bg header

Tagliolini di canapa con cavolo nero: piatto vegetale

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

tagliolini di canapa con cavolo nero

Cosa rende così speciale i tagliolini di canapa con cavolo nero

Gli amanti dei primi piatti vegetariani sono sempre più in aumento. È ormai noto come il dedicarsi alla preparazione di primi piatti vegetariani non sia solo una scelta dettata da una pura necessità, bensì dalla volontà di preparare qualcosa di sano, genuino, dalle note organolettiche originali e insolite, dai sapori e i profumi d’Oriente.

È proprio dalla cucina orientale che attingiamo per la realizzazione di un piatto che si rivela uno dei più completi dal punto di vista nutrizionale. Ci stiamo riferendo ai tagliolini di canapa con cavolo nero, una vera leccornia tutta “verde”, in quanto realizzata con importanti ingredienti del regno vegetale ricchi di fibre, antiossidanti e sali minerali, rigorosamente senza glutine, ottimo connubio questo per chi non può o non vuole consumare la pasta “normale”.

Le incredibili proprietà dei semi di canapa

Farina di Canapa… chi lo avrebbe mai detto!!!!!!La canapa sativa è un tipo di canapa appartenente ad una delle specie del tipo Cannabis.Detta anche canapa utile, da questa si ricavano molti prodotti utilizzati nell’industria tessile e in quella alimentare. Essendo un vegetale con grandi capacità di adattamento si è riusciti, nei secoli, a coltivarlo anche in condizioni climatiche critiche, con scarsità di acqua e in zone impervie. Nemmeno l’altitudine rappresenta un problema per la coltivazione e lo sviluppo di questa pianta.

La farina di canapa si ricava, per l’appunto, dai semi di canapa sativa ed è il risultato della macinatura (finissima) che avviene per mezzo di un torchio. La torchiatura del seme viene effettuata principalmente per estrarre l’olio dai semi, ma ciò che rimane (la polpa) viene convertita in farina.

La farina è il prodotto che consente un utilizzo particolarmente semplice e vario dei semi di canapa in cucina.
Molto soffice, leggermente umida, dal colore ambrato e dal leggero gusto di nocciola, la farina di canapa è una fonte ricchissima di importante sostanze nutritive indispensabili all’organismo umano. L’introduzione di questo prodotto nell’alimentazione quotidiana assicura un buon apporto di fibre, calcio, potassio, grassi “buoni” come l’omega 3 e 6, proteine e amminoacidi fondamentali. Nel 2009, il valore nutritivo dei semi di canapa sativa è stato riconosciuto anche dal Ministero della Salute Italiano.

La pasta alla canapa è tutt’altro che un ripiego in presenza di intolleranze alimentari. Oltre ad essere originali già solo all’aspetto e squisiti al gusto, questi tagliolini di canapa che andiamo a presentare celano delle proprietà nutrizionali davvero eccezionali ed inattese. Il merito è tutto della farina di canapa e del cavolo nero, alleato della nostra salute e paladine nella difesa del nostro organismo.

tagliolini di canapa con cavolo nero

Questo primo piatto, proprio per via della presenza della farina di canapa come ingrediente principale dei tagliolini, vanta ottime proprietà antinfiammatorie ed antiossidanti. Inoltre, rinforza il sistema nervoso dimostrandosi valido alleato contro diverse malattie respiratorie. La farina di canapa, conosciuta e impiegata sin dalla notte dei tempi, è altresì ricca di omega 3 e omega 6, rivelandosi così ottimo contro il colesterolo e contro i disturbi cardiovascolari.

Un piatto completo dal punto di vista nutrizionale

Il cavolo nero, da sempre utilizzato nella medicina delle antiche tradizioni passate, è un ingrediente perfetto che mette d’accordo tutti a tavola, gli amanti dei sapori ricchi e corposi, tipicamente invernali, i seguaci delle diete salutari e genuine e persino i bambini che neppure si rendono conto – se saremo abili – della presenza di questo ortaggio nei loro piatti.

Superare la difficoltà che a volte si incontra nella fase che precede la cottura è semplice: per pulire e lavare questo ortaggio basta seguire questi semplici passaggi: eliminate le foglie esterne danneggiate. Per avare solo la parte morbida delle foglie impugnate la foglia tenendo la mano sinistra intorno alla costola, con la destra afferrate la foglia dalla base tirandola verso l’alto, stringendo il pugno intorno alla costola. Così avremo la parte morbida della foglia.

Questo ortaggio poco energetico, che tra gli ortaggi si colloca circa nella media dei valori quanto ad apporto calorico, è una riserva di principi immunostimolanti, depurativi ed antivirali che difficilmente a tavola un comune cavolo riesce ad eguagliare. Sono anche le sue caratteristiche organolettiche a farne un ortaggio assai ricercato, oltre al suo aspetto cromatico, verde acceso, vivo, unico e originale

Questi tagliolini sono davvero poveri di grassi: basta dire che il cavolo nero ne contengono appena 0,4 mg per ogni 100 gr di prodotto e la farina di canapa appena 1,2 mg. Questa pasta viene da molti considerata un piatto unico, in quanto assembla tanti di quegli ingredienti ricchi e completi – ma al tempo stesso leggeri e poveri di grassi – da poter soddisfare il fabbisogno del nostro organismo in termini nutrizionali.

Una curiosità: le proprietà del cavolo nero iniziano a diffondersi talmente tanto che impazza la moda della coltivazione fai da te su balconi e nei giardini. Ciò non meraviglia, visto che sono davvero tante le buone ragioni per portare in tavola questo prezioso ingrediente. Tuttavia, non dobbiamo sottovalutare neanche le particolarità e la bontà degli altri utilizzati per questo pesto: Parmigiano Reggiano e pinoli di cedro aggiungono aroma e gusto, oltre a tante proprietà nutrizionali.

Questo primo mette d’accordo dunque davvero tutti: chi ama la cucina orientale, chi desidera condire di originalità e fantasia i propri piatti e chi, per necessità, non può consumare le farine che normalmente contengono glutine e, quindi, la relativa pasta con esse preparare. Un’ottima soluzione tutta sapore che desterà stupore e meraviglia, per un grande successo in famiglia a tavola.

Ricetta Tagliolini con  cavolo nero

 Ingredienti per 4 persone

  • 320 gr. di tagliolini di canapa
  • 500 gr. di cavolo nero
  • 1 spicchio d’aglio
  • 60 gr. di mandorle
  • 10 gr. di sale grosso
  • 10 foglie di salvia fresca
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q.b. peperoncino fresco

Preparazione

Mondate e tritare grossolanamente il cavolo nero (foglia, fiore, parte tenera del gambo). Lavate e asciugate le foglie di salvia.

Saltate in una padella antiaderente un cucchiaio di olio lo spicchio d’aglio. Aggiungete il cavolo nero e cuocete per circa 10 minuti. Correggete di sale e aggiungete il peperoncino.

Tritate mandorle, sale grosso e salvia in un frullatore, cuocete a parte i tagliolini in abbondante acqua salata poi scolate e condite con le verdure. Spolverizzare con il trito di mandorle e salvia.

5/5 (445 Recensioni)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...

Cous cous con vongole e zucchine

Cous cous con vongole e zucchine, un piatto...

Uno sguardo alle vongole Tra i protagonisti di questo cous cous spiccano le vongole, tra i molluschi più apprezzati in quanto capaci di trasmettere delle note ittiche in un contesto di generale...

carbonara vegana

Carbonara vegana, un piatto audace ma squisito

Come sostituire la salsa di uova Quando si prepara una carbonara vegana la prima sfida è la sostituzione delle uova, d’altronde sono proprio queste a rappresentare l’ingrediente principale...

logo_print