, infine, conferiscono alla pietanza il loro inconfondibile aroma. Nonostante una lista di ingredienti abbondante, le protagoniste rimangono le taccole. Spesso sono confusi con i fagiolini, con cui in effetti hanno in comune l’aspetto. Rispetto a questi ultimi, però, sono più corti e piatti.

Ricetta taccole gratinate al forno

Preparazione taccole gratinate al forno

Ecco la ricetta delle taccole gratinate al forno. Fate bollire in una pentola larga mezzo litro di acqua. Una volta in ebollizione, immergete i baccelli delle taccole già lavati e privati dei piccioli, poi condite con una presa di sale e fate cuocere per qualche minuto (non andate oltre i 5 minuti). Intanto versate un filo d’olio extravergine di oliva in una pirofila da forno di grandezza media e adagiate per lungo un primo strato di taccole, compattandole per bene. Date una bella spolverata di formaggio grattugiato e condite con un filo di olio.

Poi mettete un secondo strato di taccole, questa volta per corto, e arricchite con formaggio grattugiato e olio. Ripetete questi passaggi invertendo il senso, fino a quando le taccole non saranno terminate. Lo strato finale dovrà essere composto da pangrattato, formaggio grattugiato e pepe macinato fresco. Guarnite con i filetti di acciuga fatti a girella e con le olive nere denocciolate. Infine condite con un ultimo giro di olio e cuocete al forno, con il grill attivato, per 10 minuti a 180 gradi. Le taccole al forno sono buone sia calde che tiepide.

Ingredienti taccole gratinate al forno

  • 500 gr. di taccole fresche
  • 60 gr. di Emmenthal grattugiato
  • 40 gr. di pane grattugiato consentito
  • 10 olive nere denocciolate
  • 10 filetti di acciughe sott’olio
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale
  • q. b. di pepe macinato fresco.

Anche il sapore è leggermente diverso, in quanto trasmettono sentori più dolci. Le taccole si fanno apprezzare anche dal punto di vista nutrizionale. Sono ricche di vitamina C, quasi come gli agrumi, che ne sono in qualche modo il simbolo. La vitamina C rafforza il sistema immunitario e permette all’organismo di assorbire meglio il ferro. Le taccole, poi, contengono molti carotenoidi, sostanze che fungono da precursore della preziosa vitamina A. Non mancano infine le fibre, che aiutano a digerire ed equilibrano la flora intestinale, ed un ottimo apporto di sali minerali. Le taccole sono anche molto leggere, contengono solo 18 calorie ogni 100 grammi.

Perché abbiamo scelto le olive nere?

Un altro ingrediente fondamentale di queste taccole gratinate al forno è dato dalle olive. E’ meglio scegliere le olive  nere, in quanto cariche di sapore e sostanzialmente prive del sentore acidulo, tipico invece delle olive verdi. Inoltre, proprio in virtù del colore, conferiscono al gratin un aspetto più gradevole. Le olive nere vantano anche un ottimo spessore nutrizionale. Rispetto ad altre varietà contano un quantitativo minore di carotene, ma in compenso sono ricche di acidi grassi benefici, che impattano sull’apporto calorico, ma fanno bene al cuore.

Le olive sono ricche anche di antiossidanti, sostanze che inibiscono i radicali liberi, ottimizzano i processi cellulari e aiutano a prevenire il cancro. Tra gli antiossidanti più presenti nelle olive nere troviamo la quercetina (che contrasta anche le infezioni virali), il tirosolo e l’oleuropeina. Per quanto concerne l’apporto calorico, siamo su livelli non troppo elevati: un etto di olive nere viaggia sulle 120 kcal.

Le proprietà delle acciughe

La guarnizione di queste taccole gratinate al forno è affidata anche alle acciughe. Vanno impiegati i filetti di acciughe, da arrotolare e predisporre sullo strato finale come se fossero delle girelle. In virtù del loro colore si abbinano bene con le olive e creano un bel contrasto con la gratinatura, che tende al dorato. Per l’occasione consiglio di utilizzare le acciughe sott’olio, che sono più pratiche e anche più gustose. Sono anche leggermente più caloriche rispetto a quelle fresche: 200 kcal per 100 grammi contro le 120 kcal delle acciughe fresche.

Taccole gratinate al forno

In ogni caso la conservazione sott’olio mantiene intatto lo spessore nutrizionale delle acciughe, che sono proteiche, ricche di vitamine e di sali minerali. Troviamo inoltre le vitamine del gruppo B, che incidono sul metabolismo energetico, e la vitamina D, fondamentale per il sistema immunitario. Buono è anche l’apporto di fosforo, che impatta positivamente sulla salute dei denti e supporta le facoltà cognitive.

Come comporre il gratin?

Come già anticipato, la ricetta delle taccole gratinate al forno è facile da preparare. L’unico elemento di difficoltà, se così si può chiamare, consiste nella composizione degli strati. In particolare, le taccole vanno predisposte nella pirofila in modo alternato. Il primo strato vede le taccole adagiate per lungo, mentre nel secondo strato occorre adagiarle per corto e così via per ogni strato. Ogni strato va condito poi con abbondante formaggio grattugiato e un bel giro di olio d’oliva. L’ultimo strato però deve essere formato dal pangrattato, che rende migliore la gratinatura. La guarnizione, infine, è data dalle acciughe e dalle olive nere.

Per quanto concerne il formaggio potreste utilizzare il Parmigiano, tuttavia vi invito a fare una scelta diversa utilizzando l’Emmental. In questo modo sostituirete il sapore sapido e corposo del Parmigiano con quello più dolciastro e aromatico dell’Emmental. D’altronde la sapidità è già garantita dalle acciughe.

Ricette al forno ne abbiamo? Certo che si!

4.3/5 (6 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di tacchino e fagiolini

Insalata di tacchino e fagiolini, una ricetta light...

Perché preferire il tacchino al pollo? Spesso preferire il tacchino al pollo è una questione di gusto, ma non di rado la questione è oggettiva. In questa insalata di tacchino e fagiolini la...

Gamberi saltati al tamarindo

Gamberi saltati al tamarindo, un secondo agrodolce di...

Un focus sui gamberi Nonostante l’abbondanza di ingredienti e di abbinamenti arditi, i protagonisti della ricetta rimangono i gamberi saltati. I gamberi sono tra i crostacei più consumati, che si...

Baccalà in umido alla Veneta

Baccalà in umido alla Veneta, un gustoso piatto...

Origini e storia del baccalà in umido alla veneta Il baccalà in umido alla veneta è una delle più antiche e tipiche ricette della cucina veneta. Le origini di questo piatto risalgono al periodo...