Creme caramel alla combava: una vera delizia tutta da provare!

Un dessert per il vostro pranzo: il creme caramel alla combava

Squisito, delicato e leggero, il creme caramel alla combava è un dessert tra i più deliziosi e raffinati che possiamo preparare. Esso fa parte dei dolci tradizionali al cucchiaio: il gusto dolce della vaniglia si mescola con quello della bevanda di cocco e riso e delle uova, proponendo una consistenza soffice e indimenticabile. In questo caso, porteremo in tavola una ricetta senza glutine e senza lattosio, ma comunque ricca di nutrienti e carica di sapori indimenticabili, proprio come quello della combava.

Quest’ultimo è un ingrediente che conferisce al dessert un tono speziato, fresco e profumato. Ogni cena o evento speciale ha bisogno del finale giusto, per chiudere il menù in modo impeccabile. Per completare ogni pasto in maniera suprema, il creme caramel alla combava è decisamente una scelta perfetta, in grado di stupire gli ospiti sotto ogni punto di vista, regalando loro un viaggio culinario alla scoperta di una dolcezza infinita…

Gustosità e benefici con qualche foglia di combava

La combava o kaffir lime è un agrume particolare originario dell’Indonesia, le cui foglie sono dotate di interessanti proprietà aromatiche che permettono il loro utilizzo nel mondo dei dolci e anche nella nostra cucina oltre che in quella tailandese, cambogiana, indonesiana e laotiana. Con la loro colorazione verde smeraldo e una consistenza sostanzialmente gelatinosa, si rivelano come un ingrediente raffinato per il creme caramel alla combava e come un alimento semplice, ma in grado di esaltare i sapori.

Sono abbinate a un frutto ricco di vitamina C, utile per rafforzare il sistema immunitario e contrastare l’azione dei radicali liberi, capace di proteggere le cellule dall’invecchiamento e di promuovere la salute del sistema cardiovascolare, ma anche di migliorare la digestione. Le foglie che utilizzeremo per la preparazione del creme caramel alla combava, portano con sé molte di queste proprietà e vi accorgerete che si presentano come un valore aggiunto che avrete voglia di sfruttare sempre più spesso!

focus creme caramel 1 Creme caramel alla combava: una vera delizia tutta da provare!

La dolcezza e la raffinatezza del Creme caramel alla Combava conquista tutti!

Come avrete compreso, il sentore agrumato e piacevole della combava regalerà un gusto particolare al nostro elegante dessert, ma anche tanti altri vantaggi. Tuttavia, dovreste ricordare che portare in tavola il creme caramel alla combava ha un altro ingrediente che non dobbiamo sottovalutare, ovvero la bevanda di cocco e riso, adatta agli intolleranti al lattosio e apprezzata anche da chi non ha questo tipo di problemi. Ho scelto di utilizzare quello proposto dal marchio Granarolo in quanto, oltre ad essere delizioso, è di primissima qualità sotto ogni punto di vista.

Questo latte vegetale dona al creme caramel alla combava un gusto delicato e un’alta digeribilità, nonché un buon apporto di carboidrati, minerali e vitamine che si trasformano in energia e benessere per l’organismo. Pertanto, scegliendo con cura gli ingredienti, il risultato sarà davvero ottimo! Dopo aver preparato questo dessert, fatemi sapere cosa ne pensate e, soprattutto, quali complimenti vi hanno fatto i vostri ospiti e familiari!

Ed ecco la ricetta per preparare il creme caramel alla combava

Ingredienti per 4 persone

  • 6 foglie di combava
  • 125 gr zucchero di canna
  • 500 ml bevanda di cocco e riso Granarolo
  • 4 uova

Per il caramello:

  • 150 gr di zucchero di canna
  • 2/3 cucchiai di acqua
  • 1 cucchiaio di crema di vaniglia
  • gocce di limone

Preparazione

Tagliate a striscioline le foglie di combava e mettetele in infusione insieme al latte di riso e cocco e portate ad ebollizione. Lasciate in infusione per circa 10 minuti e filtrate.

A parte, sbattete le uova intere con lo zucchero in una terrina e aggiungete il latte caldo.

Ancora a parte, preparate il caramello mettendo sul fuoco un pentolino con lo zucchero, la vaniglia e due cucchiai d’acqua. Fate cuocere a fuoco vivo, continuando a mescolare con un cucchiaio di legno. Per impedire al caramello di indurirsi e di formare grumi, aggiungete delle gocce di limone prima della cottura. Un altro consiglio che posso darvi è questo: durante la cottura dovete evitare gli sbalzi di temperatura.

Versate un cucchiaio di caramello nelle coppette di ceramica e versate fino al bordo il composto di latte e uova; mettete le coppette in una teglia alta e versate negli spazi dell’acqua fredda per ottenere la cottura a bagnomaria, infornate a 160° per circa 40 minuti.

Fate raffreddare il dessert almeno per 4 ore prima di servirlo, affinché l’aroma della combava si emulsioni con il latte e lo zucchero.

 

 

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Nota per l’intolleranza al nichel

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

printfriendly pdf button nobg md Creme caramel alla combava: una vera delizia tutta da provare!

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *