logo_print

Filetti di pollo ai pistacchi, una delizia molto semplice

Filetti di pollo ai pistacchi
Stampa

Perché sono così buoni i filetti di pollo ai pistacchi?

I filetti di pollo ai pistacchi sono un secondo sfizioso, molto semplice da preparare e a suo modo originale. Il piatto, infatti, reinterpreta il concetto di panatura, che in questo caso va oltre le componenti classiche del pangrattato e delle uova. Tra gli ingredienti principali della panatura spicca il trito di pistacchi, che contribuisce a rendere tutto più saporito e più interessante dal punto di vista organolettico. Dei pistacchi nello specifico parlerò in uno dei prossimi paragrafi, in questo vorrei soffermarmi, invece, sulla carne di pollo, che è la protagonista di questa ricetta; una carne dalle mille virtù, per quanto spesso sia data per scontata.

La carne di pollo ha molti pregi, tra cui il ridotto contenuto calorico che si attesta sulle 110 kcal per 100 grammi. Tutto ciò grazie anche ad una incidenza dei grassi minimi (almeno rispetto alle altre carni), che non va oltre il 4%. La carne di pollo è apprezzata perchè è molto digeribile, a tal punto che può essere consumata da chiunque, anche dai bambini molto piccoli. La carne di pollo eccelle anche nel contenuto di vitamine e sali minerali, con esplicito riferimento al potassio, allo zinco, al magnesio, al calcio e alle vitamine del gruppo B. In questa ricetta, il pollo va tagliato a tocchetti o listarelle, infine impanato nella farina con pangrattato e pistacchio, e cotto in una padella con poco olio.

Gli insospettabili pregi nutrizionali dei pistacchi

L’elemento dirompente dei filetti di pollo ai pistacchi, e che in un certo senso li differenzia rispetto ad altri secondi, è proprio la presenza del pistacchio. Questo infatti va tritato molto finemente, e aggiunto al pangrattato, in modo da formare un composto capace di tenere le alte temperature e consentire una buona panatura. L’inserimento del pistacchio in una ricetta che di norma non dovrebbe contenerlo non è una decisione azzardata, bensì il frutto della volontà di stupire, ma anche e soprattutto di offrire un ingrediente ricco di nutrienti.

Filetti di pollo ai pistacchi

Se siete sorpresi di vedere il pistacchio tra gli alimenti “sani” non preoccupatevi, non siete gli unici. D’altronde i pistacchi sono oggetto di molti pregiudizi, quasi tutti non corrispondenti alla realtà. E’ vero, sono molto calorici ma contengono grassi insaturi che fanno bene all’organismo. Un esempio è dato dagli omega tre, contenuti in quasi tutta la frutta secca e quindi anche nel pistacchio. Tra parentesi, queste sostanze contribuiscono alla salute dell’apparato cardiocircolatorio e al buon funzionamento cognitivo. I pistacchi si difendono molto bene anche sul fronte delle vitamine e dei sali minerali: contengono fosforo, calcio, potassio, ferro,vitamina E, B1 e B6.

Il delicato tocco del rosmarino

E’ raro trovare un secondo che non sia guarnito con delle spezie, e i filetti di pollo ai pistacchi non fanno eccezione. A dire il vero ho scelto un approccio molto equilibrato, infatti l’uso delle spezie è abbastanza ridotto, in modo da non coprire altri ingredienti, come la carne e il pistacchio. Una spezia, però, c’è ed è il rosmarino. Sul contributo gustativo del rosmarino è quasi superfluo soffermarsi, dal momento che si tratta di una spezie incredibilmente diffusa. Molto però si può dire dal punto di vista nutrizionale, e persino terapeutico.

Infatti, come tante spezie, il rosmarino esercita alcune proprietà blandamente curative, nello specifico antinfiammatorie e antibatteriche (contribuisce anche a calmare i sintomi del raffreddore). Il rosmarino è anche un ingrediente depurativo, in particolar modo per il fegato, e capace di regolarizzare la funzione digerente. Il rosmarino, va detto, ha un sapore non solo tipico, ma anche abbastanza forte, per questo motivo sarebbe bene non esagerare con le dosi.

Ecco la ricetta dei filetti di pollo ai pistacchi:

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 gr. di petti di pollo;
  • 2 cucchiai di pistacchi tritati;
  • 1 rametto di rosmarino;
  • 1 peperoncino verde;
  • succo di 1 limone;
  • q.b. pane grattugiato consentito;
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva;
  • q. b. di sale.

Preparazione:

Per la preparazione dei filetti di pollo ai pistacchi iniziate riducendo il petto di pollo a fettine uniformi dallo spessore di 1 cm (come se fossero tagliati a listarelle per capirci). In una ciotola versate i pistacchi, il pangrattato e pochissimo sale, poi mescolate per bene il tutto. Cospargete di un sottile strato d’olio le listarelle di pollo, poi passatele prima nella farina e successivamente nel composto di pangrattato al pistacchio. Ora scaldate un cucchiaio d’olio extravergine d’oliva in una padella antiaderente e cuoceteci il pollo, facendolo dorare da entrambi i lati. Infine adagiate il pollo sui piatti e condite con il succo di limone, aggiungendo un po’ di sale, l’origano e il peperoncino affettato a rondelle. Se volete, potete servire con delle salsine piccanti, ad esempio con il ketchup e un po’ di peperoncino. Buon appetito!


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


17-11-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti