logo_print

Cannelloni di magro con bietole e ricotta a pranzo

Cannelloni di magro
Stampa

Questi cannelloni di magro con bietole e ricotta rappresentano una variante dei classici cannelloni tradizionali e possono essere uno dei piatti forte del vostro menù di Natale se siete intolleranti come me o avete ospiti che lo sono!

Inutile nasconderlo: adoro la pasta in tutti i suoi risvolti! Ed è specialmente nella preparazione dei primi piatti che do sfogo alla mia fantasia. In fin dei conti anche la cucina è un’arte!

Sono giorni che penso a cosa cucinare per il pranzo di Natale e mi rigira in mente l’idea di questi cannelloni, diversi dal solito.

La besciamella senza lattosio: perfetta per le tue creazioni in cucina

Nella ricerca di una besciamella che possiamo mangiare anche noi intolleranti, ci vengono in soccorso molte ricette alternative e non vi faranno rimpiangere la classica besciamella, ma sono particolarmente salutari.

Innanzitutto, essendo priva di burro, rimane più leggera, ma al tempo stesso cremosa. Inoltre contiene tutte le straordinarie qualità del latte di riso:

  • regolarizza l’intestino
  • è altamente digeribile
  • è totalmente privo di colesterolo

La besciamella senza lattosio ha tutte le carte in tavola per essere un perfetto alleato per la tua cucina, in grado di arricchire ogni piatto, ma senza renderlo eccessivamente grasso o digeribile.

Cannelloni di magro

Cannelloni di magro con bietole e ricotta per il piatto della domenica

Questi cannelloni di magro con bietole e ricotta non sono perfetti solo per gli intolleranti al lattosio. La presenza della lasagna di riso Le Celizie li rende adatti anche a chi soffre di celiachia. Il caso di Le Celizie ci aiuta a capire quanto avere problemi di cattivo assorbimento del glutine oggi non sia un problema.

Di brand che mettono a disposizione prodotti senza glutine senza sacrificare il gusto ce ne sono tantissimi. Le Celizie è uno di questi! Caratterizzati dall’utilizzo di materie prime di altissimo livello, i prodotti di questo brand hanno un denominatore comune: sono tutti rigorosamente made in Italy!

Non c’è che dire: questi cannelloni sono un primo a dir poco gustoso ma anche sano! Si tratta davvero di un’idea creativa che conquisterà i vostri ospiti. Vi chiederanno il bis, credetemi. A voi adesso non resta che correre in cucina a prepararle.

Sarà divertentissimo e, alla fine, sarete super soddisfatti della vostra impresa culinaria. Ovviamente poi è tutto da gustare, meglio se in compagnia delle persone più care, che si leccheranno i baffi al primo assaggio.

Ingredienti per 4 persone

besciamella senza lattosio (mezzo litro)

  • 500 ml latte di riso
  • 50 g farina di riso
  • 50 g olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino sale

cannelloni

  • 16 quadrati lasagna di riso Le Celizie
  • 25 g parmigiano reggiano stagionato 48 mesi, grattugiato
  • 50 g burro chiarificato
  • 1/2 lt besciamella di riso

ripieno

  • 300 gr. di bietole
  • 200 gr. di ricotta consentita
  • 1 uovo
  • 25 g parmigiano reggiano stagionato 48 mesi, grattugiato
  • q.b. sale

Preparazione

Besciamella

In un pentolino fate scaldare il latte senza farlo bollire, poi spegnete. In un altro pentolino, con il fondo
pesante e antiaderente, scaldate l’olio a fiamma bassissima poi unite la farina, facendola cadere da un
passino e continuando sempre a mescolare finché il composto è omogeneo.

Togliete dal fuoco e unite a filo
il latte caldo, mescolando con forza per evitare di formare grumi. Aggiungete il sale e rimettete il pentolino
sul fuoco a fiamma bassa.

Continuate a mescolare con un cucchiaio di legno, finché il latte arriva a bollore. Proseguite ancora finché la
besciamella sarà al giusto punto di densità. Ci vorranno ancora circa 10 minuti.

Cannelloni

Fate cuocere al dente in acqua salata la pasta, scolatela e passatela in acqua fredda, scolatela nuovamente e disponetela su un canovaccio asciutto.

Pulite e lavate le bietole, mettetele in pentola senza aggiunta di altra acqua se non quella che è rimasta sulle foglie e lessatele. Strizzatele molto bene e tritatele assieme alla ricotta.

Mettete questo trito in una terrina ed amalgamatevi l’uovo, il parmigiano, poco sale.Stendete questo ripieno sulla pasta dei cannelloni, arrotolateli e poneteli in una pirofila unta di burro.

Preparate una salsa béchamel e, quando è ancora calda, coprite la superficie dei cannelloni.

Cospargete con abbondante parmigiano e fiocchi di burro e ponete a gratinare in forno ben caldo sino a che avranno assunto un bel colore dorato.


Nota per l’intolleranza al nichel

Basso contenuto di nichel. Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


TI POTREBBE INTERESSARE

0 commenti su “Cannelloni di magro con bietole e ricotta a pranzo

  • Mar 11 Giu 2019 | Michele ha detto:

    Buonissimo

    • Mer 12 Giu 2019 | Tiziana Colombo ha detto:

      Grazieeeeeeeeee

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti