Polpette croccanti di pane, piselli e basilico

polpette croccanti di pane
Commenti: 0 - Stampa

Tutta l’originalità delle polpette croccanti di pane, piselli e basilico!

Queste polpette croccanti di pane, piselli e basilico rompono il mito secondo il quale esse debbano, per antonomasia, essere realizzate con la carne. Quelle che proponiamo oggi sono infatti delle polpette vegane tutte da gustare, un’alternativa originale pensata per gli intolleranti al glutine e lattosio in quanto realizzate con ingredienti privi di queste proteine rivelatisi sempre più dannosa per molte persone.

Le polpette celano qualcosa di misteriosamente amato da tutti i bambini del mondo. Ecco che, realizzarli con verdure e legumi, diventa strategia perfetta per far mangiare loro con gusto questi prodotti della natura che, chi sa perché, sono da loro così odiati. Le possiamo preparare in mille modi diversi scegliendo preferibilmente verdure di stagione che possano andare incontro ai gusti dei bambini abbinandole all’immancabile gusto più forte del parmigiano reggiano.

Un’idea perfetta per le scampagnate estive!

Le polpette sono un piatto versatile, completo e irresistibile che può essere facilmente realizzato per tempo, anche il giorno prima, quando ad esempio non si ha tempo o in occasione di un evento come una scampagnata estiva al mare e in montagna. Questi bocconcini croccanti sono infatti non solo facili da preparare -basta infatti impastare gli ingredienti tra loro, dare una forma tondeggiante o schiacciata e cuocerle- ma anche molto facili da trasportare.

Le polpette croccanti di pane, piselli e basilico rappresentano un piatto davvero pratico da portare anche in auto, in occasione di una gita fuori porta. Non sporcano, non sono ingombranti e possono essere consumati con grande facilità, anche quando non si ha la possibilità di appoggiarsi ad un tavolo, cosa che, nelle scampagnate al mare ad esempio, può certamente accadere.

L’ampio ventaglio di ingredienti nelle polpette croccanti di pane

Queste curiose palline croccanti fuori e morbide dentro non prevedono l’utilizzo della carne. Lo scopo è quello di permetterne il consumo proprio a tutti, anche ai vegetariani. Chi intenda prepararle per una festa, un buffet o per un pranzo all’aperto, può così venire incontro alle esigenze di tutti i partecipanti indistintamente. Infatti il pane utilizzato come ingrediente base sarà senza glutine, nel rispetto delle persone che ne sono intolleranti.

Le polpette croccanti di pane, piselli e basilico mettono insieme proprietà estremamente valide per il corretto funzionamento del nostro organismo: quelle dei piselli, ricchissimi di ferro, fosforo, calcio, potassio e vitamine dei gruppi A e B1 e quelle antinfiammatorie e antiossidanti del basilico, noto per le sue virtù terapeutiche supportate da diversi studi scientifici. Poche parole occorre poi spendere per il parmigiano reggiano, consigliato da medici di tutto il mondo in quanto ricco di calcio e povero di grassi saturi.

Ed ecco la ricetta delle Polpette croccanti di pane, piselli e basilico

 Ingredienti per 15 polpettine

  • 4 fette di pane in cassetta
  • 60 gr. piselli freschi
  • 6 cucchiai colmi di parmigiano reggiano 36 mesi
  • 5-6 foglie di basilico
  • 1 uovo di oca
  • un goccio di latte di riso
  • q.b sale e pepe nero
  • q.b pangrattato senza glutine
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Preparazione:

Cuocete a vapore i piselli e una volta cotti lasciateli raffreddare. Lavate, asciugate e tritate a coltello le foglie di basilico. Grattugiate il parmigiano reggiano.

In una ciotola mettete le fette di pane in cassetta sbriciolate grossolanamente ed aggiungete un goccio di latte di riso (non troppo!) per ammorbidirle, lasciandole in immersione alcuni minuti.

Tritate abbastanza grossolanamente il basilico e mettete da parte.

Strizzate le fette di pane dal latte e mettetele in una capiente ciotola a cui aggiungerete l’uovo leggermente sbattuto, il parmigiano grattugiato, un pizzico di sale e pepe a piacere, il basilico tritato ed iniziate ad amalgamare.

Unite successivamente i piselli cotti, continuando ad amalgamare per ottenere un composto abbastanza sodo ma morbido al contempo; se necessario per compattare un poco, aggiungete un pochino di pangrattato senza glutine.

Coprite la ciotola con pellicola alimentare e ponete in frigo per circa una mezz’oretta a riposare.

Una volta trascorso questo tempo, togliete l’impasto dal frigo e con le mani leggermente inumidite formate delle palline grandi quanto una piccola noce (con queste dosi a me ne son venute una quindicina).

Rotolatele poi in altro pangrattato e ponetele in una teglia da forno leggermente unta d’olio.

Cuocete le polpettine ottenute in forno precedentemente riscaldato a 180° con funzione ventilata per una decina di minuti, rigirandole ogni tanto per dorarle bene su tutti i lati (l’esterno deve diventare bello croccante!).

Una volta pronte, sfornate e lasciate intiepidire.

5/5 (363 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Club Sandwich di cialde con mortadella

Club Sandwich di cialde con mortadella

Un club sandwich speciale. Il Club Sandwich di cialde con mortadella e crema al prezzemolo è una vera passione per mio figlio Stefano, sarà per i suoi tre strati? Per la sua golosità? Non lo so,...

torta salata con ortiche e nocciole

Torta salata con ortiche e nocciole, una vera...

Una torta salata indimenticabile ed adatta a tutti. Questa volta, vi propongo una torta salata con ortiche e nocciole. Sono una grande fan delle torte salate. Ne faccio a bizzeffe, usando sempre...

madeleines con pomodori secchi

Madeleines con pomodori secchi, olive e timo a...

Una merenda morbida e gustosa adatta a tutti Se state cercando una ricetta che sia salata, senza glutine e senza lattosio per una merenda saporita e gustosa, le madeleines con pomodori secchi, olive...

Gazpacho di avocado e gamberi allo zenzero

Gazpacho di avocado e gamberi allo zenzero

Una variante fresca e sfiziosa della tradizionale ricetta spagnola Il Gazpacho di avocado e gamberi allo zenzero è una ricetta facile e veloce, che prende spunto dalla zuppa fredda originale...

Tartelletta di papaya con gelee di mango

Tartelletta di papaya con gelee di mango

Tartelletta di papaya con gelee di mango: un piatto per sorprendere tutti e preparatevi a festeggiare domani il Ferragosto in allegria Oggi vi voglio aiutare a sorprendere i vostri ospiti con un...

Sandwiches integrali al salmone,

Sandwiches integrali al salmone e crema di formaggio

Un tuffo nel mondo vegan con i sandwiches integrali al salmone Sandwiches integrali al salmone e crema di formaggio. Non appena il sole inizia a riscaldare un po’, torna la voglia di stare...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


10-08-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti