Cosa mangiare a lavoro? Ecco le polpettine di carne, olive e mandorle

Tempo di preparazione:

Per una dieta sana ed equilibrata, anche a lavoro!

Le polpettine di carne, olive e mandorle sono un’altra delle mie proposte per il pranzo a lavoro. Quante volte ci siamo trascinati fino al bar o al ristorante più vicino e abbiamo mangiato in eccesso o male? Portarsi il pranzo da casa è un’ottima maniera per tenere sotto controllo la propria dieta e per risparmiare un po’. Non sempre, però, sappiamo cosa ci conviene portare in ufficio. Vi consiglio questa ricetta perché le polpettine sono facili da trasportare e da mangiare con le mani o con una piccola forchetta.

Quali sono gli ingredienti principali di questa ricetta? Carne macinata di manzo e di maiale, uova, parmigiano reggiano grattugiato, farina di mandorle, basilico, olive nere e aglio. Come potete notare, questa ricetta non crea nessun problema né agli intolleranti al lattosio né agli intolleranti al glutine. Il parmigiano reggiano non contiene lattosio, grazie al processo di stagionatura, mentre il pangrattato senza glutine è un ottimo ingrediente sostitutivo quando non possiamo farne a meno.

Le mille varianti delle polpette, sempre adatte ad ogni gusto

Qual è l’origine delle polpette? Difficile dirlo, visto che queste soffici palline sono diffuse in tutto il mondo, dalle “meatball” americane alle “albóndigas” spagnole. Senza dubbio è stato sempre un modo per riutilizzare gli avanzi, visto che possono essere preparate con tantissimi ingredienti. Il risultato, però, riesce a convincere tutti i palati, anche quelli più esperti o esigenti. Possono essere elaborate con carne, pesce e vegetali, con pochi ingredienti o con molti, fritte o stufate…la scelta è molto vasta!

In Italia, sembra che la prima menzione alle polpette si trovi nei manuali di cucina del Quattrocento. Attualmente, nel nostro paese, si preparano tantissime varietà tradizionali di questo piatto. Su Nonna Paperina, oltre a queste polpettine di carne, olive e mandorle vi ho proposto tante altre ricette come le polpette croccanti di pane, piselli e basilico, le polpette di lenticchie rosse e tofu o le polpette con carne di pollo e patate.

Gli ingredienti delle polpettine di carne, olive e mandorle

I due ingredienti principali delle polpettine di carne, olive e mandorle sono senza dubbio la carne di manzo e quella di maiale che vi permette di fare il pieno di proteine e di avere le energie per continuare a lavorare durante il pomeriggio. L’uovo servirà ad amalgamare le polpettine e a fare il pieno di sali minerali (soprattutto fosforo, calcio e ferro) e di vitamine (principalmente del gruppo B). Un altro ingrediente fondamentale in questa ricetta sono le olive, preferibilmente nere, in modo tale da creare un contrasto interessante con il sapore delle mandorle.

La farina di mandorle, come ricordo spesso, è un’ottima opzione per gli intolleranti al glutine, visto che permete di creare tantissimi dolci gluten free. In più, è largamente usata nella pasticceria italiana e internazionale, creando bontà assolute come i marzapani. Il resto degli ingredienti servirà ad amalgamare, condire e dare un tocco di sapore in più alle polpettine, come il basilico e il parmigiano reggiano.

Ed ecco la ricetta delle polpettine di carne, olive e mandorle

Ingredienti per 15 polpettine:

  • 300 gr. polpa di manzo macinata
  • 100 gr. polpa di maiale macinata
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai Parmigiano Reggiano grattugiato, stagionato 36 mesi
  • 1 cucchiaio farina di mandorle
  • 2-3 grosse foglie di basilico
  • 2 cucchiai colmi olive nere tagliate a rondelle
  • 1 spicchio d’aglio
  • q.b. sale e pepe nero
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • una generosa manciata di pangrattato senza glutine

Preparazione

In una capiente terrina sbattete leggermente l’uovo con  il parmigiano, poi unite le foglie di basilico tritate al coltello e la carne, amalgamando con le mani.

Salate e pepate a piacere, unite poi la farina di mandorle, le olive tagliate a rondelle e amalgamate sempre con le mani (è il modo migliore per impastare le polpette); aggiungete poco pangrattato alla volta sino a raggiungere la consistenza perfetta, ben soda per formare poi le polpettine tonde della misura di una piccola noce.

In una larga padella antiaderente portate in temperatura l’olio extravergine con lo spicchio d’aglio pelato e leggermente schiacciato; una volta ben dorato, levatelo ed aggiungete le polpette, facendole ben dorare su tutti i lati.

Cuocetele per circa una quindicina di minuti a fiamma vivace, sempre rigirandole per non farle attaccare, e una volta cotte, servitele ben calde con un’insalatina di spinacini teneri e olive nere.

Sono ottime gustate ben calde, ma anche a temperatura ambiente, sempre con una fresca insalata, portate al lavoro per pranzo, insieme a del pane tostato e ad un frutto.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *