Cestini di briseè con macedonia invernale a fine pasto

cestini di brisee con macedonia invernale
Commenti: 0 - Stampa

La frutta invernale racchiusa in un cestino goloso.

La ricetta dei cestini di briseè con macedonia invernale permette di creare una maniera divertente e golosa di mangiare la frutta di stagione durante la stagione fredda. Merito dei cestini di pasta briseè utilizzati come piccoli vassoi che rendono i pezzi di frutta ancora più dolci e appetitosi, soprattutto per i più piccoli. In più, questa ricetta è ideale anche per chi digerisce con difficoltà il latte e soprattutto per gli intolleranti al lattosio.

Gli ingredienti utilizzati, infatti, sono di qualità e non contengono latte. I cestini di briseè con macedonia invernale sono un’ottimo dolce per chiudere la sequenza dei piatti principali del menù natalizio e per iniziare il momento dedicato ai dolci. Scegli solo frutta di stagione per poter utilizzare gli ingredienti migliori disponibili nel mese di dicembre.

Seguite le stagioni per preparare i  Cestini di briseè con macedonia

A Natale, i supermercati sono pieni di frutta di ogni genere, compresa quella estiva. Tuttavia, scegliere alimenti di stagione vuol dire rispettare l’ambiente, spendere meno e poter gustare il vero sapore del prodotto. Per questo, i cestini di briseè con macedonia invernale contengono principalmente frutta invernale come banane, mandarini, uva e kiwi. Una macedonia fresca ma allo stesso tempo nutritiva che vi darà la possibilità di fare una piccola pausa prima dell’arrivo dei dolci.

Oltre alla frutta fresca, i cestini di briseè con macedonia invernale prevedono l’elaborazione di una piccola base di pasta briseè preparata con ingredienti genuini: farina 00 bio, acqua e olio extravergine d’oliva. La preparazione di questi cestini è piuttosto semplice e vi garantirà un risultato gustoso e allo stesso tempo bello da vedere.

Una “decorazione” natalizia

Questa ricetta si può utilizzare per creare ogni tipo di macedonia, in ogni stagione, a patto di usare frutta di stagione. Per rendere ancor più natalizi i cestini di briseè con macedonia invernale aggiungete delle foglioline di menta per decorare ma anche per dare un sapore e un odore fresco al piatto. In più, potete utilizzare una parte della pasta briseè per abbellire la macedonia con stelline o qualsiasi altro simbolo natalizio.

I cestini di briseè con macedonia invernale sono una fonte di energia, di vitamine e di sali minerali che conquisteranno i vostri ospiti e che abbelliranno la vostra tavola natalizia. Non dimenticate di scegliere i migliori ingredienti per creare un piatto semplice e gustoso. Inizia il conto alla rovescia per il pranzo di Natale!

Ed ecco la ricetta dei Cestini di briseè con macedonia

Ingredienti per 4 cestini

Per la briseè:

  • 200 g farina 00 bio
  • 40 g olio extravergine d’oliva dal gusto delicato
  • 90 g acqua naturale

Per la macedonia:

  • 30 acini d’uva bianca, nera o rosata senza semi
  • 1 kiwi ,  1 banana, 1 mandarino o clementina
  • Chicchi di ½ melagrana
  • Foglioline di menta per decorare
  • 1 cucchiaio colmo di miele liquido millefiori
  • 3 cucchiai marsala
  • 2 cucchiai succo di limone

Preparazione:

Per prima cosa preparate la briseè; in una capiente ciotola mettete la farina a fontana, al centro versate l’emulsione di olio ed acqua ed iniziate ad impastare (potrebbe darsi che ci voglia ancora un goccio d’acqua, in tal caso aggiungetene voi quanta ne occorre).

Impastate abbastanza energicamente fino ad ottenere un bel composto sodo, elastico e malleabile; avvolgetelo in pellicola alimentare e fatelo riposare in frigo per una quindicina di minuti.

Trascorso questo tempo, togliete la briseè dal frigo e stendetela col mattarello su un piano da lavoro leggermente infarinato, ottenendo una sfoglia dello spessore di circa 5 mm.

Con un coppa-pasta ottenete dei dischi del diametro di circa 13-14 cm; rivestite con questi degli stampi da tartelletta o da tortina singoli, leggermente unti d’olio e infarinati.

Bucherellateli con i rebbi di una forchetta, poi rivestiteli all’interno con un cerchio di carta forno e versateci dei fagioli secchi o dei pesini per la cottura in bianco.

Con i ritagli di pasta e con uno stampino da biscotti formate delle piccole stelline che serviranno per la decorazione dei cestini.

Cuocete gli stampini di briseè in forno pre-riscaldato a 180° per circa 15 minuti; devono dorarsi appena; una volta cotti, toglieteli dal forno ed infornate una teglia con le stelline che andranno cotte per 8-10 minuti circa.

Una volta estratti gli stampini con i cestini di briseè dal forno, togliete sia i fagioli che la carta forno, poi una volta vuoti lasciateli raffreddare completamente su una gratella da pasticceria.

Preparate nel frattempo la macedonia di frutta invernale: pelate e fate a dadini il kiwi, sbucciate ed affettate la banana, lavate ed asciugate bene gli acini d’uva ed eventualmente tagliate a metà quelli più grossi.

Mettete questi frutti in una ciotola, irrorando col succo del limone, aggiungendo il miele emulsionato col marsala e amalgamate bene il tutto.

Pelate a vivo gli spicchi di mandarino o clementina e metteteli da parte insieme ai chicchi di melagrana.

Componete i cestini di briseè, distribuendo in ciascuno la macedonia, decorando in superficie con spicchi di mandarino o clementina e con abbondanti chicchi di melagrana; finite con una fogliolina di menta fresca, qualche stellina di briseè e portate immediatamente in tavola.

5/5 (396 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Pate di pernice rossa con polenta

Patè di pernice rossa con polenta, un ottimo...

Patè di pernice rossa su crostini di polenta, un antipasto gourmet Il patè di pernice rossa su crostini di polenta è una pietanza molto particolare. In primis, perché è realizzata con una carne...

Stella di Natale

Stella di Natale, il dolce perfetto per le...

Perché è così speciale il nostro dolce Stella di Natale? La Stella di Natale non è una torta come le altre. Lo potete notare già dalla foto e dalla sua forma particolare con un impatto visivo...

Cappone ripieno al tartufo

Cappone ripieno al tartufo, un secondo da ristorante

Perché il cappone ripieno al tartufo è così speciale? Il cappone ripieno al tartufo non è un secondo piatto come gli altri. Le ragioni per affermarlo sono numerose, in primis perché prevede...

Torta Albero di Natale

Torta Albero di Natale al profumo di menta

Torta Albero di Natale, un dessert al profumo di menta La nostra mente è sempre propensa alle festività ed eccoci a fantasticare su questa torta albero di Natale. Nessun simbolo potrà essere mai...

Spaghetti con bottarga di pesce

Spaghetti con bottarga di pesce per un cenone...

Spaghetti con bottarga di pesce spada, ingredienti di qualità per una ricetta semplice Gli spaghetti con bottarga di pesce spada rappresentano un primo piatto degno dei cenoni di Natale più...

Carrubine

Carrubine, il tipico dolcetto natalizio

Cosa sono le carrubine? Le carrubine sono dei dolcetti deliziosi, perfetti per ogni occasione ma indicati soprattutto a Natale, quando la voglia di dolci raggiunge il suo apice e ci si può...


Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


12-12-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti