Quadrotti fondenti ciocco-caffè per la Festa del Papà

Quadrotti fondenti
Commenti: 0 - Stampa

Cosa sono i quadrotti fondenti ciocco-caffè?

I quadrotti fondenti ciocco-caffè sono un dolce delizioso, adatto alle occasioni in cui l’allegria e la convivialità la dovrebbero fare da padrone. Io la consiglio per la Festa del Papà, visto che sono in grado di mettere allegria. La ricetta, infatti, prevede un abbondante e vario uso del cioccolato e del cacao. In particolare, sono presenti il cacao amaro e il cioccolato fondente. Per ciò che riguarda quest’ultimo, potete scegliere liberamente la gradazione, ma io vi consiglio di utilizzare fondenti superiori al 75%. 

Ovviamente, come suggerisce il nome, è presente anche il caffè. Tuttavia, è presente in misura equilibrata, è sufficiente una tazzina piena per soddisfare il bisogno dell’intero dolce. I quadrotti fondenti ciocco-caffè non sono solo buoni, ma anche “accessibili”. Infatti, la ricetta prevede l’impiego di ingredienti privi di glutine e lattosio. Il dolce può essere quindi consumato da chi manifesta problemi nell’assorbimento di queste sostanze.

Il ruolo della farina di riso

Nella ricetta dei quadrotti fondenti la farina di riso sostituisce la farina di grano. Questa operazione non va pensata come la ricerca di un surrogato, bensì come frutto della volontà di garantire da un lato una marcata personalità alla preparazione, dall’altro una maggiore accessibilità. La farina di riso ha infatti un suo sapore riconoscibilissimo, ma anche molto buono. Inoltre, essendo naturalmente priva di glutine, può essere consumata anche dai celiaci e dagli intolleranti alla sostanza.

La farina vanta anche alcune interessanti proprietà nutritive, in primis è poverissima di grassi, che però vengono sostituiti quasi interamente dall’amido. L’apporto di proteine è buono, per quanto minore rispetto a quello delle farine integrali. Buona è anche la concentrazione di vitamine e sali minerali. Infine, l’apporto calorico non è alto, ma leggermente superiore a quello della farina di grano.

Quadrotti-fondenti- ioccocaffe

Tutti i pregi del cioccolato fondente

In genere si pensa che il cioccolato faccia male o addirittura faccia ingrassare. Questo è vero solo in minima parte, anche perché c’è una variante di cioccolato che invece fa molto bene, il fondente, utilizzato nei nostri quadrotti fondenti. Questa tipologia, come molti di voi sapranno, si caratterizza per una maggiore presenza di cacao e una minore presenza di zucchero, che variano in base alla gradazione (può andare dal 70% al 90%). In realtà, il cioccolato fondente è più calorico del cioccolato al latte, in quanto è presente più cacao, alimento che ha un apporto calorico maggiore.

In ogni caso, presenta alcuni vantaggi indiscutibili. Certo, contiene vari sali minerali, e in quantità rilevanti (il riferimento è al magnesio, al potassio e al ferro). Tuttavia, ciò che stupisce del cioccolato fondente è la presenza e la concentrazione di polifenoli e antiossidanti. In virtù di ciò, il fondente aiuta a contrastare l’azione dei radicali liberi e a prevenire l’insorgenza di tumori. Il cioccolato fondente, da questo punto di vista, è migliore del cioccolato al latte in quanto il latte degrada gli antiossidanti annullandone, di fatto, gli effetti. Inoltre, il cioccolato fondente aiuta a migliorare il rapporto tra colesterolo buono e colesterolo cattivo.

Cioccolato fondente chi non lo ama?

Grandi e piccini lo apprezzano un po’ tutti, chi fondente, chi bianco, chi al latte. Di scelta ce n’è per tutti i gusti!

Questo dono della natura deriva dalla pianta del cacao, originaria dell’Amazzonia, i cui frutti, a forma di grosse bacche, contengono numerosi semi molto amari e ricchi di grassi e caffeina.

Pensate che, da alcuni ritrovamenti storici, si è scoperto che già i Maya impiegavano questa pianta per realizzare una bevanda energetica, che bevevano fredda, ricavata dall’ essiccazione dei semi che poi macinavano a temperatura ambiente ottenendo il burro di cacao.

Questo veniva stemperato in acqua, aromatizzato con vaniglia o cannella ed infine dolcificato con il miele. Col tempo questa bevanda subì alcune modifiche, lo zucchero sostituì il miele e si iniziò a servire calda. La vera svolta avvenne però con l’arrivo di olandesi ed inglesi i quali misero a punto la ricetta di questa elisir della felicità che portò col tempo alla realizzazione della moderna cioccolata.

Ai giorni nostri i maggiori produttori del cacao che poi viene esportato in tutto il mondo si trovano a ridosso della zona equatoriale africana (Costa D’Avorio, Ghana, Nigeria, Camerun), asiatica (Indonesia, Papua Nuova Guinea, Malaysia), dell’America Meridionale (Brasile, Ecuador, Colombia) e Centrale (Repubblica Dominicana, Guatemala, Messico).

Ecco la ricetta dei quadrotti fondenti ciocco-caffè:

Ingredienti per 10-12 quadrotti:

  • 270 gr. di zucchero di canna;
  • 100 gr di olio di semi di girasole;
  • 70 gr. di cacao amaro in polvere;
  • 70 gr. di farina di riso;
  • 3 cucchiai di gocce di cioccolato fondente;
  • 1 tazzina di caffè espresso intenso fatto raffreddare;
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci senza glutine;
  • 2 uova medie;
  • 1 pizzico di sale;
  • 1 bacca di vaniglia;
  • zucchero a velo per spolverizzare.

Preparazione:

Per la preparazione dei quadrotti fondenti ciocco-caffè iniziate riscaldando il forno a 170 gradi posizionandolo in modalità statica. Cospargete di olio uno stampo rettangolare di 20 x 25 cm, con altezza 5 cm. In una ciotola grande setacciate la farina insieme al cacao amaro, aggiungete il lievito, lo zucchero e un po’ di sale. In un’altra ciotola versate le uova intere, i semi di bacca di vaniglia, sbattete con energia e versate il tutto nell’altro composto. Mescolate e versate quest’ultimo composto nello stampo, pareggiando le superfici. Infine decorate con le gocce di cioccolato, distribuendole in maniera omogenea.

Fate cuocere a 170 gradi per 35 minuti, mantenendo sempre la funzione statica. Spegnete però il forno solo se il dolce si sarà gonfiato e si sarà formata qualche crepa in superficie. Se il dolce, facendo la prova dello stecchino, risulterà ancora crudo, continuate la cottura per 5-8 minuti. Se passato ancora questo lasso di tempo la superficie avrà prodotto una crosta ma l’interno non sarà ancora completamente asciutto, prolungate la cottura per altri 5 minuti. Una volta che il dolce sarà ben cotto, spegnete il forno, estraete e lasciate intiepidire. Realizzate le porzioni tagliando il dolce con un coltello affilato (per evitare che si sbricioli), date una sventagliata di zucchero a velo e servite. Potete accompagnare i quadrotti con un po’ di gelato senza lattosio al fiordilatte e alla vaniglia, o con della panna montata vegetale.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

festa del papa

Festa del papà con un menu perfetto

Una ricorrenza da celebrare in allegria La Festa del Papà è una ricorrenza carica di significati, è l’occasione per dichiarare l’affetto che si prova per il proprio padre, ma anche per...

Crostata con cioccolato e crema di formaggio

Crostata con cioccolato e crema di formaggio, una...

Crostata con cioccolato e crema di formaggio al caffè, un dolce originale La crostata con cioccolato e crema di formaggio al caffè è un dolce squisito, dal gradevole impatto visivo e in grado di...

Camembert al forno

Camembert al forno, una ricetta per la festa...

Camembert al forno con verdure, come valorizzare questo formaggio Il camembert al forno con verdure e crostini è una ricetta veloce, che offre la massima resa al minimo sforzo. Infatti, il...

torta al cacao con pralinato di arachidi

Festa del papà: Torta al cacao con pralinato...

Un dolce pensiero per il migliore dei papà Quest’anno abbiamo deciso di festeggiare con una torta al cacao con pralinato di arachidi il giorno di S. Giuseppe, che ogni 19 Marzo in Italia...

Torta al caffe di cicoria

Festa del papà con la Torta al caffè...

Una torta per un papà davvero speciale! Cari papà sta arrivando il vostro giorno e per il 19 Marzo vi vogliamo dedicare una deliziosa Torta al caffè. E' una proposta alternativa alle solite...

Mini madeleine centro America

Mini madeleine centro America per la Festa del...

Una madeleine diversa dalle altre La mini madeleine centro America è una variante molto particolare della madeleine francese, dolce tipico d'oltralpe, attestato già nel XVII secolo e dunque capace...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


17-03-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti