Lasagne al pesto rosso e pomodorini, deliziosa

Lasagne al pesto rosso e pomodorini
Stampa

Le peculiarità delle lasagne al pesto rosso e pomodorini

Come avrete certamente intuito dal nome, le lasagne al pesto rosso e pomodorini non sono normali lasagne. Gli elementi di differenziazione, che le rendono diverse dalle classiche lasagne alla bolognese, sono ovviamente le presenze del pesto rosso e dei pomodorini. Due aggiunte, o per meglio dire sostituzioni, che conferiscono una spiccata delicatezza a questo splendido primo piatto. La corposità della carne da ragù, qui assente, è sostituita dal pesto rosso, che si fa sentire certo, ma dona una maggiore linearità alla ricetta. I pomodorini, poi, garantiscono una dolcezza supplementare, che senza scadere nell’agrodolce, trasformano le lasagne in una piatto per palati davvero fini.

Tra l’altro, il pesto rosso è davvero buono persino se consumato da solo, figuriamoci se inserito in una lasagna. E’ infatti realizzato non con le foglie di basilico, bensì con i pomodori secchi. Ha dunque un sapore più deciso, forse più rustico del normale “pesto verde”. In questa ricetta gioca un ruolo particolare, infatti viene aggiunto quasi subito alla passata di pomodoro, in modo da creare una salsa diversa, dal sapore davvero particolare. Per il resto la ricetta è piuttosto semplice, non presenta difficoltà di sorta e, anzi, ha molto in comune con quella delle lasagne tradizionali. Si tratta molto banalmente di alternare strati di lasagne vere e proprie a strati di condimento. L’unico elemento di rottura consiste nel passaggio finale: a un quarto d’ora dalla cottura vanno inseriti i pomodorini e il parmigiano.

Il segreto delle lasagne al pesto rosso e pomodorini

Il segreto della lasagne al pesto rosso e pomodorini non è dato dal pesto rosso e nemmeno dai pomodorini, che pure rappresentano delle idee davvero originali. Il vero segreto di questa ricetta sono le lasagne senza glutine Granoro. Ho scelto appositamente questo prodotto per due motivi. In primis perché sono semplicemente buonissime. Secondariamente perché, tra le varie lasagne senza glutine, sono quelle che meglio incarnano la tradizione italiana, e ciò si riflette sia sui valori nutrizionali sia sulle tecniche di produzione.

Lasagne al pesto rosso e pomodorini

Le lasagne gluten-free sono un’aggiunta importante, anche perché, non contenendo glutine, possono essere consumate da chi soffre di intolleranza a questa sostanza e persino dai celiaci. Il tutto senza intaccare la struttura delle lasagne dal punto di vista nutrizionale. Lo si capisce dall’apporto calorico, che è “normalissimo” (356 kcal ogni 100 grammi), come anche dalla quantità di proteine, che è più che dignitosa (il 6,7%). I grassi, poi, sono ridotti al minimo. In un etto di prodotto, ce ne sono a malapena 1,1 grammi, di cui solo un quarto sono grassi saturi (quelli che fanno più male).

Perchè abbiamo optato per i pomodorini gialli?

I pomodorini gialli sono in grado di valorizzare realmente le lasagne al pesto rosso, di conferire un tocco finale, di fornire un sentore particolare e, allo stesso tempo, di incidere sul piano visivo. Nello specifico, i pomodorini gialli vengono aggiunti quasi sul finire della ricetta, quando manca un quarto d’ora circa al termine della cottura. Il loro scopo, tra l’altro, è sostituire parzialmente la crosta che si forma nella lasagne normali, con uno strato sì croccante ma dal sapore meno sapido, più dolce e più delicato. I pomodorini gialli, infatti, sono molto apprezzati per la loro dolcezza, a tal punto che in genere si consumano a crudo.

Ma i pregi dei pomodorini gialli non finiscono qui. Infatti, vantano molte proprietà nutritive. In primis, sono una formidabile fonte di vitamine, e in particolare la A e la C (che è presente in quantità superiori a quelle degli agrumi). Contiene anche molte vitamine del gruppo B, e in particolare la niacina, la tiamina e la piridossina. I pomodorini gialli, come tutti i pomodori del resto, contengono svariati antiossidanti, i quali contrastano l’azione dei radicali liberi e, dunque, aiutano a prevenire i tumori.

Ecco la ricetta delle lasagne al pesto rosso e pomodorini:

Ingredienti per 4 persone:

  • 16 lasagne Granoro senza glutine,
  • 100 gr. di pesto rosso,
  • 200 ml. di salsa di pomodoro,
  • 200 gr. di mozzarella consentita;
  • 15 pomodorini gialli,
  • 4 cucchiai di parmigiano reggiano 24 mesi grattugiato,
  • q. b. di sale,
  • q. b. di pepe nero.

Preparazione:

Mescolate il pesto rosso e la salsa di pomodoro, in modo che il primo si diluisca nel secondo. Tagliate la mozzarella in cubetti molti piccoli, ricavandone quasi un trito. Coprite una teglia con della carta forno e adagiateci un primo strato di lasagne, poi uno strato di “salsa di pomodoro al pesto rosso” e un terzo strato di mozzarella tritata. Ripetete il procedimento rispettando esattamente la sequenza appena indicata.

Coprite il tutto con un altro po’ di carta forno e cuocete al forno per mezz’ora a 180 gradi (il forno deve essere già riscaldato). Trascorso questo tempo rimuovete la carta ed aggiungete i pomodorini gialli tagliati a fettine regolari in modo da coprire tutta la lasagna. Date, infine, un’abbondante spolverata di parmigiano reggiano, aggiungete un po’ di pepe e cuocete ancora in forno per un quarto d’ora. Servite il piatto leggermente intiepidito e buon appetito!

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


20-05-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti