Un farmaco per la fibrosi cistica potrebbe aiutare i celiaci

Celiachia e fibrosi cistica: uno studio italo-francese

La ricerca nel campo delle intolleranze alimentari è fondamentale per poter curare e sconfiggere queste patologie che ancora non hanno un rimedio definitivo.

È questo il caso di uno studio pubblicato su The EMBO Journal e intitolato: “A pathogenic role for cystic fibrosis transmembrane conductance regulator in celiac disease”, che ha permesso di fare passi in avanti nella ricerca di una terapia per la celiachia.

I ricercatori italo-francesi, infatti, hanno studiato i legami presenti fra celiachia e fibrosi cistica evidenziando delle significative coincidenze. Pensate che, secondo le statistiche, solitamente 1 persona su 100 soffre di celiachia ma questa proporzione aumenta di tre volte nei pazienti che soffrono di fibrosi cistica.

La Lega Italiana Fibrosi Cistica (LIFC) definisce questa malattia genetica come “una patologia multiorgano, che colpisce soprattutto l’apparato respiratorio e quello digerente. È dovuta ad un gene alterato, cioè mutato, chiamato gene CFTR (Cystic Fibrosis Transmembrane Regulator)”.

CFTR: il legame tra celiachia e fibrosi cistica

Secondo i ricercatori l’errato funzionamento della proteina CFTR può attivare il sistema immunitario e di conseguenza causare la reazione dell’intestino, situazione che si manifesta anche nei pazienti celiaci.

Ciò ha portato gli studiosi a intuire una possibile connessione fra celiachia e fibrosi cistica a livello molecolare. In particolar modo, il P31-43, un peptide della gliadina che è una delle principali cause della celiachia, legandosi al CFTR, compromette la funzione dell’intestino.

La scoperta di questo legame fra le due patologie è un punto di partenza fondamentale per saperne di più sulla celiachia e per poter seguire una nuova direzione che possa portare alla cura di questa patologia.

Inoltre alla luce di queste scoperte forse alcuni farmaci utilizzati per ridurre i sintomi della fibrosi cistica potrebbero essere utili anche per la celiachia.

Una possibile terapia per i celiaci

L’interesse dei ricercatori si è concentrato su un farmaco utilizzato dai pazienti di fibrosi cistica, chiamato ivacaftor, che ha la funzione di bloccare l’interazione fra il P31-43 e il gene CFTR, evitando la reazione immunitaria e l’infiammazione dell’intestino. Si tratterebbe, dunque, di un primo passo per capire se questo farmaco possa essere sfruttato per trovare una terapia per la celiachia.

Il professore Luigi Maiuri, uno dei principali autori dello studio, ha affermato:

Non esiste ancora alcuna cura per la celiachia; allo stato attuale l’unica strategia terapeutica è quella di mantenere una rigorosa dieta priva di glutine. Tuttavia, lo studio attuale è un grande passo promettente verso lo sviluppo di un trattamento. Suggerisce che i potenziatori CFTR, che sono stati sviluppati per trattare la fibrosi cistica, possono anche essere esplorati come punto di partenza per lo sviluppo di un rimedio per la celiachia”.

printfriendly pdf button nobg md Un farmaco per la fibrosi cistica potrebbe aiutare i celiaci

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *