Grappa alla melagrana: un digestivo secco e fruttato

Grappa alla melagrana fatta in casa: che delizia!

Preparare la grappa alla melagrana è un piacere semplice ed essenziale. Scelta una buona grappa, possiamo renderla ancora migliore aromatizzandola come preferiamo. Sempre tra le nostre ricette, potrete scegliere il tipo di aroma che preferite per personalizzare la vostra grappa.

Scoprirete un mondo di sapori particolari e grandi soddisfazioni. Le grappe aromatizzate ed in particolare questa alla melagrana, potranno diventare eccellenti idee regalo. Immaginate di divertirvi a confezionare, etichettare ed impacchettare una buona grappa, non sarebbe un regalo graditissimo e perfetto per un compleanno o per Natale?

Dedicatevi col cuore a questa preparazione e sarete sicuramente ripagati da mille apprezzamenti. Questo è un prodotto che senz’altro potrà arricchire la vostra collezione di liquori, mostrandosi come una proposta particolarmente gradita, soprattutto come digestivo per il fine pasto. Dopo una ricca cena in famiglia o tra amici, il poter degustare una grappa del genere sarà un piacere in più da condividere.

Le proprietà benefiche della grappa alla  melagrana

Oltre ad essere un piacere per il palato, il consumo di questa grappa è utile anche per la nostra salute. Sarete sorpresi dall’apprendere che il consumo di grappa può essere utile per stimolare la digestione ed il sistema immunitario. Questa delizioso liquore può prevenire malattie metaboliche ed influenzali ed è quindi da considerarsi un buon rimedio per i malanni di stagione.

Grappa al melograno

Una soluzione certo robusta e per i palati più forti, caratterizzata comunque da ben 40 gradi di gradazione alcolica. I semi di melagrana, utilizzati in infusione per aromatizzare questa grappa, trasmettono la loro ricchezza di vitamine C. Secondo quanto affermato dagli studiosi, questo prodotto può riequilibrare persino il sistema ormonale.

Un sapore secco e leggermente dolce

La grappa alla melagrana presenta tanti vantaggi, come abbiamo detto. Rispetto ad altre grappe aromatiche, grazie al sapore della melagrana ed all’aggiunta di due cucchiai di miele d’acacia, conserva un sapore secco ma leggermente dolce. Un equilibrio che si nota e che rende l’assaggio davvero speciale.

Potrete assaporare questo grappino al naturale, semplicemente decantandolo in un bicchiere ampio di vetro, oppure accompagnarlo con biscottini secchi, cantuccini, taralli dolci o paste di mandorle.

Il gusto di questa grappa sarà espressione della melagrana, dei suoi semi e delle sue proprietà straordinarie. Potrete trovare ulteriori varianti di questa ricetta, in alcuni casi con l’aggiunta della cannella o della scorza di limone. Secondo il nostro gusto, quella che segue è la miglior versione della grappa alla melagrana, una versione semplice e senza fronzoli, ma davvero particolare e fruttata.

Ed ecco la ricetta della grappa alla melagrana:

Ingredienti:

  • 500 ml di grappa bianca a 40 gradi
  • 2 melagrane
  • 2 cucchiai di miele d’acacia
  • Preparazione:

    Cominciate a preparare la grappa tagliando una melagrana in due ed estraendo i semi con uno sgranatore o a mano. Introducete i semi di melagrana in un barattolo ermetico o in una bottiglia, per metterli a contatto con la grappa. Mescolate piano, evitando di spaccare i semi, aggiungete il miele e chiudete ermeticamente.

    Lasciate riposare per circa 7-10 giorni in un ambiente asciutto e fresco, avendo cura di mescolare una volta al giorno. Trascorso il tempo indicato, filtrate il liquido ed eliminate i semi. Otterrete una grappa dal colore rosato e dal gusto gradevole. Infine, conservate la grappa alla melagrana in una bottiglia di vetro scuro.

    Nota per celiaci o sensibili al glutine

    Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

    Nota per gli intolleranti al lattosio

    Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *