logo_print

Carpaccio di polpo con patate a modo mio

Carpaccio di polpo
Stampa

Continuiamo questa serie dedicata ai piatti per l’estate proponendovi una pietanza fresca e saporita. Il carpaccio di polpo con patate preparato a modo mio, è un secondo ricco di nutrimento e particolarità. La salsina di accompagnamento, fatta con capperi ed olive verdi, assieme al profumo di limone, arricchisce alla perfezione questo secondo.

L’abbinamento polpo e patate è piuttosto comune e ben riuscito ma siamo certi che la salsina di capperi ed olive offre alla pietanza una sterzata in più. Sapidità, carattere e cremosità, completano il piatto e lo elevano a qualcosa di completamente nuovo e diverso.

Preparando il carpaccio di polpo con patate possiamo scegliere a quale “destinazione” assegnarlo. Essendo una pietanza piuttosto leggera, non di rado, ci piace anche servirlo come antipasto. Magari nel contesto di un ricco aperitivo di mare, tra cozze gratinate, insalata di riso venere e gamberetti o un assaggio di lasagna con asparagi e salmone, questo carpaccio fa la sua bella figura.

Due calici di bollicine o vino bianco e questa pietanza può prestarsi bene anche ad un’eventuale cena romantica. Le morbide patate lesse ed il carpaccio di polpo non vi faranno incorrere nel rischio di una cena troppo pesante con conseguente sonnolenza o acidità di stomaco. Che ne dite? Vi abbiamo proposto l’idea giusta?

Carpaccio di polpo

Ma come si prepara il carpaccio di polpo?

Per praticità, la ricetta che segue parte già con un carpaccio di polpo pronto. Potrete, infatti, acquistare il prodotto già pronto, se avete un rifornitore di fiducia, oppure prepararlo in maniera preliminare per poi condirlo con le patate la salsina di capperi ed olive. Per preparare il carpaccio di polpo, dovrete lessare il polpo in abbondante acqua speziata e con aromi a piacere. Il polpo così lessato, va posto in un contenitore alto e dalla forma cilindrica, premendolo e lasciandolo poi in frigo per almeno 24 ore.

Trascorso questo tempo, il polpo diventa compatto, della stessa forma del contenitore e può essere tagliato a fettine sottili. Condito con un po’ d’olio, di prezzemolo e di pepe, il carpaccio di polpo è già ottimo da consumare in autonomia. Tuttavia, a noi piace personalizzare le pietanze ed è per questo che ci piace ancor di più accompagnarlo con le patate e la salsina di capperi ed olive. Siamo certi che, anche voi, ne amerete il risultato! 

Ed ecco la ricetta del carpaccio di polpo con patate:

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr. di carpaccio di polpo
  • 500 gr. di patate
  • 3 cucchiai di capperi
  • 3 cucchiai d’olive verdi
  • 2 limoni
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 mazzetto di origano fresco
  • 2 cucchiai d‘olio extravergine d’oliva
  • q. b. di sale e pepe

Preparazione:

Levate il nocciolo alle olive e lavate i capperi. Posizionate il carpaccio di polpo in un vassoio e conditelo col succo di un limone. Insaporite con fettine d’aglio, un pizzico di sale ed un po’ di pepe e lasciatelo a marinare nel frigo per almeno due ore. In una pentola con abbondante acqua, mettete a lessare le patate con tutta la buccia. Quando saranno morbide, scolatele, spellatele e tagliatele a fettine da 1 cm. Condite le patate con sale, olio e buccia di limone grattugiata.

Prendete i capperi, frullateli assieme ad olive, origano e 3 cucchiai d’olio. Predisponete 4 piatti e sistemate in ognuno di essi 2 fettine di polpo al centro, 2 fette di patate ed ancora 2 fette di polpo fino a terminare gli ingredienti. Sulle torrette così ottenute, versate la salsina di capperi ed olive e spolverate con ulteriore pepe.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


23-07-2020
Scritto da: NonnaPaperina
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti