bg header
logo_print

Alberello di Natale al pancarrè, un antipasto per le feste

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

alberello di Natale
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Natale
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 15 min
cottura
Cottura: 00 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Alberello di Natale al pancarrè, uno sfizioso antipasto per esaltare al meglio le festività

Siete alla ricerca di sfiziosi antipasti per la vigilia di Natale? Avete in mente di preparare degli antipasti con pancarrè, magari a forma di albero di natale? Ebbene, l’alberello di Natale al pancarrè potrebbe essere una scelta davvero azzeccata, sia per la sua semplicità che per il notevole impatto visivo, che rende ancora più magiche le festività.

Come già accennato, la ricetta è davvero semplice e si risolve in pochi ingredienti da amalgamare tra loro con un po’ di creatività e gusto. A completare al meglio l’antipasto ci sono ingredienti pregiati come il prosciutto crudo ed il salmone affumicato, oltre all’ottimo spalmabile di Exquisa. Me veniamo al dunque e vediamo come preparare al meglio il nostro antipasto per un aperitivo natalizio in grande stile!

Ricetta alberello di natale

Preparazione alberello di natale

Per la preparazione dell’alberello di Natale al pancarrè procedete in questo modo. Ricetta adatta per 4 alberelli di Natale:

  • Iniziate facendo bollire le uova in un pentolino per 9 minuti (a partire dal bollore), poi fatele raffreddare e rimuovete il guscio. Potete raffreddarle anche passandole sotto l’acqua fredda.
  • Ora lavate il lattughino, il ribes e asciugateli per bene.
  • Ritagliate le fette di pane (o pancarrè consentito) a forma di stella servendovi di un coppapasta, considerando che ogni alberello è formato da 5 stelle di dimensioni via via inferiori.
  • Sulla prima stella spalmate il formaggio cremoso Exquisa, poi il prosciutto crudo e il lattughino.
  • Fate lo stesso con la seconda stella, ma aggiungete il salmone anziché il prosciutto crudo.
  • La terza stella, invece, guarnitela con il formaggio cremoso, il lattughino e l’uovo.
  • Condite la quarta stella come avete condito la prima. Infine, lasciate non condita l’ultima stella più piccola, piuttosto addobbatela con un “puntale” fatto con il cheddar.
  • Decorate le punte delle stelle con il formaggio cremoso e il ribes, per simulare l’effetto delle palle dell’albero.
  • Ripetete l’interno procedimento per gli altri alberelli. Conservate in frigo fino al servizio.

Ingredienti alberello di natale

  • 16 fette di pancarrè consentiti (o pane bianco grande consentito)
  • 150 gr. di prosciutto crudo
  • 150 gr. di salmone affumicato
  • 3 uova sode
  • q. b. di foglie di lattughino
  • 1 confezione di formaggio Exquisa fresco cremoso spalmabile
  • 1 pezzettino di cheddar
  • 50 gr. di ribes.

L’alberello di Natale al pancarrè, una piccola opera d’arte

L’Alberello di Natale al pancarrè è un antipasto sfizioso e davvero bello a vedersi, come potete notare in foto. Questa piccola opera d’arte, però, è anche squisita, l’ideale per impreziosire l’inizio del pasto durante le festività natalizie o per stupire i propri ospiti, soprattutto se bambini.

L’idea di base è comunque semplice, infatti si tratta di creare un albero a partire dalle fette di pane bianco (o di pancarrè consentito). Queste vengono ritagliate a forma di stella di dimensioni decrescenti, condite con vari ingredienti (formaggio Fresco Cremoso, lattuga, prosciutto crudo, uova e salmone) e decorate con il cheddar – che funge da puntale – e i frutti di ribes, che richiamano alle classiche palle dell’albero di Natale.

Di certo non si tratta di una ricetta dietetica, ma d’altronde a Natale è possibile “sgarrare” e concedersi qualche delizia in più, a prescindere dalla quantità di grassi che apporta. Non sto dicendo che l’alberello di Natale “fa ingrassare “, molto semplicemente è un antipasto corposo, che fornisce in maniera equilibrata carboidrati, proteine, vitamine e un po’ di lipidi.

Vale proprio la pena preparare l’alberello di Natale, anche perché con il suo carattere quasi artistico è in grado di mettere il buonumore, e di valorizzare una festività che per definizione va trascorsa in allegria.

Quali formaggi usare per l’alberello di Natale al pancarrè

L’alberello di Natale al pancarrè è ricco di formaggi, che fungono da base per gli altri ingredienti. Sono due i formaggi utilizzati per questa ricetta: il cheddar e il formaggio fresco spalmabile. Il cheddar è un tipico formaggio anglosassone, forse troppo poco valutato e messo in ombra dalla tradizione casearia italiana.

Tuttavia, anche il cheddar può dire la sua. In primis perché è semplicemente buono, in secondo luogo perché i suoi valori nutrizionali sono più che dignitosi. Per esempio, pur essendo un formaggio molle e scarsamente stagionato, è un’ottima fonte di proteine, che rappresentano circa il 26% della sua struttura. I grassi sono presenti, ovviamente, e nello specifico nella misura di 34 grammi ogni 100. Per quanto riguarda le calorie, siamo sulle 412 per ogni etto.

alberello di Natale

Per il formaggio fresco spalmabile, consiglio di utilizzare quello targato Exquisa. Exquisa vanta una grande tradizione in fatto di prodotti lattiero – caseari, una tradizione valorizzata dall’impiego di processi di produzione naturali e quanto più possibili rispettosi delle antiche tradizioni.

La materia prima, poi, è eccellente. Tra l’altro, Exquisa propone varianti accessibili anche agli intolleranti al lattosio, che viene rimosso senza incidere minimamente sul gusto, a tal punto che le due varianti (con e senza lattosio) sono praticamente simili al palato.

Tutto il gusto del salmone

Tra gli ingredienti in grado di valorizzare questo alberello di Natale al pancarrè spicca il salmone. Si tratta di un pesce di fiume, molto apprezzato per il sapore delicato e per le sue ottime proprietà nutrizionali. In primis rappresenta una buona fonte di proteine, a tal punto da eguagliare buona parte delle carni rosse.

E’ anche una buona fonte di vitamine, con esplicito riferimento alla B6 e alla B12. Ovviamente, non difetta nemmeno in quanto a sali minerali, anzi si segnalano grandi concentrazioni di fosforo e selenio. Quest’ultimo, in particolare, è una sostanza davvero preziosa in quanto esercita una funzione antiossidante.

Il salmone contiene parecchi grassi “buoni”, capaci di fare del bene all’organismo. Per esempio, è ricco di acidi grassi omega tre, che agiscono a protezione del cuore e del sistema nervoso centrale. Per quanto concerne l’apporto calorico siamo su livelli medi, ossia 185 kcal ogni 100 grammi. In occasione di questa ricetta vi consiglio di utilizzare il salmone affumicato, che è già pronto all’uso.

Ricette di antipasti di Natale ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Brandani Gift Group

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Crostini di foie gras

Crostini di foie gras, l’antipasto elegante per Capodanno

Perché è meglio usare la baguette? Quale pane utilizzare per i crostini di foie gras? Stiamo parlando di una specialità francese, dunque la baguette è d’obbligo, tra l’altro la baguette si...

Punch natalizio al cocco

Punch natalizio al cocco, la bevanda per le...

Cosa sapere sul latte di cocco Buona parte del sapore di questo punch alcolico natalizio è dato proprio dal latte di cocco. Le sue note morbide e dolci emergono in modo preponderante, ma sono...

Nocchiata

Nocchiata, il dolce natalizio della cucina romana

Quale frutta secca usare per la nocchiata? La ricetta della nocchiata, benché molto antica, è declinata in diverse varianti. L’elemento di differenziazione più importante è proprio la frutta...