bg header
logo_print

Zuppa di fave e cime di rapa, la tradizione è servita

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Zuppa di fave e cime di rapa
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Zuppa di fave e cime di rapa, un primo dal gusto intenso

La zuppa di fave e cime di rapa è un primo piatto della tradizione italiana, molto diffuso soprattutto al sud. E’ una zuppa facile da preparare, nutriente e anche bella da vedere, viste le brillanti tonalità di verde che la arricchiscono. Ovviamente è squisita, e non potrebbe essere altrimenti se si considera la lista di ingredienti nella sua interezza. I principali sono le fave, le cime di rapa e le patate, che si abbinano alla perfezione tra di loro, regalando sentori rustici e suggestivi. Il sapore che emerge di più è quello delle fave, che offrono un sapore corposo e piacevole, che non stanca mai. Le fave vantano anche un buon profilo nutrizionale. Possono essere considerate dei legumi, dunque contengono tanti carboidrati, ma anche una dose non indifferente di proteine.

Abbondano inoltre di vitamine e sali minerali. Oltre alla vitamina C, che giova al sistema immunitario, troviamo anche le vitamine del gruppo B. Le fave spiccano, poi, per il buon apporto di potassio, calcio, fosforo e ferro. Queste ultime due sostanze sono utili per la salute dei denti e per regolare il livello di ossigeno nel sangue. Per quanto concerne l’apporto calorico, siamo su livelli abbastanza ridotti: 40 kcal per 100 grammi. Le fave sono alimenti ricorrenti nella cucina italiana perché crescono in abbondanza nella macchia mediterranea, inoltre sono molto versatili. Le fave sono buone sia crude che cotte sotto forma di contorno, inoltre possono essere passate in padella, lessate o trasformate in zuppa, come in questo caso.

Ricetta zuppa di fave

Preparazione zuppa di fave

Ecco il procedimento per preparare la zuppa di fave e cime di rapa. Pulite le cime di rapa, eliminando i gambi duri, le foglie più spesse e gli steli esterni più duri e fibrosi, poi tenete quelli interni più piccoli e teneri. Intanto sbucciate l’aglio. Ora staccate le cimette ad una ad una dal torsolo, eliminate la parte esterna del torsolo e tagliate a pezzetti la parte interna che è bianca e tenera. Lavatele sotto l’acqua fredda corrente e pulitele sfregandole leggermente con le mani per eliminare ogni traccia di terra. Poi sbucciate e tritate la cipolla, infine pulite le patate, tagliatele dadini e mettetele in una pentola con acqua bollente salata assieme alle cime di rapa e alle fave sgusciate.

Aggiungete l’aglio e cuocete per almeno mezz’ora, fino a quando le fave non si sono ammorbidite. Una volta che la zuppa di fave e cime di rapa è ben cotta, toglietela dal fuoco e passate una parte del composto con un frullatore ad immersione e mettetela di nuovo nella pentola. Regolate di sale, completate il piatto con una generosa macinata di pepe fresco o con una spolverata di peperoncino. Servite infine con un velo di buon olio extravergine di oliva. Al posto delle cime di rapa, potete utilizzare i broccoletti o i friarielli, il risultato è sempre lo stesso, ossia una zuppa molto saporita e nutriente.

Ingredienti zuppa di fave

  • 300 gr. di fave fresche sgusciate
  • 1 cipolla
  • 300 gr. di patate
  • 300 gr. di cime di rapa
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d oliva spremuto a freddo
  • 1 lt. di acqua
  • q. b. di sale e una macinata di pepe
  • 1 peperoncino.

Le proprietà delle cime di rapa

Anche le cime di rapa giocano un ruolo fondamentale nella ricetta della zuppa di fave. Il loro sapore valorizza quello delle fave, pur conservando una loro precisa identità. Le cime di rapa sono le infiorescenze della rapa, molto apprezzate per il loro sapore leggermente amarognolo e aromatico; inoltre hanno una texture particolare tra il morbido e il croccante. Sono apprezzate anche per il colore, un verde intenso, che si mantiene anche dopo la cottura.

Le cime di rapa vantano anche un eccellente profilo nutrizionale. Troviamo infatti la vitamina C, il potassio e il magnesio, tutte sostanze tipiche di verdure, ortaggi e frutta. Apportano anche sostanze più rare, come l’acido folico, un formidabile antiossidante che rallenta l’invecchiamento, regolarizza i processi cellulare e inibisce l’azione dei radicali liberi. Infine l’apporto calorico è davvero minimo, pari a 28 kcal per 100 grammi.

zuppa fave cime rapa ver

Il ruolo essenziale dell’aglio nella zuppa di fave

La presenza dell’aglio in questa zuppa di fave e cime di rapa potrebbe far storcere il naso ai più salutisti. Infatti viene tacciato di appesantire lo stomaco e di causare il proverbiale alito cattivo. Affermazioni vere solo in parte, e solo quando si fa un uso eccessivo dell’alimento. Per il resto l’aglio fa addirittura bene alla salute. Contiene infatti molte vitamine del gruppo B e una discreta dose di zolfo.

Lo zolfo è abbastanza raro tra gli alimenti di origine vegetale ed è responsabile di un’azione protettiva nei confronti dei tessuti. Il riferimento è soprattutto alla cute, che può apparire più luminosa e in salute. Per quanto concerne l’apporto calorico è di base molto basso, ma è comunque raro consumare dosi importanti di aglio. L’uso dell’aglio in questa ricetta non da alcun problema di sorta, d’altronde se ne utilizza solo uno spicchio, quanto basta per insaporire e infondere nella zuppa sentori più vivaci.

Come preparare una zuppa perfetta?

Preparare questa zuppa di fave e cime di rapa è molto semplice, infatti basta riunire in una pentola colma di acqua bollente le fave, le patate, le cime di rapa, l’aglio e la cipolla. Poi si cuoce e si lascia assorbire il tutto, infine si passa al minipimer o al frullatore una parte della zuppa, in modo che diventi cremosa. Questa crema va poi reinserita nella pentola, condendo il tutto con una generosa macinata di pepe fresco e un po’ di peperoncino (se gradito). Al momento del servizio, si guarnisce la zuppa con un bel giro di olio extravergine d’oliva.

L’unica difficoltà della ricetta consiste nella preparazione degli ingredienti. Il riferimento non è tanto alla cipolla e alla patata (che vanno semplicemente sbucciate) quanto alle cime di rapa. Delle rape vanno estratte le cimette più morbide, ma va usato anche il gambo, privato delle componenti più dure. Solo in questo modo si potrà avere una zuppa morbida, omogenea e armonica come sapori e sentori.

Ricette con le fave ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Spaghetti con asparagi e totani

Spaghetti con asparagi e totani, un primo tra...

Cosa sapere sugli asparagi viola I protagonisti di questa ricetta, nonché gli ingredienti che la valorizzano maggiormente, sono gli asparagi viola. Rispetto agli asparagi classici non si...

Gazpacho di pesche (

Gazpacho di pesche, una ricetta dolce e aromatica

Quale pesche utilizzare per questo gazpacho? Per questo particolare gazpacho di pesche vi consiglio di utilizzare le pesche gialle. Sono le pesche più dolci, e quindi in grado di spiccare in mezzo...

Curry di makhane

Curry di makhane, dall’India un piatto speziato e...

Cosa sono i makhane? Giunti a questo vale la pena svelare cosa siano i makhane, i protagonisti di questo suggestivo curry. I makhane non sono altro che le noci del loto, che si caratterizzano per il...