Dentifrici senza glutine : una sana e buona abitudine

Lavare i denti senza rischi? Ecco i dentifrici senza glutine o nichel tested

Lavare i denti è un’operazione di grande importanza ed è una buona abitudine farlo tre volte al giorno per mantenere la bocca pulita ed eliminare i residui di cibo che, altrimenti, potrebbero accumularsi e diventare dannosi.

Generalmente qualsiasi dentifricio dovrebbe essere senza glutine e potrebbe essere utilizzato da tutti i celiaci mentre è più difficile trovare quelli “nichel tested” Questa informazione, però, va presa con le pinze e – fermo restando che per i celiaci il rischio risiede nell’ingestione della sostanza e non nel semplice contatto con la stessa – come si suol dire, “la prudenza non è mai abbastanza”.

Infatti, per quanto i rischi siano minimi e forse anche nulli, è sempre preferibile ricorrere all’uso di prodotti che riportino la dicitura “Gluten Free”, soprattutto nel caso in cui a soffrire di celiachia siano i bambini che possono ingerire la sostanza.

I bimbi tra i 2 e 4 anni spesso, per giocare o per assaporare il dentifricio, tendono ad ingerire il prodotto. Proprio per questo motivo, è meglio evitare ogni presenza di sostanze che possono trasformarsi in potenziali rischi per la salute.

Dentifrici senza glutine

Caratteristiche del dentifricio “Gluten Free”: cosa deve contenere?

Spesso utilizziamo il glutine come addensante e la sua presenza (seppur in minima quantità) è facile da rilevare nei dentifrici.  Premesso che la maggior parte dei dentifrici può essere tranquillamente utilizzata dai celiaci, se il prodotto è dichiaratamente senza glutine, quasi sicuramente conterrà un derivato della cellulosa che lo rende comunque efficace, tanto da non aver nulla da invidiare agli altri prodotti appartenenti alla stessa categoria.

È importante che nell’INCI risultino sostanze quali lo xilitolo, utile nella prevenzione di carie, bicarbonato di sodio che ha il compito di proteggere i denti e fosfato di calcio, responsabile della ri-mineralizzazione dei denti e che svolge un’azione anti-tartaro.

Un dentifricio senza glutine che si rispetti deve contenere anche olii naturali che lascino in bocca una sensazione di freschezza e pulizia.

Rischi del dentifricio che contiene glutine: quali sono?

Qualora si risultasse intolleranti al glutine e non si sopportasse un determinato dentifricio che lo contiene, la bocca accenderebbe campanelli d’allarme immediati, manifestando fastidiosi sintomi. Dalle carie alle ferite, dalla perdita progressiva dello smalto ai denti scheggiati, dalla placca alle bolle ed alle macchie: questi sono i disturbi che possono interessare la bocca nel caso in cui i celiaci utilizzino dentifrici che contengono la sostanza in questione.

Proprio per evitare che si verifichi tale situazione, il consiglio che voglio darvi è quello di scegliere sempre dentifrici (ed anche collutori) possibilmente con dicitura gluten free.

Se non presente, ricorda sempre di leggere l’INCI dei prodotti che intendi acquistare e preferisci quelli più naturali e che siano, possibilmente, anche biologici. Se riesci a rispettare queste linee guida ed avere gli accorgimenti necessari vedrai che l’allergia non sarà più un problema ma potrà essere gestita tranquillamente, riducendo al minimo o del tutto annullando i rischi

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per l’intolleranza al nichel

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *