Stecchi di carne e bietola, uno street food sano

Stecchi di carne e bietola
Commenti: 0 - Stampa

Stecchi di carne e bietola, un secondo davvero unico e gustoso

Gli stecchi di carne e bietola sono una preparazione molto singolare, un esponente dello street food pensato per risultare appetitoso ma allo stesso tempo raffinato. L’idea di fondo è creativa e in grado di rendere dal punto di vista estetico, del gusto e della semplicità di preparazione. Si tratta, infatti, di preparare delle polpette a forma di stecco, che verranno leggermente panate e cotte al forno. In questo modo, si ottiene un secondo che si mangia come se fosse un ghiacciolo.

Per quanto concerne la carne, la ricetta suggerisce del semplice macinato. Sotto questo profilo avete il più ampio margine di discrezione. Tuttavia, vi consiglio di andare sul sicuro e optare per la classica carne di manzo. Questo tipo di carne è adatto per la preparazione delle polpette, non è eccessivamente grasso ed è abbastanza nutriente. Le proteine sfiorano il 21%, mentre i grassi raramente superano il 15%. E’ inoltre ricca di vitamine (principalmente del gruppo B) e sali minerali. L’apporto calorico si attesta sulle 250 kcal per 100 grammi.

Gli insospettabili benefici della bietola

Gli stecchi di carne e bietola vantano la presenza delle bietole cotte al vapore. Una preparazione salutare e poco calorica, che si sposa alla perfezione con il sapore corposo e allo stesso tempo non lineare della carne. La bietola è molto semplice da gestire, l’unica difficoltà (se così si può chiamare) riguarda la pulizia. Essa deve essere certosina, anche perchè le foglie più esterne in genere sono troppo coriacee per essere commestibili. Inoltre, vanno passate sotto abbondante acqua corrente, in quanto nel prodotto fresco permangono in genere molti residui di terra.

Stecchi di carne e bietola

Dal punto di vista nutrizionale, le bietole sono verdure ipocaloriche e molto nutrienti. Si caratterizzano per le elevate concentrazioni di potassio, ferro e vitamina C. Contengono anche il betacarotene, una sostanza presente nelle zucche e nelle carote, che funge da precursore della preziosa vitamina A. Un altro punto a favore di queste verdure è la presenza dell’acido folico, che interviene in modo positivo sui meccanismi di riproduzione cellulare. Le bietole sono, infine, ricche di sostanze antiossidanti, che proteggono dagli effetti dei radicali liberi e aiutano a prevenire alcuni tipi di tumori.

Il sublime tocco della granella di nocciole

Un’altra “stranezza” di questi stecchi di carne e bietola riguarda la panatura. Se le normali polpette vengono cosparse di pangrattato, gli stecchi, invece, vengono cosparsi di granella di nocciole. Può sembrare una scelta poco consona sia dal punto di vista organolettico che nutrizionale, ma si rivela davvero azzeccata. In primis, perché le nocciole spezzano il sapore lineare della carne (e comunque sono di per sé buone). Secondariamente perché questo tipo di frutta secca, nonostante l’immaginario collettivo, è valida sotto il profilo nutrizionale.

D’altronde, la categoria dei semi e della frutta secca contiene grassi buoni, capaci di impattare positivamente sull’apparato cardiovascolare. Ottimo è anche l’apporto di  vitamina E, che è tra le più preziose in assoluto per le sue capacità antiossidanti. Senza contare l’apporto di fibre, che è davvero sopra la media, dunque in grado di favorire il buon funzionamento dell’apparato digerente. Nelle dosi richieste da questa ricetta, poi, le nocciole non sono nemmeno così caloriche.

Noi li abbiamo pensati a mo’ di ghiaccioli da passeggio perchè li abbiamo preparato per un evento di strada. Li abbiamo preparati durante il giorno per poi cuocerli al  momento. Nessuno vieta di farci delle polpette con l’impasto.  Un’altra sostituzione possibile sono le bietole. Potete tranquillamente sostituirle con degli spinacini. L’impanatura io l’ho fatta utilizzando la granella di nocciole ma se non potete o non volete utilizzarla potete sostituirla con del pangrattato consentito o con della farina di mais.

Ecco la ricetta degli stecchi di carne e bietola:

Ingredienti:

  • 250 gr. di bietole,
  • 60 gr. di mollica di pane raffermo consentito,
  • 300 gr. di carne macinata,
  • 1 uovo,
  • 1 cucchiaino di timo o di maggiorana,
  • 30 ml. di latte consentito,
  • 50 gr. di Parmigiano grattugiato,
  • 3 cucchiai di granella di nocciole,
  • q. b. di sale.

Preparazione:

Per la preparazione degli stecchi di carne e bietola iniziate facendo a briciole la mollica di pane, poi immergetela nel latte e fatela ammollare per circa 10 minuti. Ora occupatevi delle bietole, tagliate via le foglie del gambo e le eventuali parti danneggiate. Estraete le foglie pulite e trasferitele in una bacinella, in modo da lavarle più volte sotto l’acqua corrente ed eliminare ogni residuo di terra. Poi riempite una pentola con acqua salata, mettete sopra la vaporiera e versateci dentro le bietole. Cuocete così per 10 minuti, poi sollevate il cestello e scolate le bietole. Fatele raffreddare e, infine, strizzatele accuratamente.

Unite le bietole alla carne macinata e aggiungete anche la mollica strizzata (ma non troppo), il Parmigiano grattugiato e l’uovo. Infine, condite con un po’ di sale, un po’ di pepe e un cucchiaino di timo, poi mescolate fino ad amalgamare per bene il tutto. Ora formate dei “ghiaccioli” dall’impasto e passateli nella granella di nocciole, premendo leggermente affinché aderisca. Infine, infilzateli con degli stecchi di legno e riponeteli su una teglia rivestita con carta da forno. Cuocete al forno (preriscaldato) a 190 gradi per 20 minuti, girandoli a metà cottura. Trascorso questo lasso di tempo, impostate la modalità grill e doratele per altri 5 minuti. Infine, sfornate gli stecchi e serviteli ben caldi.

5/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Tacos con speck e funghi

Tacos con speck e funghi, un fast food...

Tacos con speck e funghi, non solo tradizione messicana I tacos con speck e funghi rappresentano l’unione tra la tradizione messicana e quella italiana. I tacos sono una preparazione simbolo della...

samosa

I samosa, un gradevole esempio di rosticceria indiana

I samosa, la cucina indiana che non ti aspetti I samosa sono degli antipasti tipici della cucina indiana, assimilabili ai nostri pezzi di rosticceria. Sono esponenti di un volto poco conosciuto...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Panino con lampredotto

Panino con lampredotto, uno snack di altri tempi

Panino con lampredotto, un fast-food in versione popolare Il panino con lampredotto è un magnifico esemplare di street food (cibo di strada). E' un cibo “rustico”, con secoli di storia alle...

Tacos vegetariani

Tacos vegetariani, variante per chi non ama la...

Tacos vegetariani, una lista di ingredienti perfetta Il concetto stesso di tacos vegetariani potrebbe far storcere il naso a molti, soprattutto agli amanti della cucina messicana. D’altronde, i...

Millefoglie di tortillas con pollo

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, una...

Millefoglie di tortillas con pollo e peperoni, un’idea geniale e gustosa La millefoglie di tortillas è un modo alternativo per valorizzare le celebri tortillas messicane. D’altronde, lo si...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


17-04-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti