Stinco di maiale alla birra, patate schiacciate e misticanza: un bouquet di sapori

Tempo di preparazione:

Un secondo piatto energetico: Stinco di maiale alla birra, patate schiacciate e misticanza

Lo stinco di maiale alla birra, patate schiacciate e misticanza è una ricetta assai sostanziosa che potrete preparare per avere una ricarica di energia in un unico piatto che unisce proteine, fibre e carboidrati in un colpo solo! Adatto ad una stagione invernale o autunnale piena, questo piatto preparato rigorosamente in modalità sottovuoto coccolerà il vostro palato che si ubriacherà di gusto grazie alla birra.

Ma siate tranquilli, cari lettori e lettrici, non ci siamo dimenticati di chi è intollerante al glutine e al nichel: questa ricetta fa anche per voi! Nello Stinco di maiale alla birra, patate schiacciate e misticanza coagulate molte vostre aspettative: è un piatto che non deluderà le vostre papille gustative perché i suoi sapori tradizionali ed energetici vi faranno cingere di lodi dinanzi i vostri ospiti. Siete pronti a prepararlo? Ciak, si cucina!

La misticanza: origini e provenienza

La misticanza è un mix di verdure che veniva consumato in passato dal clero meno abbiente per rimpinguare l’organismo carente di vitamine, ma si trovava anche sulle tavole dei contadini poveri che non potevano permettersi pasti più succulenti. Nello Stinco di maiale alla birra, patate schiacciate e misticanza, questo mix di erbe serve ad accompagnare la carne, a insaporirla e a coordinare le proteine con le vitamine.

Nello Stinco di maiale alla birra, patate schiacciate e misticanza potete arricchire questo mix di verdure con olive taggiasche e cubetti di parmigiano, ma anche con capperi e carote tagliate alla julienne. Di solito, la misticanza è costituita da una varietà di vegetali, come cicoria selvatica, rucola, erbanoce, indivia, crescione e tarassaco, ed è coltivata nella zona dell’Italia centrale.

Stinco di maiale alla birra

Qualche consiglio per uno Stinco di maiale alla birra, patate schiacciate e misticanza più sofisticato.

Questa ricetta energetica, che unisce in maniera bilanciata le principali fonti nutrizionali, si adatta bene alle festività natalizie ma anche a quelle pasquali. Lo stinco di maiale alla birra, patate schiacciate e misticanza, è un piatto assai versatile e di facile preparazione. Va bene per una cena programmata di lavoro dove i vostri colleghi sono delle buone forchette, ma anche per una cena veloce e improvvisata.

Lo stinco di maiale alla birra, patate schiacciate misticanza sarà tenerissimo grazie alla cottura sottovuoto e può essere arricchito con l’effetto scenografico dell’aceto balsamico glassato agli agrumi di Sicilia e con del pepe rosa. Non dimenticate che la carne non può essere mangiata senza un bel calice di vino rosso, magari toscano oppure umbro che con la sua corposità da un tocco di completezza ad un piatto corpulento e dal sapore intenso.

Cottura sottovuoto per uno stinco regale

Questo piatto va preparato rigorosamente con la tecnica della cottura sottovuoto a bassa temperatura, in modo da assicurare al palato dei vostri ospiti un gusto “forte”, ma dalla consistenza tenera.

Seguite le indicazioni che trovate nel procedimento della ricetta al fine di ottenere un risultato veramente da leccarsi i baffi!

Ingredienti per 6 persone:

  • 1 stinco di maiale
  • 2 dl di birra senza glutine
  • 1 mazzetto di erbe aromatiche (rosmarino, salvia, timo)
  • 600 gr. di patate
  • 30 gr. di parmigiano reggiano 48 mesi  grattugiato
  • un pizzico noce moscata
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 60 gr. di misticanza aromatica
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. sale

Preparazione:

Salate e pepate lo stinco e fatelo rosolare in padella per qualche minuto con poco olio. Sfumate con la birra e lasciate evaporare. Lasciate raffreddare.

Inserite lo stinco in un sacchetto da cottura con il mazzetto di erbe aromatiche, condizionate sottovuoto e cuocete nel bagno termostatico a 70°C per 14 ore. Coprite la vaschetta del bagno termostatico con un coperchio o con della pellicola da cucina.

Togliete la carne dal sacchetto conservando il liquido. Disossatela e arrotolatela; avvolgete in pellicola trasparente in modo da formare un cilindro uniforme e raffreddare.

Cuocete le patate in forno a 160°C per un’ora, sbucciatele, schiacciatele e condite con sale, parmigiano reggiano, noce moscata, olio e prezzemolo tritato.

Fate ridurre il liquido di cottura dello stinco per utilizzarlo come salsa di accompagnamento.

Tagliate lo stinco a fette, fate rosolare in padella con poco olio. Tagliate e disponete nei piatti di portata e servite con le patate e con la misticanza.

Tempo di preparazione: 30 minuti

Difficoltà: facile

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *