Dolce ai mirtilli e la giornata parte con energia e gusto

dolce ai mirtilli
Stampa

Dolce ai mirtilli e la giornata parte con energia e gusto. Quando parliamo di super food intendiamo tutti quegli alimenti che hanno un maggior impatto benefico nel nostro organismo. A questo si aggiunga che i super food sono un incredibile supporto di sostanze essenziali all’apporto nutrizionale giornaliero soprattutto per chi vive in modo intenso, per chi pratica sport e attività fisiche.

E’ la ricetta ideale per la tua colazione

Inserire questo dolce ai mirtilli nella propria dieta è il metodo più naturale per superare i periodi di grande fatica fisica e mentale senza dover ricorrere a integratori e rimedi artificiali.

Il mirtillo è una pianta molto diffusa nelle zone di montagna e cresce selvatico sotto forma di piccoli arbusti nei prati. Ne conosciamo sicuramente le tipologie:  il mirtillo nero spontaneo, dalle piccole bacche blu e il mirtillo rosso, dalle  piccole bacche color ciliegia (ricordiamoci che per la raccolta è  meglio consultare un esperto poiché nel bosco ci sono moltissime bacche simili, alcune delle quali però tossiche).

Queste frutti sono ricchi di vitamine A e C, di tannino e sali minerali e di acidi organici. Il mirtillo inoltre ha delle grandi proprietà antiinfiammatorie e disinfettanti.

È sicuramente molto conosciuto per le sue caratteristiche antiage (contrasta l’invecchiamento della pelle) e per gli ottimi benefici che reca alla vista (si dice che i soldati in passato li consumassero per migliorare la vista in virtù delle spedizioni notturne), oltre che per essere un eccellente alleato della buona circolazione sanguigna.

Dolce ai mirtilli e ritrovi il sorriso

Visto l’ampio utilizzo in campo alimentare ed erboristico, troviamo in commercio due tipologie di  mirtillo adatte alla coltivazione: i mirtilli scuri si trovano molto facilmente nella specie gigante con frutti grossi V. corymbosum e quelli rossi si trovano sul mercato nella specie V. vitisidaea (se possibile sceglieteli biologici, ancora  meglio da coltivazione biodinamica).

dolce ai mirtilli f

Con il mirtillo si possono fare infusi o decotti, oppure il succo. Ci si può sbizzarrire nella produzione di marmellate o confetture, ottime per la colazione su una fetta di pane integrale o superlative se abbinate a piatti di carne rossa o cacciagione.

Essi vengono anche conservati al naturale; una volta lavati sotto l’acqua fredda (escludendo le bacche più mature) e fatti asciugare all’aria, si possono riporre in alcuni barattoli a chiusura ermetica con un cucchiaio di zucchero (meglio preferire quello di canna integrale).

Una volta chiusi, si avvolgeranno i barattoli con dei canovacci per sistemarli poi insieme in una pentola riempita di acqua fino a coprire l’altezza dei vasi stessi. Andranno messi sul fuoco per 20 minuti dal momento della bollitura per poi essere tolti dalla fiamma e lasciati nella pentola fino al raffreddamento.

Una volta finito il procedimento di sterilizzazione potranno essere riposti nella vostra dispensa, pronti per essere consumati insieme a dello yogurt naturale o a del gelato fatto in casa.

Per la nostra ricetta vedremo invece come preparare un dolce gustoso e nutriente, fatto con i mirtilli freschi, la farina di riso e di miglio e arricchito dai valori nutrizionali della banana e dello sciroppo d’agave.

Ed ecco la ricetta per questo favoloso dolce ai mirtilli

Ingredienti per 1 torta

  • 200 g di farina di riso Molino Rossetto
  • 100 g farina di miglio Molino Rossetto
  • 8 g di lievito per dolci Baule Volante
  • 70 g di zucchero grezzo di canna
  • 80 ml di sciroppo d’agave Probios
  • 1 banana frullata
  • 110 ml di olio di mais
  • 100 bevanda di riso Granarolo
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cestino di mirtilli freschi

Preparazione

Mescolate tutti gli ingredienti secchi , lo zucchero essendo grosso lo frulliamo. In un’altra ciotola mescoliamo i liquidi dopo di che mescolate tutti gli ingredienti energicamente fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Preparate la teglia già oliata e infarinata e infornate nel forno già caldo a 170’/180’ gradi per 35/40 minuti. Ottima per l’ora del the o come spuntino mattutino.

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


14-11-2017
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti