Filetto di maiale con salsa di formaggio in vasocottura

filetto di maiale con salsa di formaggio
Commenti: 0 - Stampa

Un piatto tenero e gustoso per un’esplosione di sapore

Filetto di maiale con salsa di formaggio: un piatto tenero, succoso, sano e anche intrigante in vasocottura.

So che detto così vi sembrerà tutto molto complicato, ma fidatevi di me: non lo è, anzi, è una preparazione divertente, perché useremo la cottura in vasetti di vetro e l’affumicatore, un espediente per lasciare un sentore particolare ai nostri ingredienti.

Potreste addirittura scegliere di affumicare con foglie di thè, aromi e spezie, o truccioli di legno profumato, insomma, potrete sbizzarrirvi con tanta fantasia!

Il filetto di maiale, aromatizzato con le bacche di ginepro, salvia e rosmarino, si scioglierà in bocca, creando un contrasto speciale con le verdure croccanti e la mousse alla curcuma!

Filetto di maiale affumicato con salsa di formaggio in vasocottura

La vasocottura è una tecnica particolarmente interessante. Negli ultimi anni è sempre più citata perché viene spesso utilizzata da grandi chef, specialmente per la capacità di preparare un pasto sano e d’effetto, seguendo tutte le norme igieniche.

Come è funziona? Grazie alla cottura sotto vetro si impedisce che agenti esterni possano “contaminare” la pietanza, inoltre questa modalità aiuta a non salare eccessivamente ciò che si sta preparando.

Il principio della vasocottura è quello di cuocere lentamente gli ingredienti, così facendo non solo si preservano tutte le proprietà nutrizionali, ma conservano intatti anche i sapori e gli aromi, ottenendo, per di più, una consistenza tenera e succosa.

Sembra un metodo molto farraginoso, ma non temete: è molto semplice in realtà.Vi basterà mettere tutti gli ingredienti nell’apposito vaso di vetro, chiuderlo ermeticamente e, a seconda dell’elettrodomestico che avrete a disposizione, riporlo nel microonde a media potenza, oppure cuocerlo a bagnomaria sui fornelli, o, addirittura, in forno con modalità ventilata.

Provate, vi divertirete ed otterrete un risultato fenomenale!

maiale affumicato or

Formaggio cremoso e curcuma, un’accoppiata interessante

Il formaggio cremoso Senza Lattosio Exquisa è il prodotto ideale per chi deve seguire un regime alimentare particolare, ma non vuole rinunciare alla qualità, né tantomeno al gusto.

Senza lattosio, senza glutine e senza conservanti, è un ingrediente adatto a tutti: contiene meno di 0,01 gr. di lattosio per 100 gr., ed è prodotto con alimenti genuini e sani, tra cui latte, crema di latte delattosato pastorizzato, caglio e fermenti lattici.

Per questa ricetta ho deciso di abbinarlo alla curcuma, sentirete che delizia!

La parola “curcuma” deriva dal persiano-indiano “Kour Koum”, che significa propriamente “zafferano”, infatti è anche nota come zafferano delle Indie, entrambe le spezie hanno infatti un caratteristico colore giallo intenso, tanto che la curcuma è stata usata per molti anni come colorante in tintoria.

È una radice con grandi proprietà benefiche. Svolge un’azione depurativa, stimolante delle vie biliari e fluidificante del sangue. Il principio attivo più importante è la curcumina, che possiede un’azione antinfiammatoria ed analgesica, impiegata per lenire i dolori articolari.

Come se non bastasse, la curcuma, non solo è un potente antiossidante, e contrasta quindi l’azione dei radicali liberi, responsabili del danneggiamento delle membrane cellulari, ma è anche un cicatrizzante naturale: in India è applicata per curare ferite, scottature e punture d’insetti.

Ed ecco la ricetta del Filetto di maiale con salsa di formaggio cremoso

Ingredienti per 6 persone

  • 900 gr. di filetto di maiale
  • qualche bacca di ginepro
  • 1 mazzetto di salvia e rosmarino
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. sale e pepe

Per le verdure: quando è pronta la giardiniera inserire qui

  • 100 gr. di zucchine
  • 100 gr. di peperoni rossi e gialli
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 100 gr. di carote
  • 100 gr. di fagiolini
  • ½ dl. di aceto di vino
  • 100 gr. di cavolfiore
  • q.b. sale e pepe

Per la salsa al formaggio e curcuma:

Preparazione

Iniziate con la preparazione delle verdure. Pulitele, tagliatele a cubetti e conditele con sale e pepe, quindi inseritele in un vaso da cottura, aggiungendo aceto ed olio. Chiudete con gli appositi ganci e cuocete in forno a vapore a 90°C per circa 40 minuti.

Nel frattempo sgrassate il filetto di maiale, insaporitelo con sale e pepe, e dividetelo tra i vasi da cottura, non dimenticando di aggiungere le bacche di ginepro e le erbe aromatiche. Prima di chiudere i vasetti, irrorate il tutto con l’olio extravergine di oliva, quindi infornate in forno a vapore  a 62°C per circa 2 ore.

Per quanto riguarda la salsa di accompagnamento, in una terrina mescolate il formaggio spalmabile, la curcuma, l’aceto ed il pepe, finché non avrete ottenuto una mousse cremosa e senza grumi.

A questo punto le verdure saranno pronte e potrete scolarle. Una volta passate le due ore, la carne sarà morbida e succosa, trasferitela in una padella e fatela rosolare, quindi tagliatela a fette.

È il momento di impiattare! Adagiate le verdure nei piatti da portata, aggiungete la carne, la salsa di formaggio cremoso e coprite con una cupola di vetro, sotto cui farete passare il fumo con l’affumicatore.Buon appetito!

affumictaura

 

5/5 (1 Recensione)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Salsiccia e caponata

Salsiccia e caponata in vasocottura, poco calorico

Salsiccia e caponata in vasocottura: un piatto che non fa ingrassare Salsiccia e caponata: due termini che, accostati, fanno certamente pensare a un piatto molto grasso, dall’apporto calorico...

Tortino di patate e finferli

Tortino di patate e finferli in vasocottura, gustoso!

Il segreto del tortino di patate e finferli in vasocottura Il segreto del tortino di patate e finferli in vasocottura non sta nella scelta degli ingredienti, che appare comunque molto azzeccata, ma...

Crema alla rosa

Crema alla rosa in vasocottura con crumble al...

Un dessert al cucchiaio semplicemente sublime La crema cotta in vasocottura alla rosa con crumble al pistacchio è un dessert meravigliosamente aromatico ma delicato. Questa delizia chic è adatta...

Anatra in vasocottura con misticanza

Anatra in vasocottura con misticanza, alta cucina

Per una cena di alta classe ci vuole tempo Oggi non ci accontentiamo e per questa insalata di misticanza e agrumi con petto d’anatra in vasocottura desideriamo prenderci tutto il tempo necessario....

Pollo in olio cottura con cavolini

Pollo in oliocottura con cavolini, delicato

Il pollo in oliocottura, una modalità da riscoprire Per la ricetta del pollo in oliocottura con cavolini di Bruxelles e salsa di lamponi abbiamo rispolverato una tecnica di cottura antica. La...

Carciofi alla vaniglia in vasocottura

Carciofi alla vaniglia in vasocottura, una prelibatezza

Carciofi in vasocottura, una bontà senza tempo La preparazione dei carciofi alla vaniglia in vasocottura è molto più semplice di quanto si possa pensare. Questa tecnica di cottura dalle origini...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


27-11-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti