Piatto british: scones salati con salmone

scones salati
Commenti: 0 - Stampa

Scones salati con salmone e infuso allo zenzero e limone: per una colazione completa!

Gli scones salati con salmone e infuso allo zenzero e limone sono un piatto ideale per chi ama fare una colazione abbondante ad alto tasso di sazietà e di gusto. Questa ricetta si basa sugli scones, piccoli panini farciti tipici della tradizione scozzese e, più in generale, anglosassone. In Inghilterra, questi vengono serviti sia a colazione che all’ “Ora del tè”, accompagnati da burro e marmellata e condimenti vari, come miele o gocce di cioccolato.

Oggi ve li proponiamo in una particolare variante salata, accompagnata da salmone fresco. Questa ricetta, ideale da gustare a colazione, è servita insieme ad un delizioso e dissetante infuso allo zenzero e al limone dalle straordinarie proprietà energizzanti. Ma andiamo a scoprire nel dettaglio cosa porteremo in tavola!

Dall’Inghilterra alle nostre cucine: scones salati con salmone

Tradizionalmente, gli scones vengono realizzati nelle varianti più incredibili, sia dolci che salate, e consumati anche a colazione accompagnati da tè o caffè. Questo piatto è davvero molto antico. Secondo quanto riportato nel vocabolario “Oxford English Dictionary”, la parola “scones” risale addirittura al lontano 1503.

Tuttavia, la colazione a base scones salati con salmone e infuso allo zenzero e limone che vi proponiamo è moderna e deliziosa, ricca di carboidrati e tantissimi altri nutrienti. Infatti, il salmone contiene alte quantità di proteine, di Omega 3 ed Omega 6, tutte sostanze che non solo fungono da carburante per il corpo, ma che contribuiscono a mantenere l’organismo in salute.

Pertanto, non ci sorprende che questo piatto sia la colazione più amata dagli inglesi. Non a caso è gustoso quanto genuino. Inoltre questi piccoli panini consentono di fare il pieno di energia per affrontare tutti gli impegni della giornata. Questo pasto è inoltre accompagnato da un ottimo infuso allo zenzero e al limone che oltre ad essere buono, rinfrescante, digestivo e dissetante, è anche in grado di stimolare il metabolismo. Soprattutto se consumato appunto a colazione.

Scones salati con salmone : un piatto unico e versatile

Sicuramente, vi abbiamo già dato tanti buoni motivi per portare in tavola questa colazione, ma non è finita qui. Infatti, è utile considerare che gli scones con il salmone sono un fingerfood che si può consumare in pochi minuti, anche mentre si cammina. Questo li rende la colazione perfetta anche per coloro che non hanno tempo per sedersi a tavola a fare colazione. Sono inoltre molto facili da preparare e la loro cottura richiede solo pochi minuti.

In pratica, il pasto a base di scones salati con salmone e infuso allo zenzero e limone è molto versatile e si presta ad ogni occasione. Questo piatto non è adatto solo per la colazione, ma può essere anche un ottimo brunch, un genuino spuntino di metà mattinata oppure una sana merenda da gustare da soli, insieme agli amici o con tutta la famiglia.

Ingredienti per 6 scones

  • 100 gr farina riso
  • 55 gr farina tapioca
  • 35 gr burro chiarificato
  • 1 cucchiaino bicarbonato
  • 20 gr parmigiano reggiano 36 mesi grattugiato
  • 50+10 gr latte riso
  • 1 uovo
  • q.b. sale

Preparazione

Preriscaldate il forno a 180 gradi. In un piatto rompete l’uovo e mescolatelo con una forchetta.
In una ciotola versate le farine e il bicarbonato, mescolate e unite il burro.

Con la punta delle dita lavorate la farina con il burro, unite il parmigiano reggiano, 50 g di latte di riso e metà uovo, impastate velocemente.

Stendete l’impasto fino ad uno spessore di 2 cm, tagliate con un taglia biscotti del diametro di 6 cm.

Mescolate l’uovo rimasto con i 10 g di latte di riso. Mettete i cerchietti sulla teglia, spennellate con l’uovo e latte.

Infornate per 15 minuti circa. Sfornate fate raffreddare.

Servite con formaggio spalmabile e salmone.

Accompagnate con infuso di zenzero e limone.

5/5 (393 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Cutizza alla comasca

Cutizza alla comasca, una merenda tradizionale

Cutizza alla comasca, una ricetta semplice e gustosa Oggi vi presento una ricetta cui sono molto legata, ossia la cutizza alla comasca. Si tratta di una preparazione tradizionale, e per la...

colazione per gli studenti

La colazione per gli studenti, alcune idee nutrienti

La colazione per gli studenti, il pasto più importante della giornata La colazione per gli studenti (e non) è il primo e il più importante pasto della giornata, secondo gli esperti. In Italia si...

Merenda per i ragazzi

La merenda per i ragazzi, ecco le soluzioni...

La merenda pomeridiana non è solo un piacere. La merenda è da sempre considerata un piacere. Per gli adulti può arricchire un momento di pausa dal lavoro o, se fatta molto tardi, sancire la fine...

Barrette con frutta secca e miele

Barrette con frutta secca e miele, ottime a...

Barrette con frutta secca e miele, un break leggero e nutriente Le barrette con frutta secca e miele sono una splendida idea per la colazione o per un break gustoso. Un’idea che coniuga gusto,...

overnight oatmeal

Overnight oatmeal, una colazione molto particolare

Overnight oatmeal, un’idea per una colazione diversa L’overnight oatmeal è una preparazione della tradizione anglosassone, che sta riscuotendo un certo successo pure dalle nostre parti. Anche...

Skyr con ananas e ribes

Skyr con ananas e ribes, una colazione nutriente

Skyr con ananas e ribes, una colazione diversa dal solito Lo Skyr con ananas e ribes è un’idea spettacolare per una colazione diversa dal solito, che presenta tutte le caratteristiche del...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


26-01-2017
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti