Zuppa di zucca e castagne, una sinfonia di sapori

Zuppa di zucca e castagne

Zuppa di zucca, castagne e cotechino, un’azzeccata scelta di ingredienti

La zuppa di zucca, castagne e cotechino è un tipo di zuppa molto corposa e saporita. Il processo di preparazione è abbastanza lungo, d’altronde è sufficiente dare un’occhiata alla lista degli ingredienti, che è piuttosto nutrita. La ricetta, però, non è molto complicata, vi basterà seguire fedelmente le indicazioni che vi darò nella sezione “preparazione”. Per quanto laboriosa, è comunque una zuppa che merita tutto il vostro interesse e vista la presenza del cotechino può essere considerata un piatto completo.

Della zuppa di zucca e castagne stupisce anche la texture, che è davvero vellutata e in grado di risultare gradevole al palato. L’apporto calorico non è affatto eccessivo, in primis perché l’apporto di carboidrati è abbastanza contenuto, secondariamente perché la maggior parte degli ingredienti è composta da verdure, con l’unica eccezione rappresentata dalle castagne, dal latte e dal cotechino. Quest’ultimo è un alimento certo nutriente, ma anche grasso. Tuttavia, va utilizzato un solo cotechino per 6 persone, dunque la quantità è tutt’altro che esagerata.

Le peculiarità della zucca mantovana

La zucca mantovana, utilizzata nella nostra zuppa, è in verità la variante più diffusa in Italia, consumata da nord a sud. Anzi, è uno degli alimenti più amati sia per la sua versatilità, che per il suo gusto. L’apporto calorico è minimo, e si aggira sulle 26 kcal per 100 grammi. Questo è dovuto principalmente all’elevato contenuto di acqua, che può superare il 90%. Di grassi nemmeno l’ombra, rappresentano a malapena lo 0,1%. La zucca è comunque ricca di sali minerali, in particolare di potassio. La vitamina più rappresentata è la C, presente in concentrazioni paragonabili a quelle degli agrumi.

Zuppa di zucca e castagne

La zucca è conosciuta per le tante proprietà benefiche, inoltre, essendo ricca di acidi grassi omega tre, contribuisce a prevenire le malattie cardiovascolari. La quantità di fibre, tutt’altro che trascurabile, è responsabile degli effetti benefici sulla flora intestinale e in generale sull’apparato digerente. La zucca è anche un alimento depurativo, visto l’elevato contenuto di acqua, che favorisce la diuresi. Infine, il magnesio rende la zucca un alimento in grado di contrastare l’insonnia e la fatica. La zucca gioca un ruolo importante in questa ricetta, in quanto vengono utilizzati sia la polpa che i semi.

I tanti benefici nutrizionali delle castagne

Le castagne sono alcuni tra gli ingredienti più importanti di questa zuppa di zucca. Si tratta di una presenza che conferisce gusto e salubrità. Sul sapore delle castagne è inutile spendere molte parole, dal momento che si tratta di alimenti molto diffusi sulle tavole degli italiani. Tuttavia, è bene rendere onore alle sue caratteristiche nutrizionali. Il riferimento è in particolare alla concentrazione di fibre, che è davvero elevata. Ottimo è anche l’apporto in termini di vitamine, e in particolar modo di vitamina A, B1, B2, B5, C e D. Le castagne contengono molti sali minerali, specialmente fosforo, sodio, magnesio, calcio e cloro.

L’apporto calorico delle castagne è alto, su questo non ci sono dubbi, ma è giustificato dalle ottime caratteristiche nutrizionali. Per esempio, contengono molti acidi grassi omega tre, che contribuiscono tra le altre cose a regolarizzare la pressione sanguigna e a garantire un’adeguata risposta antinfiammatoria.

Ecco la ricetta della zuppa di zucca, castagne, cotechino e aceto balsamico:

Ingredienti per 6 persone:

  • 1 cotechino;
  • 100 gr. di porri;
  • 1 foglia di alloro;
  • 600 gr. di zucca mantovana;
  • 200 gr. di castagne precotte;
  • 1 mestolo di brodo;
  • semi di zucca sgusciati;
  • 2 dl. di latte consentito;
  • 10 gr. di lecitina di soia;
  • 2 cucchiai di aceto balsamico;
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva;
  • q. b. di sale e pepe.

Preparazione:

Per la preparazione della zuppa di zucca e castagne iniziate occupandovi del cotechino: cuocetelo in acqua per due ore (acqua non salata), fatelo intiepidire, poi rimuovete la pelle e tagliatelo a dadini. Tagliate a dadini anche i porri, fateli cuocere a fuoco lento in una casseruola con olio extravergine d’oliva e alloro. Poi aggiungete la zucca mantovana fatta a pezzetti, ricoprite tutto con il brodo vegetale ed aggiustate con un po’ di pepe e di sale.

Cuocete per 20 minuti, poi aggiungete anche le castagne cotte. Terminata la cottura rimuovete l’alloro e frullate il tutto con un frullatore ad immersione. Adesso tostate i semi di zucca, il metodo migliore consiste nel passaggio in forno a 180 gradi per 5 minuti.

Ora saltate in padella i dadini di cotechino fino a farli diventare leggermente croccanti, scolateli e metteteli da parte. Poi riscaldate il latte e frullatelo assieme alla lecitina di soia fino a formare una schiuma sufficientemente densa. Prendete dei piatti fondi e versate la crema di zucca e castagne, adagiate i dadini di cotechino croccante e spolverate con i semi di zucca tostati. Concludete guarnendo il piatto con qualche goccia di aceto balsamico e con la schiuma al latte che avete preparato. Servite e buon appetito!

5/5 (48 Recensioni)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

2 commenti su “Zuppa di zucca e castagne, una sinfonia di sapori

  • Mer 14 Ott 2020 | Mar ha detto:

    Ricetta molto buona, si abbina anche a qualsiasi tipo di alimento. Con il prosciutto iberico di ghianda sarà sicuramente buonissimo. Congratulazioni per la ricetta.

    • Gio 15 Ott 2020 | Tiziana Colombo ha detto:

      E’ un prosciutto fantastico!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Corzetti con porcini

Corzetti con porcini, un primo rustico e raffinato

Corzetti con porcini, un primo ricco ma leggero I corzetti con porcini sono un primo piatto che riconcilia con la più antica tradizione italiana, infatti sono realizzati con ingredienti semplici,...

Minestrone con finocchi e cavolfiore

Minestrone con finocchi e cavolfiore, un primo leggero

Minestrone con finocchi e cavolfiore, quando un piatto classico è anche buono Il minestrone con finocchi e cavolfiore è un primo tradizionale, ossia la classica ricetta semplice da realizzare e in...

Mafalde con camembert e broccoletti

Mafalde con camembert e broccoletti, un primo cremoso

Mafalde con camembert e broccoletti, il segreto è nella pasta Le mafalde con camembert e broccoletti sono una splendida idea per un primo piatto fuori dall’ordinario, che coniuga gusto e...

Zuppa thai con pollo e cocco

Zuppa thai con pollo e cocco, una delizia...

Zuppa thai con pollo e cocco, in diretta dalla cucina thailandese. La zuppa thai con pollo e latte di cocco (Tom Kha Gai ) è un primo piatto dalla texture vellutata, dal gusto complesso ma adatto a...

Crema di patate e cavolfiori

Crema di patate e cavolfiori, piatto elegante e...

Crema di patate e cavolfiori, un primo tra il rustico e il gourmet La crema di patate e cavolfiori è un primo piatto molto particolare. Lo si può notare dalla lista degli ingredienti, che propone...

Zuppa di broccoli con latte di cocco

Zuppa di broccoli con latte di cocco, un...

Zuppa di broccoli con latte di cocco, un primo vellutato La zuppa di broccoli con latte di cocco e semi di zucca è un primo piatto molto apprezzato, nonché una rivisitazione della classica zuppa...

14-10-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti