Crostata festa della Bastiglia, un dolce per il 14 luglio

Crostata festa della Bastiglia
Commenti: 4 - Stampa

Crostata festa della Bastiglia, un dolce per una rinomata ricorrenza francese

La crostata festa della Bastiglia è esattamente ciò che suggerisce il nome, ossia un dolce per celebrare questa importante ricorrenza francese. D’altronde, lo potete notare dalla foto, l’aspetto rievoca il tricolore della Francia. Il bianco è dato dalla crema (o dalla banana), il rosso dai lamponi e il blu dai mirtilli. Si tratta dunque di un’idea semplice ma carina, che gioca sui colori ma anche con i sapori. E’ anche una ricetta molto semplice da preparare, soprattutto se si impiegano gli ingredienti giusti.

Tra questi spicca la base frolla Mulino Bertotti di Exquisa. Alcuni potrebbero storcere il naso al cospetto di una ricetta che prevede una base pronta, tuttavia non si tratta di una idea balzana se la base è di ottima qualità. Anzi questa scelta è in grado di fare la differenza in positivo.

La base frolla Mulino Bertotti di Exquisa è molto saporita, facile da lavorare e in grado di sposarsi con qualsiasi tipo di farcitura o decorazione. E’ realizzata come vuole la tradizione, dunque in totale assenza di ingredienti potenzialmente nocivi. Per esempio, è del tutto priva di grassi idrogenati, che alla lunga possono nuocere all’organismo.

Quale formaggio scegliere?

Tra i punti di forza della crostata festa della Bastiglia vi è la farcia, ovvero una deliziosa crema al formaggio spalmabile. Per realizzare questo tipo di crema è importante scegliere il prodotto giusto, dal momento che la resa del ripieno dipende proprio da questo ingrediente.

A tal proposito, vi consiglio di utilizzare il formaggio Fresco Cremoso Senza Lattosio di Exquisa. Si tratta di un formaggio senza di lattosio, che rende questa ricetta compatibile con le esigenze di chi soffre di intolleranze alimentari. Il processo di rimozione del lattosio è al 100% naturale, e consiste nell’applicazione dell’enzima lattasi alla materia prima, in questo modo il lattosio si scinde nei più digeribili glucosio e galattosio.

Crostata festa della Bastiglia

Le conseguenze dal punto di vista organolettico sono nulle, i due formaggi (con e senza lattosio) sono indistinguibili l’uno dall’altro. Per il resto, il formaggio di Exquisa spicca per l’assenza di conservanti e per un processo di produzione che replica le migliori tradizioni artigianali, oltre a garantire la qualità delle materie prime.

In occasione di questa ricetta il formaggio va unito agli altri ingredienti della crema: succo di limone, vaniglia e zucchero a velo. Infine, si da una bella mescolata a si lavora per rendere il tutto omogeneo. Et voilà, la crema per la  vostra crostata è pronta.

Gli insospettabili pregi della vaniglia

Come abbiamo visto la vaniglia è un ingrediente importante per la crostata festa della Bastiglia. Di certo esalta la crema dal punto di vista organolettico, conferendole un aroma gradevole. Niente di insolito, visto che l’applicazione della vaniglia è pensata esattamente per questo scopo.

Ciò che pochi conoscono, invece, sono le straordinarie proprietà nutrizionali della vaniglia, che risultano migliori di quanto si possa immaginare. Innanzitutto, la vaniglia contiene la vanillina. Si tratta di un polifenolo con azione antiossidante, che contrasta gli effetti dei radicali liberi e aiuta l’organismo nei processi di riproduzione cellulare.

La vaniglia è inoltre un antisettico naturale, così come tanti ingredienti con funzione di spezia. Infine è un discreto calmante, in grado di impattare positivamente sui livelli di stress. Si difende molto bene anche in termini di vitamine e sali minerali, infatti contiene molte vitamine del gruppo B e dosi rilevanti di potassio. In occasione di questa ricetta, come in tante altre, si utilizza un estratto di vaniglia, che conserva tutte le proprietà nutrizionali, esaltando ulteriormente il sapore.

Ecco la ricetta della crostata festa della Bastiglia:

Ingredienti per 6 persone:

  • 1 base frolla Molino Bertotti di Exquisa o base consentita senza glutine,
  • 400 gr. di formaggio Exquisa Fresco Cremoso Senza Lattosio,
  • 80 gr. di zucchero a velo,
  • 1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia,
  • succo di mezzo limone,
  • q. b. di mirtilli, banane e lamponi.
  • q. b. di legumi secchi.

Preparazione:

Per la preparazione della crostata festa della Bastiglia prendete una ciotola e trasferite tutti gli ingredienti per la crema (formaggio cremoso, succo di limone, zucchero a velo ed estratto di vaniglia). Mescolate con una spatola fino a ricavare una crema dalla texture densa. Poi trasferitela nella sac à poche e conservatela in frigo fino al suo utilizzo. Ora stendete la base di frolla con la sua carta da forno all’interno di una teglia. Intanto lavate la frutta e tagliatela a pezzi piccoli. Le banane, però, sistematele in una ciotola con il succo di limone affinché non anneriscano.

Con una semplice forchetta applicate dei leggeri buchi sulla superficie della frolla. Adagiate su di essa i legumi secchi, per evitare che la frolla si gonfi eccessivamente, e cuocete al forno per 25 minuti. Quando la frolla è pronta, prelevatela dal forno e attendete che si raffreddi. Infine, decorate con la crema al formaggio e con la frutta che avete a disposizione, replicando la bandiera della Francia così come vedete in foto. Al posto della banana, se lo gradite, potete mettere in alternativa dei ciuffetti di crema.

5/5 (487 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

4 commenti su “Crostata festa della Bastiglia, un dolce per il 14 luglio

  • Gio 15 Lug 2021 | Matteo ha detto:

    certo che buona questa, da abbinare però un buon champagne ;)

  • Sab 17 Lug 2021 | Stefano ha detto:

    Onorare le feste in cucina è idea molto originale e carina. Ho visto che hai tante ricette per le varie festività e ho visto ricette davvero interessanti

    • Sab 17 Lug 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Stefano mi piace molto pensare alle festività. Spero che questi menù riescano a far ritrovare il gusto e il piacere di mangiare a chi ha problemi di intolleranza. Anche “senza” si puo’ mangiare con gusto.

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Creme caramel

Crème caramel, un classico della cucina francese

Crème caramel, un dolce delizioso e apprezzato da tutti Oggi vi parlo della crème caramel, uno dei dolci al cucchiaio più conosciuti d’Europa associato alla cucina francese, d’altronde il...

Cupcakes per Halloween

Cupcake per Halloween, idee per una festa perfetta

Cupcake per Halloween, un impasto anti intolleranze Oggi vi presento due varianti di cupcake per Halloween, due modi per vivacizzare una festa che pone al primo posto la “presenza scenica”, come...

Fantabudino di zucca

Fantabudino di zucca, il dessert perfetto per Halloween

Fantabudino di zucca, un dessert facile da preparare Ve ne sarete già accorti spulciando la foto, il fantabudino di zucca è un dolce, o per meglio dire un dessert, non solo buono ma anche...

Cioccolata calda con marshmallow

Cioccolata calda con marshmallow, una pausa golosa

Cioccolata calda con marshmallow, un abbinamento perfetto La cioccolata calda con marshmallow è una bevanda ottima per i pomeriggi invernali, o per una pausa all’insegna della dolcezza e del...

Charlotte con crema di castagne

Charlotte con crema di castagne, una deliziosa scoperta

Charlotte con crema di castagne, sapori d’autunno Oggi vi presento la charlotte di castagne (o meglio con crema di castagne), una torta davvero speciale e in grado di conquistare occhi e palato....

budino sbagliato

Il budino sbagliato di Carlo Cracco per stupire...

Il budino sbagliato, quando la creatività incontra la tradizione Il budino sbagliato è una ricetta di Carlo Cracco, il famoso chef stellato ha deciso di interpretare liberamente la ricetta del...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


13-07-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti