Le Intolleranze al Semi Festival per parlare di Nichel

Il Semi Festival di Vigevano ci ha dato l’opportunità di tornare a parlare pubblicamente di intolleranza al Nichel. L’evento in questione si è svolto lo scorso 13 novembre nella sublime Sala dell’Affresco davanti a un pubblico numeroso e attento.

Ringrazio tutti coloro che sono intervenuti per ascoltarmi e gli organizzatori che mi hanno dato questa preziosa possibilità.

E ringrazio il dottor Davide Iozzi, biologo e nutrizionista di IMBIO in prima linea sulle nostre tematiche, con cui ho condotto il seminario.

Nel limite del possibile abbiamo cercato di essere sufficientemente esaurienti circa un argomento che come sapete mi sta molto a cuore.

Si tratta di rompere un muro di silenzio che ancora circonda il tema delle intolleranze alimentari, nonostante i grandi passi avanti compiuti negli ultimi anni.

Spiegare le categorie di alimenti legate al Nichel, il modo per individuare un’eventuale intolleranza o il perché sono così importanti gli stessi strumenti con cui cuciniamo è bellissimo anche se tutt’altro che semplice.

Spiegare la differenza tra allergia da contatto diagnosticata con il Patch test, l’intolleranza alimentare e la SNAS non è semplice. Molti medici una volta riscontrata l’allergia al nichel da contatto partono con diete assurde senza verificare altri importantissimi elementi.

Il dr. Iozzi si è impegnato a preparare un articolo proprio cercando di spiegare le varie differenze. La soluzione è quasi sempre legata all’alimentazione ma gestite in maniera molto differente.

Per farlo mi metto in gioco in prima persona. Racconto un po’ della mia esperienza contando di essere utile nell’aiutare persone che soffrono ma che possono, anzi devono, andare incontro a un futuro migliore.

Semi FestivalSemi Festival, evento tra cibo e arte

Il Semi Festival di Vigevano è un evento che unisce cibo e arte, cultura e salute. Una manifestazione che punta sulla multidisciplinarietà per valorizzare gli alimenti sani e sostenibili.

La kermesse si è svolta nel magnifico contesto della città lombarda dal 11 al 13 novembre, con un fitto calendario di appuntamenti, workshop, conferenze, showcooking.

E poi ancora mostre, film, allestimenti teatrali e musicali. In una felice mescolanza di arte, gastronomia e didattica. Il fatto che tutto si sia svolto negli spazi del magnifico castello e lungo le vie del centro storico, oltre che in luoghi di pregio pubblici e privati, ha reso ancor più suggestivo l’evento.

Gli avventori hanno potuto anche visitare una piccola fiera del cibo sostenibile allestita presso la cavallerizza e la splendida strada sotterranea del castello sforzesco.

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *