Pane arabo, un pane leggero e pronto in poco tempo

Pane arabo

Storia e peculiarità del pane arabo

Il pane arabo è esattamente quello che suggerisce il nome, ossia una varietà di pane nata e diffusa soprattutto nei paesi a maggioranza araba. In questo caso la ricetta è fedele al pane che, in genere, si consuma in Libano, anche se non differisce molto da quelle diffuse nel Maghreb e ad altre zone con tradizioni simili. E’ un pane molto diverso dal nostro, lo potete notate anche solo guardando la foto di questo articolo. Questo tipo di pane è molto più sottile, quasi come se fosse una piadina, caratteristica determinata dalla lievitazione breve. E’ anche molto morbido, il ché lo rende perfetto per alcune preparazioni arabe ma ormai diffuse anche in Italia, come il kebab. Infine, il gusto è più delicato, meno sapido.

Anche la preparazione è diversa. In primis, come ho accennato, la lievitazione è molto breve, e in genere non va oltre le 4 o 5 ore. Inoltre, è gradito un po’ di zucchero dell’impasto, argomento che tratterò in un prossimo paragrafo. Infine, può essere cotto in padella, da qui la sua spiccata morbidezza. A tal proposito, occorre scegliere con cura la padella: è necessario che sia perfettamente antiaderente e che abbia un fondo spesso. In questo caso il metodo di cottura è molto più veloce, dal momento che bastano solo 10 minuti. E’ consentita anche la classica cottura al forno, sebbene in questo caso il pane risulti un po’ meno morbido e un po’ meno elastico. Il tempo di cottura è più o meno simile e si aggira sui 10 minuti circa.

Il segreto di questo pane arabo

Questo è, in realtà, un pane arabo diverso dagli altri. Mi sono permessa di cambiare un po’ la ricetta originale, anzi di cambiare un solo ingrediente. Al posto della tradizionale farina di grano, la lista degli ingredienti prevede il Bel Paese Mix di La Veronese. E’ un mix di farine biologiche molto buono e versatile, e anche piuttosto leggero. Soprattutto, è senza glutine, il ché consente il consumo anche agli intolleranti a questa sostanza e ai celiaci. Inoltre contiene molte fibre, sostanze che facilitano la digestione e riequilibrano il transito intestinale.

Pane arabo

Il Bel Paese Mix di La Veronese si caratterizza anche per un ridotto contenuto di grassi. Tutto ciò è frutto di un’accurata scelta degli ingredienti, pescati tra gli alimenti tipici della tradizionale italiana (ad esempio farina di mais) ma che concedono molto anche sull’aspetto esotico. Il Bel Paese Mix di La Veronese dimostra ancora una volta l’attenzione che quest’azienda presta alla tematica dell’accessibilità, in una prospettiva nel quale l’essere celiaco o intollerante al glutine smette di essere un limite, e diventa occasione per apprezzare nuovi ingredienti. Il tutto senza nulla togliere alle esigenze del gusto e della leggerezza.

Il ruolo della zucchero come catalizzatore del lievito

Lo zucchero, utilizzato per la preparazione del pane arabo, non è un alimento così frequente quando si parla di panificazione, anzi è piuttosto raro. Se pensate che la sua presenza sia giustificata dalla volontà di addolcire un po’ il sapore, non siete certamente fuoristrada. Tuttavia, c’è dell’altro. La verità è che lo zucchero agisce come catalizzatore del lievito. Quest’ultimo, infatti, si “nutre” dello zucchero, e in questo modo diventa più efficace nella sua opera di trasformazione dell’impasto.

E’ anche per questo motivo che la lievitazione, nel caso del pane arabo, dura solo 4 o 5 ore al massimo. Se pensate che la quantità interferisca col sapore, sappiate che non è così, il tutto rimane molto equilibrato e poco percettibile. Il sapore del pane arabo, per questo e per altri motivi, è solo un po’ più delicato rispetto al pane “normale”.

Ecco la ricetta del pane arabo:

Ingredienti per 4 persone:

  • 150 gr. di acqua a temperatura ambiente;
  • ½ cucchiaino di lievito di birra disidratato;
  • 250 gr. di Bel Paese Mix per pizza o pasta La Veronese;
  • 10 gr. di olio extravergine di oliva;
  • 1 cucchiaino di zucchero;
  • 1 cucchiaino di sale.

Preparazione:

Per la preparazione del pane arabo iniziate versando il lievito e lo zucchero nell’acqua tiepida. Lasciate sciogliere per 5 minuti, o almeno fino a quando non emergeranno delle bollicine in superficie. Ora prendete una ciotola e versate il mix di farine La Veronese, il lievito sciolto ed un po’ di acqua tiepida. Mescolate delicatamente e mettete anche un po’ di sale. Impastate questo composto su un piano di lavoro già infarinato lavorandolo per circa 10 minuti. Spalmate un po’ di olio in una ciotola, adagiateci l’impasto e lasciatelo lievitare ricoprendolo con una pellicola trasparente. Assicuratevi di metterlo in un luogo caldo per circa 5 ore.

Quando l’impasto è lievitato estraete dei pezzi piccoli e fateci delle palline. Schiacciate queste palline e ricavatene dei dischi aventi uno spessore di circa 3 millimetri. Ora prendete una padella antiaderente con un fondo spesso e ungetela con un po’ di olio extravergine d’oliva. Fate scaldare e cuocete i dischi per 2 minuti per lato. In alternativa, potete cuocerli al forno: ponete i dischi in una teglia e infornate a 180 gradi per 10 minuti. Controllate in fase di cottura affinché l’impasto non si bruci.

Print Friendly, PDF & Email

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


06-11-2019
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti