bg header

Ravioli con porro e patate, un primo cremoso

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Ravioli con porro e patate

Ravioli con porro e patate, ingredienti semplici per un grande effetto

I ravioli con porro e patate sono un primo piatto davvero semplice da preparare ma che rende molto, sia sotto il profilo organolettico che da quello puramente visivo. Si presenta come una pietanza cremosa, dalla texture gradevole e ricca di sapori. In genere i ravioli si accompagnano con creme semplici, magari a base di burro. In questo caso la crema viene valorizzata dalla presenza del porro e delle patate. Anzi, si può affermare che questa salsa sia in realtà una crema di porro e patate. Essa è realizzata banalmente rosolando il porro nel burro, aggiungendo le patate già bollite, integrando il brodo e portando a cottura, fino a ricavare una salsa cremosa.

Si tratta di un condimento corposo, ma allo stesso tempo nutriente e genuino. Al sapore deciso delle patate si aggiunge quello delicato, ma leggermente pungente dei porri. Inoltre, questi ortaggi vantano proprietà nutrizionali rilevanti, come dimostra la quantità superiore alla media di vitamine e sali minerali. Il tutto è compensato da un apporto calorico minimo, che consente il consumo anche a chi sta seguendo diete estremamente rigide e ipocaloriche.

Che tipo di ravioli usare?

La ricetta dei ravioli con porro e patate che vi presento oggi nasconde un piccolo segreto. Sì, stiamo parlando di un primo classico ai ravioli, tuttavia non si tratta di ravioli comuni. Ho optato, infatti, per i ravioli di Casa Buratti, un’azienda 100% italiana che si sta ritagliando ampio spazio nel segmento della produzione di pasta. Di Casa Buratti stupisce la capacità di rispettare la tradizione ma, allo stesso tempo, proporre spunti nuovi e interessanti, come i ravioli che abbiamo utilizzato per la nostra ricetta. Infatti, questo tipo di ravioli sono senza uova.

Ravioli con porro e patate

E’ proprio la mancanza di uova che dà vita a sentori leggermente diversi, ma comunque gradevoli e molto interessanti. L’assenza di uova, inoltre, consente il consumo anche agli intolleranti a questo alimento, che sono più di quanto possiate immaginare. Per il resto, i ravioli di Casa Buratti sono buoni, realizzati con le migliori farine e materie prime, seguendo scrupolosamente la tradizione.

Perché utilizzare il burro chiarificato?

Se avete spulciato la lista degli ingredienti dei ravioli con porro e patate, avrete già notato la presenza del burro chiarificato. Non si tratta di un alimento raro, benchè siano in pochi in Italia ad utilizzarlo con una certa frequenza, infatti si preferisce in genere il burro standard. Eppure rispetto a quest’ultimo il burro chiarificato apporta alcuni vantaggi. In primis, la capacità di resistere alle elevate temperature e dunque di fungere da “grasso di cottura”, un po’ come il nostro olio. Non a caso nei paesi d’oltralpe, dove il consumo di burro chiarificato è maggiormente attestato, viene impiegato addirittura per friggere. In questo caso, invece, viene utilizzato per rosolare il porro.

Questa sostanziale differenza è dovuta al fatto che il burro chiarificato è privo di caseina, una sostanza che tende a bruciarsi con relativa facilità. Inoltre, il burro chiarificato è totalmente privo di lattosio, a differenza del burro standard, che contiene comunque piccole dosi. Il burro chiarificato, poi, si caratterizza per un gusto più tenue ed equilibrato, che può valorizzare gli altri ingredienti piuttosto che coprirli. Certo, è un po’ più grasso e calorico, a causa dell’assenza della caseina. In ogni caso, almeno in questa ricetta, vanno impiegate dosi davvero ridotte che non incidono sulla linea.

Ecco la ricetta dei ravioli con porro e patate:

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 confezioni di Ravioli di Casa Buratti,
  • 150 gr. di formaggio cremoso caprino,
  • 1 porro,
  • 300 gr. di patate,
  • 2 mestoli di brodo,
  • 50 gr. di burro chiarificato,
  • q. b. di sale,
  • q. b. di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione dei ravioli con porro e patate iniziate lessando le patate tagliate a cubetti in acqua moderatamente salata. Scolatele per bene e tenetele da parte. Poi affettate finemente il porro e passatelo in padella con il burro, infine integrate con il brodo caldo e cuocete a fiamma bassa. A metà cottura aggiungete le patate sbucciate e terminate la cottura. Ora lessate i ravioli in acqua salata. Poi trasferite la crema di porro e patate in una padella, versate pochissimo brodo e aggiungete i ravioli. Mescolate e mantecate il tutto con il formaggio cremoso. Completate con una macinata di pepe e servite.

5/5 (412 Recensioni)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchetti con gamberetti

Gnocchetti con gamberetti, un primo per la Festa...

Un condimento speciale per gli gnocchetti con gamberetti e zafferano Gli gnocchetti con gamberetti si prestano a condimenti di varia natura, ma reputo che il condimento proposto in questa ricetta...

Pici all’aglione

Pici all’aglione, un piatto contadino della cucina toscana

Come si prepara il sugo all’aglione Preparare il sugo per i pici all'aglione è davvero semplice, basta ricavare dal bulbo dell’aglio una certa quantità di spicchi (almeno uno a persona) e...

Zuppa di legumi con funghi e castagne

Zuppa di legumi con funghi e castagne, una...

Come scegliere i legumi La ricetta della zuppa di legumi con funghi e castagne è pensata per garantire ampia flessibilità nella scelta degli ingredienti. Di base potete utilizzare i legumi che...

logo_print