logo_print

Tortellini in brodo alla bolognese, senza tempo

Tortellini in brodo alla bolognese
Stampa

Tortellini in brodo alla bolognese, una ricetta più semplici di quanto pensiate

I tortellini in brodo alla bolognese sono una di quelle ricette che, pur essendo ancorata alla tradizione di una regione (l’Emilia Romagna) travalica i confini fino ad incarnare il simbolo della cultura gastronomica dell’Italia intera. I tortellini sono una vera passione per gli italiani, per chi ama mangiare sano, per la genuinità degli ingredienti e per il gusto. Anche perché, per quanto l’immaginario collettivo suggerisca diversamente, realizzare dei buoni tortellini in brodo alla bolognese non è poi così complicato.

Il ripieno, infatti, per quanto sostanzioso, prevede solo una passata in padella (per la rosolatura) e una nel mixer, se si opta per la variante cremosa. L’unico elemento di difficoltà è dato dalla composizione del tortellino, ma con un po’ di pratica anche i meno avvezzi possono ottenere dei tortellini perfetti.

Il segreto per degli ottimi tortellini è il Mix Pasta Fresca La Veronese

Rispetto ai tortellini in brodo alla bolognese classici, questa ricetta presenta una piccola variazione. Nello specifico, sono senza glutine, quindi accessibili anche per chi è affetto da celiachia o da disturbi legati all’assorbimento di questa sostanza. Per ottenere questo risultato, vi consiglio di utilizzare il Mix Pasta Fresca Veronese, che è un mix di farine naturalmente prive di glutine, dal sapore eccellente e leggere.

Tortellini in brodo alla bolognese

Il Mix Pasta Fresca Veronese testimonia l’interesse dell’omonima azienda per la buona cucina, valore che viene in questo caso coniugato con quello dell’accessibilità. Il merito più grande dell’azienda è quello di superare il solito canovaccio, ovvero quello che considera i prodotti per celiaci come un surrogato degli alimenti “normali”. Questo prodotto, così come gli altri della medesima linea, è più che appetibile anche per chi non soffre di celiachia.

Un ripieno sostanzioso ma equilibrato

Uno dei pregi dei tortellini in brodo alla bolognese riguarda il ripieno. Per quanto il senso comune associ il ripieno di carne al rischio di ingrassare, la ricetta – quella classica almeno – si rivela molto equilibrata dal punto di vista calorico. Il motivo è semplice: il ripieno è sì sostanzioso, dal momento che contiene due salumi e un taglio del maiale, ma è limitato in termini di quantità.

E’ sufficiente eseguire un semplice calcolo. In tutto, per otto persone, si utilizzano 350 grammi tra mortadella, prosciutto crudo e lombo. Anche nella peggiore delle ipotesi, non si raggiungono le 1000 cal, dunque poco meno di 130 kcal al persona. Considerando anche la pasta, siamo su livelli di poco superiori alla pasta al pomodoro.

Ecco la ricetta dei tortellini in brodo alla bolognese

Ingredienti per 8 persone:

  • 300 gr. di mix pasta fresca La Veronese,
  • 3 uova intere,
  • 2 tuorli d’uovo,
  • 10 gr. di olio extravergine d’oliva,
  • 20 gr. di acqua,
  • un pizzico di sale fino,
  • farina di riso finissima consentita per lo spolvero,
  • 1 lt di brodo,
  • 40 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato

Per il ripieno:

  • 150 gr. di mortadella,
  • 100 gr. di prosciutto crudo,
  • 150 gr. di lombo di maiale,
  • 100 gr. di Parmigiano Reggiano 36 mesi grattugiato,
  • 1 uovo,
  • q. b. di sale fino e pepe nero,
  • un pizzico di noce moscata,
  • 20 gr. di burro chiarificato,
  • q. b. di olio extravergine d’oliva

Preparazione:

Per la ricetta dei tortellini in brodo iniziate preparando il brodo vegetale secondo la ricetta classica. In una terrina mescolate il mix e inserite le uova al centro, aggiungete l’olio, l’acqua e il sale, amalgamate e lavorate con forza fino a ricavare un composto dalla texture omogenea. Con il composto create una palla, ponetela in una ciotola, copritela con la pellicola trasparente e fatela riposare in frigo per mezz’ora. Nel frattempo ricavate un trito dal lombo e rosolatelo con due cucchiai di olio per un paio di minuti. Riducete la mortadella e il prosciutto crudo a cubetti piccolissimi. Poi frullateli insieme all’uovo fino a ottenere un impasto dalla texture liscia e fluida (dovrebbe ricordare una crema). A questo punto aggiungete il parmigiano, il burro (basta una noce), regolate di sale, di pepe e amalgamate il tutto aiutandovi con un cucchiaio.

Adesso passate alla composizione dei tortellini. Stendete l’impasto fino a dargli uno spessore di 1 o 2 mm. Tagliate dei quadrati di 3-3,5 cm di lato aiutandovi con una rotella senza zigrinature. Ponete un po’ di ripieno al centro di ogni quadrato di impasto. Ripiegate i quadrati di pasta in modo da formare un triangolo con la punta rivolta verso avanti, facendo attenzione però che le due parti di pasta non combacino perfettamente. Schiacciate con delicatezza la porzione di pasta ai lati, quella senza ripieno, poi arrotolate le due punte verso il basso con il dito mignolo, sovrapponetele e sigillate esercitando una leggera pressione. La parte di impasto che non utilizzerete, copritela, in modo che non si asciughi. Adagiate i tortellini su un vassoio infarinato e riscaldate il brodo. Cuocete i tortellini nel brodo stesso estraendoli con un mestolo quando sono al dente. Servite il piatto caldo.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


20-12-2019
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti