Rotelle con formaggio e pesto di levistico: un antipasto sfizioso

pesto rotelle levistico c o

Il  levistico: un ingrediente sottovalutato.

Rotelle con formaggio e pesto di levistico: un antipasto sfizioso. Il levistico, altrimenti detto sedano di monte, è un ingrediente che fa certamente parte della tradizione italiana ma non molto diffuso nelle cucine nostrane, non tra la gente comune almeno. Al levistico, infatti, si preferisce il più reperibile sedano. E’ un peccato, anche perché il levistico spicca per il sapore, per la capacità di impreziosire piatti di diverso tipo e per le proprietà nutrizionali. Queste ultime sono così elevate da rendere il levistico una pianta officinale.

In particolare, è ritenuto un toccasana per chi soffre di metabolismo lento. Il levistico è apprezzato per la sua versatilità. Le sue foglie vengono utilizzate per insaporire zuppe, secondi di carne e pesce, persino per creare un eccellente pesto, come nel caso di questa ricetta del pesto e rotelle di levistico.

Rotelle con formaggio e pesto di levistico per antipasto

Tra i protagonisti di questa ricetta spicca il formaggio fresco cremoso Exquisa. Realizzato dal famoso produttore di alimenti biologici Exquisa, si fa apprezzare in primis per il gusto delicato e allo stesso tempo corposo, ma anche per la totale assenza di lattosio. Il formaggio fresco cremoso Exquisa può essere consumato da chiunque, anche da chi soffre di gravi forme di intolleranza al lattosio.

Rotelle con formaggio e pesto di levistico

La qualità del prodotto è testimoniata, tra le altre cose, dal “Primax”, un premio che il formaggio fresco cremoso Exquisa ha conquistato per tredici anni consecutivi e che mette in competizione i migliori formaggi spalmabili d’Europa. Il formaggio fresco cremoso Exquisa, dunque, rappresenta un valore aggiunto per la ricetta del pesto e rotelle di levistico.

La pasta sfoglia Exquisa

Un’altra protagonista di questa ricetta è la pasta sfoglia Exquisa. Non è una pasta sfoglia come le altre. In primo luogo, è ipocalorica. Contiene, infatti, il 30% di grassi in meno rispetto alle varianti delle altre marche. Inoltre, è totalmente priva di grassi idrogenati. Non contiene nemmeno lattosio e soia, rivelandosi adatta per vegetariani e vegani.

Soprattutto, la pasta sfoglia Exquisa è buonissima. Il sapore, anche grazie alla scarsa concentrazione dei grassi, è più genuino e autentico. Si fa apprezzare inoltre per la consistenza friabile e per l’aspetto dorato. Insomma, questa pasta sfoglia, specie se utilizzata per ricette quali pesto e rotelle di levistico, è una gioia per il palato e per gli occhi.

Ecco la ricetta del Rotelle con formaggio e pesto di levistico

Ingredienti per 4/6 persone:

Preparazione:

Preparate il pesto. Inserite il levistico, il timo, il pecorino e i pinoli in un mixer e frullate. Aggiustate alla bisogna la consistenza del composto con dell’acqua e un po’ d’olio. Ammorbidite il formaggio in una ciotola, utilizzando una forchetta, aggiungete il pesto e mescolate bene. Adesso occupatevi della pasta sfoglia. Innanzitutto, fatela riposare fuori dal frigorifero per una decina di minuti e solo dopo stendetela.

Nel frattempo riscaldate il forno. A 190 gradi se ventilato, e a 200 gradi se statico. Ora è il momento di comporre le rotelle. Su un’ampia striscia di pasta sfoglia disponete il composto di pesto e formaggio, arrotolate seguendo la parte più lunga e infine tagliate delle fette di circa 1,5 cm. Guarnite con qualche pinolo. Spennellate le rotelle con il tuorlo d’uovo e riponetele su una teglia coperta con della carta forno. Infine fate cuocere per venti minuti.

Print Friendly, PDF & Email
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


24-09-2019
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti