Caffè messicano, tanto sapore per un drink tanto amato…

Tempo di preparazione:

I benefici per il corpo? Anche in una tazza di caffè messicano!

Il caffè messicano è un caffè molto saporito e speciale, che racchiude in sé i benefici e il sapore della bevanda che conosciamo, ampliandone ogni caratteristica grazie agli altri ingredienti. Dal gusto speziato e accattivante, questo drink propone una sferzata di energia immediata, una ricarica per concentrarsi e aumentare la produttività, nonché un momento di pausa e relax di cui molti non possono proprio fare a meno!

Dal lato nutrizionale, il caffè messicano propone le sostanze nutritive della bevanda tradizionale e anche qualcosa in più. È ricco di magnesio, potassio, fosforo, calcio e sodio, di vitamina B3 e J. Grazie alla caffeina, propone un effetto stimolante nei confronti dell’apparato digerente; stimolante e tonico sul sistema nervoso e cardiovascolare; e un effetto dimagrante, in quanto può aumentare la quantità di calorie che bruciamo. In generale, il caffè contiene numerose sostanze antiossidanti e antinfiammatorie.

Troppo caffè fa male…

Tanti benefici, ma anche tante controindicazioni se si esagera. Infatti, con elevate quantità di caffè messicano e caffè tradizionale, possiamo trasformare quelle che erano azioni benefiche in controindicazioni! In pratica, i benefici si amplificano e, in molti casi, non è una cosa buona: invece che migliorare la digestione, si aumentano troppo i succhi gastrici e si rischia la gastrite, il reflusso gastroesofageo o l’ulcera; invece che ottimizzare il funzionamento del sistema nervoso e cardiovascolare, si possono causare tanti disagi…

cannella

Chi esagera con il caffè può soffrire di insonnia, ipertensione, vampate di calore, tachicardia e tremori; e persino constatare una diminuzione dell’appetito. Inoltre, l’effetto dimagrante del caffè messicano e di quello tradizionale scompare se si esagera con lo zucchero. Dobbiamo considerare anche che abbondare con il consumo di questa bevanda può causare un effetto inibitorio sull’assorbimento di ferro e calcio, favorendo così l’insorgere di anemia e osteoporosi.

Il caffè messicano e il mix di sapori che conquista…

Come avrete compreso, pur se quella del caffè messicano è una ricetta davvero speciale, non dovremo consumarne troppo! I nutrizionisti affermano che possiamo assimilare fino a 300 mg di caffeina al giorno, ovvero un massimo di 5 espressi (che contengono circa 60 mg di caffeina ognuno) o 3 tazzine abbondanti di caffè preparato con la moka (con circa 85 mg di caffeina ognuno). Tuttavia, non dobbiamo dimenticare che assumiamo caffeina da circa altri 60 alimenti e bevande vegetali, come il tè e il cioccolato.

Questo comporta un abbassamento delle quantità di caffè previsti a 3-4 espressi al giorno… ma ce la possiamo fare perfettamente anche senza berne di più, non credete? Detto questo, rispondo a un’ultima domanda e poi passo a questa ricetta che vi conquisterà: quali sono le peculiarità del caffè messicano? Oltre all’acqua e al caffè, contiene magnifici sapori, come quello della cannella, dei chiodi di garofano, del cioccolato amaro, dello zucchero di canna messicano e persino del peperoncino (facoltativo)!

Ed ecco la ricetta del caffè messicano

Ingredienti

  • 800 ml di acqua
  • 70 gr. di caffè in polvere
  • 1 stecca di cannella
  • 2 chiodi di garofano
  • 30 gr. di cioccolato amaro
  • 60 gr. di zucchero di canna messicano (piloncillo)
  • 4 gr. di polvere di peperoncino (facoltativo)

Preparazione

In un pentolino di coccio, fate bollire l’acqua con lo zucchero. Quando bolle, aggiungete la cannella, i chiodi di garofano, il cioccolato sbriciolato e zucchero di canna.

Lasciate riprendere il bollore e versate la polvere di caffè e, se vi piace il peperoncino, aggiungetelo e mescolate bene il tutto.

Spegnete il fuoco e lasciate riposare per qualche minuto. Filtrate e, se volete, servite con della schiuma di latte a parte.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *