bg header
logo_print

Tronchetto al salmone e verdure, un secondo per Natale

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Tronchetto al salmone e verdure
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Natale
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 6 persone
Stampa
Array
5/5 (3 Recensioni)

Tronchetto al salmone e verdure, un piatto leggero e creativo.

Il tronchetto al salmone e verdure è una ricetta facile e veloce per un Natale diverso, che da un lato rispetti la tradizione e dall’altro introduca elementi innovativi. E’ un secondo di pesce, un piatto ideale per i cenoni e i pranzi natalizi. Tuttavia, propone un metodo di cottura e una presentazione davvero insolite. Il risultato finale, infatti, è un tronchetto il cui ripieno è formato da un composto di verdure e formaggi, mentre la copertura è data dalle fette di salmone. Detta così può sembrare complicato, ma in realtà il procedimento è abbastanza semplice. Si tratta di ricoprire uno stampo da plumcake con uno strato di olio e uno di pellicola trasparente alimentare, in modo da creare una certa aderenza. Dopodiché si fodera l’interno dello stampo con il salmone, infine si versa il composto di verdure e formaggio, e si fa riposare in frigo per qualche ora. Ho provato a foderare lo stampo con carta forno ma non ho ottenuto un risultato perfetto!

Ricetta tronchetto al salmone e verdure

Preparazione tronchetto al salmone e verdure

Per preparare il tronchetto al salmone e verdure partite proprio dalle verdure. Pelate le carote e le patate, poi riducetele a dadini della stessa dimensione. Ora bollite le patate, le carote e i piselli (dovrebbero bastare 15 minuti in acqua salata). Poi scolate le verdure e fatele intepidire. A questo punto, ponetele in un’ampia ciotola, aggiungete il formaggio cremoso, il Parmigiano grattugiato, un po’ di sale e un po’ di pepe. Infine, mescolate con cura fino ad amalgamare tutti gli ingredienti. Ungete di olio uno stampo per plumcake e ricopritelo con la pellicola alimentare.

Ponete le fettine di salmone affumicato sulla base e sulle pareti dello stampo. Mi raccomando, non lasciate spazi vuoti. Ora versate l’impasto nello stampo, livellando la superficie con un cucchiaio. Stendete un po’ di pellicola alimentare anche sulla superficie superiore del composto e fate riposare in frigorifero per stabilizzare il tutto. La fase di riposo in frigo dovrebbe durare almeno tre ore. Trascorso questo lasso di tempo, prelevate il tronchetto dallo stampo, adagiatelo su di un piatto da portate e decoratelo a piacimento. Volendo potete presentarlo tagliatelo a fette non troppo sottili. Buon appetito e buon Natale a tutti!

Se avanza, ma non credo, potete conservare in frigorifero per un paio di giorni.

Ingredienti tronchetto al salmone e verdure

  • 300 gr. di salmone affumicato
  • 200 gr. di patate
  • 200 gr. di carote
  • 250 gr. di formaggio Fresco Cremoso Senza Lattosio Exquisa
  • 200 gr. di pisellini
  • 50 gr. di Parmigiano Reggiano
  • q. b. di sale e bacche di pepe rosa.

Se il procedimento è andato a buon fine, vi ritroverete con un tronchetto al salmone e verdure stabile e pronto per essere affettato. Tra i protagonisti della ricetta figura ovviamente il salmone. E’ uno dei pesci più pregiati, eppure oggetto di pregiudizi. Si pensa, infatti, che faccia male in quanto grasso. In realtà contiene molti grassi benefici, che giovano soprattutto al cuore e alla circolazione del sangue. Sto parlando degli acidi grassi omega tre, che da sempre sono considerati un toccasana per la salute. Il salmone, poi, abbonda di vitamine e sali minerali, tra cui la vitamina D, molto preziosa per il nostro sistema immunitario. Ottimo è anche l’apporto di fosforo, che potenzia le facoltà mentali e soprattutto la memoria. In quanto pesce, il salmone apporta una buona quantità di proteine, che non fanno invidia alle carni rosse. In generale, l’apporto calorico si attesta sulle 200 kcal per 100 grammi.

Il contributo del formaggio Fresco Cremoso

Il ripieno di questo tronchetto al salmone e verdure è facile da realizzare, ma richiede un certo numero di ingredienti. Tra questi spicca il Parmigiano Reggiano grattugiato, che garantisce una spiccata sapidità al piatto, nonché un gusto riconoscibile e corposo. Il Parmigiano è anche un formaggio salutare, in quanto è ricchissimo di proteine, vitamina D e calcio. Non stupisce che sia uno dei prodotti dell’agroalimentare italiano più invidiati all’estero. Il composto si fregia anche del contributo di un ottimo formaggio spalmabile, fondamentale per conferirgli la giusta texture e una spiccata cremosità. In circolazione vi sono molti spalmabili di qualità, ma io vi consiglio di puntare sul Fresco Cremoso Senza Lattosio di Exquisa.

Tronchetto al salmone e verdure

L’assenza di lattosio garantisce a chi soffre di intolleranze alimentari di gustare questa pietanza. A tal proposito preciso che i formaggi senza lattosio, o almeno i prodotti di Exquisa, sono quasi indistinguibili dalle loro versioni standard. Il merito va al processo naturale con cui viene eliminato il lattosio. Per fare ciò si aggiunge l’enzima lattasi al latte, che scinde il lattosio in glucosio e galattosio, sostanze ben sopportate anche dagli intolleranti.

Quali verdure utilizzare in questa ricetta?

Il tronchetto di salmone e verdure contiene anche alcuni ortaggi. Sto parlando delle patate, delle carote e dei piselli. Si tratta di una scelta che ha voluto premiare la semplicità, nonché l’armonia tra i sapori. I piselli e le carote apportano un po’ di dolcezza, mentre le patate donano un sapore corposo e inconfondibile. La ricetta riserva a questi ingredienti un trattamento tutto sommato classico, ossia vanno tagliati a dadini e bolliti. A questo punto vanno mescolati con il formaggio cremoso e il Parmigiano grattugiato, in modo da creare un composto denso e abbastanza irregolare, molto gradevole al palato.

Le patate, le carote e i piselli sono molto nutrienti. Le patate forniscono carboidrati, ma non difettano in sali minerali e vitamine. Inoltre, le carote abbondano di vitamina A, mentre i piselli di vitamina C, che fa bene al sistema immunitario. I piselli, in aggiunta, si distinguono per un certo apporto di proteine. L’apporto calorico di tutte e tre gli ingredienti è molto contenuto, nonostante l’immaginario collettivo associ le patate ad un cibo piuttosto pesante. Un etto di patate apporta solo 80 kcal, dunque a fare ingrassare non è l’alimento ma i metodi di cottura a cui viene sottoposto (frittura in primo luogo).

Prepararlo in casa è davvero semplice e potete utilizzare altre verdure. Essendo fatto in casa potete sbizzarrirvi ed essere sicuri di utilizzare prodotti consentiti e sicuri. Aggiungetelo alle ricette da preparare per le festività dove il salmone la fa da padrone! Se volete consigli per completare il menù di Natale, che siano antipasti, piatti unici o dolci vi consiglio di visitare la pagina dedicata alla festività del Natale con le migliori ricette a tema.

Ricette salmone ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Crostini di foie gras

Crostini di foie gras, l’antipasto elegante per Capodanno

Perché è meglio usare la baguette? Quale pane utilizzare per i crostini di foie gras? Stiamo parlando di una specialità francese, dunque la baguette è d’obbligo, tra l’altro la baguette si...

Punch natalizio al cocco

Punch natalizio al cocco, la bevanda per le...

Cosa sapere sul latte di cocco Buona parte del sapore di questo punch alcolico natalizio è dato proprio dal latte di cocco. Le sue note morbide e dolci emergono in modo preponderante, ma sono...

Nocchiata

Nocchiata, il dolce natalizio della cucina romana

Quale frutta secca usare per la nocchiata? La ricetta della nocchiata, benché molto antica, è declinata in diverse varianti. L’elemento di differenziazione più importante è proprio la frutta...