bg header

Carciofi con crema di formaggio fresco in vasetto

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Vasetti salati ai carciiofi con crema di formaggio fresco

Avete dei vasetti? Riempiteli di carciofi con crema di formaggio fresco

Quando la creatività chiama, dobbiamo darci da fare! Con questo presupposto, oggi voglio proporvi la ricetta dei Carciofi con crema di formaggio fresco e crumble di pane, che potrete servire in vasetti/barattoli da cucina, per fare una fantastica figura con gli ospiti. Con questi ingredienti, è chiaro: la bontà non manca. Tuttavia, anche i benefici e le caratteristiche nutrizionali di questi alimenti non vanno sottovalutati. Avete una minima idea delle potenzialità del pasto che state per preparare?  Forse sì, forse no… ma dovreste conoscere tutte le più importanti informazioni a riguardo.

I carciofi con crema di formaggi senza lattosio sono un’ottima opzione per chi desidera presentare un antipasto diverso dal solito in qualsiasi occasione. Possono essere serviti anche come accompagnamento a un secondo piatto, semplice e leggero… Detto questo, andiamo a conoscere più nel dettaglio i protagonisti di questa ricetta.

I carciofi: una fonte inestimabile di nutrimento in un pasto ricco di bontà!

I carciofi si presentano come una fonte di ferro e potassio, e contengono un principio attivo molto importante, la cinarina, che favorisce la diuresi e la secrezione dei sali biliari. Sono quindi un valido aiuto per il corretto funzionamento del fegato e per la detossicazione generale del corpo. Se consumati frequentemente, anche considerando la ricetta dei carciofi con crema di formaggio fresco, questi ortaggi hanno inoltre la capacità di abbassare il livello di colesterolo nel sangue, con effetti positivi evidenti sul sistema cardiocircolatorio. Sono inoltre ricchi di fibre e, perciò, ottimizzano il funzionamento dell’intestino e lo svolgimento dei processi digestivi.

Il carciofo, somiglia al cardo, da cui sarebbe derivata per mutazione, era già nota ai Greci e anche ai Romani, che ne apprezzavano le gustose infiorescenze che cucinavano in vari modi. Bisogna però arrivare al XV secolo perché la si veda usata in tutta Italia. Le varietà attualmente più in auge sono il violetto di Toscana, il tozzo di Bretagna, il romano e lo spinoso. Dell’infiorescenza del carciofo (testa) si possono mangiare sia la base delle brattee (dette foglie) che la costituiscono, sia la base dell’infiorescenza stessa.

I carciofi molto teneri si mangiano crudi; gli altri, cucinati in vario modo, costituiscono un cibo saporito e discretamente nutritivo. Vengono anche messi in commercio conservati, sia sterilizzati dopo bollitura in acqua, sia in salamoia, sia cotti in acqua e aceto e surgelati. I carciofini sott’ olio si ottengono dalla parte centrale morbida di una produzione fruttifera successiva a quella che dà i carciofi normali. Opportunamente calibrati, vengono decolorati, sbollentati in acqua acidulata e posti in scatola, coprendoli con una soluzione acquosa acidulata e aromatizzata. La massima produzione si ha da novembre a giugno.

Scegliete carciofi sodi, pieni, con foglie dure e lucide e ben serrate, di colore verde-oliva. I carciofi possono essere conservati anche per alcuni giorni. Per evitare la disidratazione avvolgeteli in un panno umido, e conservateli in frigorifero in una busta di plastica. I carciofi sono ricchi in potassio, calcio e fosforo; sono inoltre una buona fonte di fibra alimentare.

Con un pasto a base di carciofi con crema di formaggio fresco e crumble di pane, porterete in tavola un valido apporto di vitamine, soprattutto la A e quelle del complesso B. Anche i formaggi privi di lattosio sono alimenti altamente nutrienti: sono innanzitutto una portentosa fonte di calcio e altri minerali, ma anche di proteine di qualità. Si abbinano ai carciofi in modo perfetto, sia da un punto di vista organolettico che nutrizionale. Perciò, abbiamo a che fare con una combinazione di sapori e sostanze nutritive… a dir poco speciale!

Vasetti salati ai carciiofi con crema di formaggio fresco

È il momento di andare in cucina: carciofi con crema di formaggio fresco

Sicuramente, vi ho dato tante buone ragioni per preparare questa pietanza. Cosa posso dirvi di più? Credo che si tratti di una ricetta particolare, che unisce tante qualità in un solo piatto e che può essere tranquillamente preparata in anticipo e, per l’appunto, conservata all’interno di vasetti in vetro (anche se per poco tempo, chiaramente). I carciofi con crema di formaggio fresco si preparano velocemente e senza faticare troppo. Alla fine, conquistano anche i più piccoli e permettono sempre di fare una bella figura con gli ospiti.

In una ricetta così, tutti i sapori e le consistenze degli ingredienti si intersecano tra loro, regalandoci un pasto leggero, goloso e genuino… Cosa possiamo volere di più? Mettiamoci all’opera e prepariamo i nostri vasetti di carciofi con crema di formaggio fresco e crumble di pane!

Ed ecco la ricetta dei carciofi con crema di formaggio fresco

Ingredienti per 4 vasetti

  • 1 confezione di Formaggio fresco Senza Lattosio Exquisa
  • 150 gr. di FRISCOUS
  • 2 carciofi grandi
  • 1 spicchio d’aglio (facoltativo)
  • ½ cucchiaio di pinoli di cedro tostati
  • il succo di 1/2 limone e la buccia
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • foglioline di timo fresco
  • qualche grano di pepe rosa
  • sale q.b.

Preparazione

Mondate i carciofi, eliminando le foglie esterne più dure e parte del gambo. Tagliateli a metà e togliete l’eventuale “barba” interna. In seguito, tagliateli a piccoli spicchi e metteteli in acqua acidulata con succo di limone per 10 minuti.

Lavate e tagliate la buccia del limone a striscioline finissime.

Scaldate l’olio in una casseruola con lo spicchio d’aglio schiacciato e fate insaporire. Aggiungete i carciofi scolati e asciugati. Salate e proseguite la cottura, finché i carciofi saranno diventati teneri. Lasciateli raffreddare e poi tritateli grossolanamente.

Versate i carciofi tritati nel frullatore insieme al timo; aggiustate di sale e pepe; aggiungete un filo d’olio e azionate a intermittenza, senza omogeneizzare completamente.

In una terrina, lavorate il formaggio con una forchetta fino a renderlo cremoso. Aggiungete una grattatina della buccia del limone, e anche sale e pepe.

Preparate il vasetto sistemando sul fondo un po’ di crema di formaggio. Aggiungete il trito di carciofi, uno strato di crumble di pane e finite con la crema di formaggio. Decorate con qualche pinolo tostato e qualche bacca di pepe rosa. Servite.

5/5 (48 Recensioni)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Brandade de Morue à la Nimoise

Brandade de Morue à la Nimoise: lo snack...

Tutto il sapore del baccalà Il protagonista di questa ricetta è il baccalà, che qui viene sottoposto a un trattamento particolare. Tanto per cominciare viene dissalato, ossia viene lasciato in...

Aperitivo con arancia

Aperitivo con arancia, un’idea creativa per i buffet...

Aperol, una bevanda leggendaria L’elemento più caratteristico della ricetta dell'aperitivo con arancia è l’Aperol. Siamo parlando di una bevanda molto conosciuta, che ha attraversato oltre un...

Gazpacho di pesche (

Gazpacho di pesche, una ricetta dolce e aromatica

Quale pesche utilizzare per questo gazpacho? Per questo particolare gazpacho di pesche vi consiglio di utilizzare le pesche gialle. Sono le pesche più dolci, e quindi in grado di spiccare in mezzo...

logo_print