logo_print

Porridge di quinoa alle mandorle e bacche di goji

porridge di quinoa alle mandorle e bacche di goji con ginseng
Stampa

Una colazione salutare ed energetica con il porridge di quinoa alle mandorle e bacche di goji con ginseng

Se amate la buona cucina e nel contempo cercate una colazione speciale e nutriente, il porridge di quinoa alle mandorle e bacche di goji con ginseng è sicuramente la soluzione migliore per voi. Ricca di carboidrati, antiossidanti, omega3, vitamine e minerali, questa ricetta semplice e genuina potrà aiutarvi a mantenervi giovani, sani e pieni di vitalità.

Preparare questo porridge è semplice e veloce e, scegliendo questa colazione, le vostre giornate non saranno più le stesse, ma avrete a disposizione un carico di energia e nutrienti che vi aiuteranno a portare a termine ogni attività con il giusto vigore e a riscontrare importanti benefici per la salute nel lungo termine. Andiamo a scoprire tutte le qualità di questa ricetta.

Il porridge di quinoa alle mandorle e bacche di goji con ginseng: una colazione fuori dal comune

Unire la quinoa a tutti questi ingredienti è decisamente una buona soluzione per promuovere la nostra salute in maniera eccellente e costante. Infatti, la quinoa non è veramente un cereale, ma una pianta che gli assomiglia molto e che riesce a sostituire perfettamente questo alimento. È priva di glutine e contiene buone quantità di magnesio, potassio, fosforo, rame, ferro, manganese, zinco e selenio, ma anche di vitamina A, B1, B2, B3, B5, B6, C, E e J.

Grazie a questo alimento, il porridge di quinoa alle mandorle e bacche di goji con ginseng è una colazione ricca di proteine e fibre vegetali e, grazie ai suoi ingredienti “secondari”, si rivela anche un pasto decisamente rivitalizzante sotto diversi punti di vista. Infatti, grazie a molte ricerche è stato affermato che le bacche di goji sono ottime per rinvigorire la pelle e ringiovanire l’organismo, ma anche per rinforzare il sistema immunitario.

Queste bacche si rivelano un vero e proprio toccasana per l’organismo e, insieme al ginseng, ci regalano una sferzata di vitalità perfetta per iniziare ogni giornata con il piede giusto e per godere nel lungo termine di notevoli effetti antiossidanti, che comprendono ovviamente anche la protezione dai danni dei radicali liberi. Infine, non dobbiamo sottovalutare il potere delle mandorle.

 

Gli omega3, la vitamina E e gli altri sali minerali che troviamo nel porridge di quinoa alle mandorle e bacche di goji con ginseng

Oltre ai nutrienti contenuti in quinoa, ginseng e bacche di goji, dobbiamo considerare anche le proprietà e i benefici delle mandorle. Queste ultime sono una buona fonte di vitamina E, ottima per mantenere pelle e capelli sani, e di minerali importanti per la salute di ossa, denti e sistema nervoso. Le mandorle offrono anche elevati livelli di omega3 e perciò ci aiutano a proteggere il cuore e il sistema vascolare, nonché a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. 

In poche parole, il porridge di quinoa alle mandorle e bacche di goji con ginseng si rivela una colazione sana e capace di aiutarci a rallentare il naturale processo di invecchiamento del nostro organismo, senza dimenticare che ci offre persino un magnifico connubio di sapori: tutti elementi che dovrebbero decisamente far parte di ogni nostra colazione.

Ingredienti per 1 persona

  • 40 gr quinoa
  • 300 gr latte di mandorla
  • 1 pezzo scorza arancia
  • 2 cucchiaini farina mandorle
  • 1 cucchiaino quinoa soffiata
  • 3 o 4 mandorle
  • 1 cucchiaio bacche goji
  • q.b. sale

Preparazione

  • Versate il latte di mandorla in un tegame, sciacquate la quinoa e unite al latte.
  • Fate cuocere a fuoco lieve per circa 30 minuti, aggiungete la scorza d’arancia e il sale, proseguite la cottura per altri 20 minuti.
  • Allontanate dal fuoco, eliminate la scorza d’arancia, unite la farina di mandorle e mescolate bene.
  • Versate in una ciotola, cospargete con la quinoa soffiata, le bacche di goji e le mandorle tritate grossolanamente.
  • Servite con il caffè al ginseng.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


01-04-2017
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti