Ravioli con pesto di salvia mandorle e pecorino

Ravioli con pesto di salvia

Il pesto di salvia

Nella tradizionale italiana, il pesto è con il basilico. O è almeno in questo modo che viene inteso dalla gente comune. Tuttavia, è possibile utilizzare anche altri ingredienti e ottenere comunque un risultato gradevolissimo. Come nel caso della salvia, appunto, che è il vero protagonista della ricetta dei ravioli con pesto di salvia mandorle e pecorino.

Il pesto di salvia è molto buono e non eccessivamente pesante. Rispetto al classico pesto con basilico ha un profumo più intenso e un aroma più delicato. La salvia si sposa benissimo con le mandorle e il pecorino. Insieme, raggiungono un equilibrio perfetto, che soddisfa il palato ma anche gli occhi. Il pesto di salvia, mandorle e pecorino, infatti, si distingue per un bel verde brillante.

Ravioli con pesto di salvia e mandorle: valori nutrizionali

La ricetta dei ravioli con pesto di salvia e mandorle è una piccola gioia per gli occhi e per il palato. Inoltre, sfata il mito del “se è buono ingrassa”. Questo interessante primo piatto, infatti, non è affatto più calorico di una qualsiasi controparte realizzata con il pesto “normale”, ovvero realizzata con il basilico.

Certo, la quantità di grassi non è trascurabile, ma di contro si segnala un buon apporto di carboidrati e proteine, garantite dalla presenza di due derivati del latte: la ricotta all’interno dei ravioli e il pecorino all’interno del pesto. A valorizzare il tutto, il condimento che per eccellenza simboleggia i benefici della tradizione culinaria italiana: l’olio extravergine di oliva.

Ravioli con pesto di salvia mandorle e pecorino

Che ravioli utilizzare

Sia chiaro, il pesto di salvia mandorle e pecorino si sposa con tutti i tipi di pasta, come tra l’altro fa il pesto di basilico. Questa ricetta però prevede l’impiego dei ravioli, e nello specifico dei ravioli con radicchio e ricotta. E’ una scelta particolarmente azzeccata, soprattutto per ciò che concerne il ripieno.

La ricotta e il radicchio si sposano alla perfezione con il pesto di salvia, mandorle e basilico. In bocca questi ingredienti esplodono in una sinfonia di sapori, distinguibili l’uno dall’altro ma allo stesso tempo capaci di valorizzarsi a vicenda. La scelta degli ingredienti e la semplicità della ricetta fanno dei ravioli con pesto di salvia mandorle e pecorino un piatto da provare assolutamente.

Ecco la ricetta dei ravioli con pesto di salvia mandorle e pecorino

Ingredienti per 4 persone:

  • 350 gr. di ravioli con radicchio e ricotta
  • 15/20 foglie di salvia, dipende dalle dimensioni
  • 20 gr. di mandorle pelate
  • 40 gr. di pecorino stagionato
  • 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • q. b. di sale

Preparazione:

Lavate le foglie di salvia e asciugatele su un canovaccio da cucina o su una pezzo di carta. Inserite nel mixer le foglie di salvia, le mandorle e 2 o 3 cucchiai di pecorino. Iniziate a frullare. Alla bisogna, aggiungete un po’ d’olio e dell’acqua. Lo scopo è di creare un pesto dalla giusta consistenza, né troppo liquido né troppo denso.

Nel frattempo cuocete i ravioli come se fosse una normale pasta. State però attenti al sale: i ravioli sono già abbastanza sapidi, dunque salate l’acqua a malapena. Per concludere, unite ravioli e pesto, mescolate e servite.

4/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Lasagne con salmone e verdure

Lasagne con salmone e verdure, un piatto ottimo...

Lasagne con salmone e verdure, un piatto creativo Le lasagne con salmone e verdure sono un’alternativa alle classiche lasagne. Consiglio di preparare questo primo piatto a Natale, in quanto...

Pasta alla crema di broccoli

Pasta alla crema di broccoli, un piatto da...

Pasta alla crema di broccoli e spalmabile alla Capra, un piatto salutare La pasta alla crema di broccoli e il Fresco Cremoso alla Capra è uno dei primi piatti semplici e capace di regalare molte...

Zuppa di cardi

Zuppa di cardi con ceci e Jamon Serrano,...

Zuppa di cardi con ceci e Jamon Serrano, un piatto sostanzioso e leggero La zuppa di cardi con ceci e Jamon Serrano è un primo piatto ricco di proteine, ma comunque leggero. E’ realizzato con...

Corzetti con porcini

Corzetti con porcini, un primo rustico e raffinato

Corzetti con porcini, un primo ricco ma leggero I corzetti con porcini sono un primo piatto che riconcilia con la più antica tradizione italiana, infatti sono realizzati con ingredienti semplici,...

Minestrone con finocchi e cavolfiore

Minestrone con finocchi e cavolfiore, un primo leggero

Minestrone con finocchi e cavolfiore, quando un piatto classico è anche buono Il minestrone con finocchi e cavolfiore è un primo tradizionale, ossia la classica ricetta semplice da realizzare e in...

Mafalde con camembert e broccoletti

Mafalde con camembert e broccoletti, un primo cremoso

Mafalde con camembert e broccoletti, il segreto è nella pasta Le mafalde con camembert e broccoletti sono una splendida idea per un primo piatto fuori dall’ordinario, che coniuga gusto e...

21-03-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti